Domanda:
Qual è lo scopo del dialogo "Buongiorno" di Lo Hobbit?
Charlie
2017-08-26 04:01:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel romanzo Lo Hobbit , verso l'inizio della storia Bilbo augura il buongiorno a Gandalf:

"Buongiorno!" disse Bilbo, e lo intendeva. Il sole splendeva e l'erba era molto verde. Ma Gandalf lo guardò da sotto le lunghe sopracciglia folte che sporgevano oltre la falda del suo cappello ombroso.

"Cosa intendi?" Egli ha detto. "Mi auguri il buongiorno, o vuoi dire che è un buongiorno che lo voglia o no; o che ti senti bene questa mattina; o che è una mattina per stare bene?"

"Tutti in una volta," disse Bilbo. "E una bellissima mattinata per una pipa di tabacco all'aperto, per un affare.

Ora ho sempre trovato quel dialogo strano, ma probabilmente un autore del calibro di Tolkien non lo fa inserire passaggi senza motivo. Qual è lo scopo di questo? Cosa dovremmo imparare sui personaggi? Che Gandalf è un pedante?

Sarei interessato a ricevere approfondimenti.

Perché dici "pedante" e non "aspirante umorista" (chi farebbe bene a mantenere il suo lavoro notturno di accensione di fuochi d'artificio)?La risposta di Gandalf non sembra molto divertente per * me *, ma il libro è stato scritto per * bambini *.Ad ogni modo, * tutto * in un libro deve avere uno scopo, o per dirci qualcosa sui personaggi, o per far avanzare la trama, o per darci un'idea della condizione umana?Scrivere un libro per bambini non è come progettare un carico utile per una missione spaziale.
@user14111 Mi piace pensare che tutto ciò che Tolkien ha scritto in qualche modo ha aggiunto valore alla narrazione, ma potrebbe non esserlo.Ma anche dire quello che hai fatto nel commento prova che c'era un po 'di ragione: dimostra che Gandalf aveva senso dell'umorismo;costruzione del personaggio, suppongo.
Lo Hobbit non era originariamente per i suoi figli?Avendo sentito l'audio di Tolkien, avrei immaginato che leggere questo ai suoi figli piccoli con una voce burbero, agitando le sopracciglia comprese, avrebbe sollevato un po 'di risatina tra i giovani uns.Probabilmente non si sarebbe verificata alcuna analisi approfondita.
@Marakai forse hai ragione
@user14111 Umorista, pedante, pomodoro, tomahto.
-1
@Charlie - "Non essere così veloce nel trattare la morte in giudizio" in realtà suona come qualcosa che potrebbe dire una brava persona.È l '* opposto * di cui ci si deve preoccupare.;)
@Adamant per non parlare del fatto che ha appena lasciato la Compagnia di Thorin senza spiegare dove stava andando.Oh, e quella scena in Fellowship in cui Frodo entra una notte e Gandalf è solo in piedi nella sua stanza di fronte a dire "È segreto? È al sicuro?".Se fossi stato Frodo, avrei detto "È legale?"
Stabilisce un gioco più lungo sulla frase convenzionale, con Gandalf che infine osserva "Per quante cose usi il buongiorno!"disse Gandalf."Ora vuoi dire che vuoi sbarazzarti di me e che non andrà bene finché non me ne vado."
@Charlie a cui Gandalf avrebbe alzato il cappuccio e ringhiato: "Lo renderò legale"
@user14111: In realtà, ..., hai scritto un libro per bambini?Si tratta di ridurre il numero di pagine e la densità del testo.È * molto * come progettare un carico utile spaziale.Ad esempio, [un libro illustrato deve contenere 32 pagine] (http://thewritepractice.com/childrens-book/).
@EricTowers Devo ammettere che non ho scritto un libro per bambini e ignoravo le restrizioni sul conteggio delle pagine e sulla densità del testo.È pura speculazione da parte mia, ma forse Tolkien era sulla stessa barca quando ha inventato quella storia per i suoi figli.La vera domanda non è perché Tolkien abbia messo quel passaggio in * Lo Hobbit *, ma perché il suo editore non ha insistito per rimuoverlo quando il libro è stato pubblicato.
@EricTowers, non era solo una raccolta di storie della buonanotte?Ecco perché è così lungo, perché c'erano molte storie (ognuna è breve e meno di 32 pagine).
@user28434 Non ho mai sentito che fosse una raccolta di favole della buonanotte ... mi piacerebbe vedere qualche fonte!
@user28434 Stavo per dire la stessa cosa - Lo Hobbit è volutamente molto stravagante e c'è molto lì dentro che potrebbe far sorridere un bambino per la sua stupidità.Penso che la parte "Buongiorno" sia certamente una di quelle.Ho letto che era una favola della buonanotte nella prefazione della stampa LOTR del 50 ° anniversario, credo.
Non sarebbe meglio su Writing.SE?Non si tratta davvero di fantasia * di per sé *, si tratta di scopo narrativo e scelte di stile.
Un autore del calibro di Tolkien non inserisce passaggi senza motivo?Hai letto Il Signore degli Anelli?La maggior parte è lì senza motivo.Ho sempre preso questa routine di abbott e costello come un irritante stile britannico di una certa natura slapstick e ho dimostrato se non altro che Tolkien non era un grande scrittore, ma un visionario piuttosto buono.
Otto risposte:
#1
+82
Blackwood
2017-08-26 05:32:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tu sia molto vicino quando dici che potrebbe dirci che Gandalf è un pedante.

Dato che questo è all'inizio del libro, Tolkien sta (come suggerisci) introducendo i personaggi a noi. Questa è la nostra prima introduzione a Gandalf, e penso che l'impressione che Tolkien vuole che otteniamo sia che lui:

  • È sorprendente - non reagisce come ci si aspetta che faccia. >
  • Prende sul serio le cose che gli altri considerano banali.
  • Gli piace essere preciso quando parla.
  • E sì, è un pedante.

Come sottolinea Ghoti and Chips. Lo scambio funziona anche come una commedia spensierata.

Non immischiarti negli affari dei maghi, perché sono pedanti e correggeranno la tua grammatica?O qualcosa di simile.
Hai accennato a questo nel tuo secondo punto, ma, per me, rivela una natura ultraterrena in Gandalf.Il tipo di persona che non reagisce al "buongiorno" sapendo cosa significa è probabilmente ignaro delle norme sociali.Ciò può essere dovuto al fatto che non sono di qui, o perché altrimenti erano molto al riparo dalla socializzazione - in entrambi i casi, indica al lettore un'altro mondo di cui dovrebbero sospettare - è una caratterizzazione che aiuta a rafforzare che in seguito è un magosu (il classico "spettacolo da non dire").
Un altro punto potrebbe essere un semplice "Perché è divertente".Uno scambio comico tra uno hobbit e un mago nelle prime fasi può aiutare a caratterizzare entrambi i personaggi, continuerà a stabilire il tono spensierato che la storia assume all'inizio della storia, in The Shire, e superficialmente anche semplicemente intrattiene il lettore.
@GhotiandChips Buon punto.Sembra che prenda le cose troppo sul serio.
[Evviva pedanteria!] (Https://scifi.stackexchange.com/a/90943/31394)
Un altro punto (relativo ad alcuni di questi ma non proprio lo stesso): aiuta a stabilire il * contrasto * tra il mago peculiare, piuttosto accademico, e il semplice hobbit con i piedi per terra.
Allo stesso tempo, ci dice in misura minore le cose opposte su Bilbo.È piuttosto rilassato nello scambio.Non tiene a freno la pedanteria di Gandalf.Non gli importa l'imprecisione delle interpretazioni alternative del "buongiorno".
@GhotiandChips: "o perché altrimenti erano al riparo dalla socializzazione".Ebbene, gli Istari non sono cresciuti tra i mortali, quindi di certo non socializzavano in quel modo.Ma a volte mi chiedo se Gandalf e gli altri non siano stati in giro così a lungo da essere stati bruciati pensando di aver capito le piccole chiacchiere anche attraverso grandi cambiamenti sociali nel suo significato.Gandalf potrebbe semplicemente elencare i vari modi in cui quella frase è stata usata come smalltalk durante il suo tempo su Arda.
#2
+37
Harrison Smith
2017-08-26 09:31:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre a mostrare Gandalf come un personaggio relativamente insolito, penso che riveli anche che Bilbo è abbastanza spensierato e forse non considera pienamente il peso delle sue parole.

Inizia anche a presentare Bilbo come uno hobbit che si trova bene nella sua zona di comfort e non desidera alcun disturbo alla sua vita spensierata e rilassata. Questo particolare sentimento viene rafforzato più avanti nella loro conversazione:

"Buongiorno!" disse alla fine. "Non vogliamo avventure qui, grazie! Potresti provare oltre The Hill o attraverso The Water." Con questo voleva dire che la conversazione era finita.

Sì, e Gandalf sta cercando di sfidare le normali abitudini di Bilbo, anche nel modo in cui parla.
#3
+25
Brythan
2017-08-26 21:14:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fuori dall'universo, questo indica che J. R. R. Tolkien era il tipo di persona a cui piacciono i giochi di parole. Era molto interessato all'origine delle parole e al modo in cui potevano essere usate. Probabilmente era per questo che passava parte del suo tempo a scrivere dizionari e parte del tempo a inventare lingue. Scrivere storie era quello che faceva poiché non aveva nessun altro modo per convincere la gente a prestare attenzione ai suoi conlangs.

In termini di storia, presumibilmente stava cercando di indicarlo Bilbo e Gandalf condividevano il suo interesse per i giochi di parole.

Potrebbe anche avere l'obiettivo di interessare gli altri, specialmente i bambini, nei giochi di parole. Ricorda che Tolkien inizialmente scrisse Lo Hobbit per i suoi figli. Lo ha condiviso con i suoi amici, come C. S. Lewis, e alla fine ha raggiunto un editore.

Considera Tolkien come Gandalf e uno dei suoi figli come Bilbo. Bilbo rispose come Tolkien voleva che i suoi figli rispondessero. Poiché la maggior parte dei bambini trova Wizards più simpatici dei padri, formulare questo in termini di storia potrebbe essere più efficace delle interazioni del mondo reale.

Ehm, ma ha scritto (alcune delle) sue storie per dare una casa alle sue lingue.Condivideva le sue lingue con amici intimi, ma preferiva mantenere privato il corpo principale del Quenya.Anche adesso, solo pochissimi studiosi privilegiati hanno accesso alla maggior parte dei suoi appunti.Ha scritto il TLOTR on demand per un sequel de Lo Hobbit, e con esso ha legato Lo Hobbit ad Arda;ci sono alcune prove che non ha mai proposto di pubblicare il Silmarillion.
#4
+8
lpt
2017-08-26 19:02:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  "Buongiorno!" disse Bilbo, ... e lo intendeva sul serio. Ma Gandalf ... "Cosa intendi?  

Questo è probabilmente un espediente letterario progettato per agire come un" gancio "per attirare l'interesse del lettore. Il punto era di provocare un battito cardiaco degno di suspense: il simpatico hobbit offende sfortunatamente un potente mago.

Ma quando la frase finisce il lettore si rende conto con sollievo che:
1. Il potente mago non è affatto offeso dal simpatico hobbit
2. Loro entrambi amano giocare con la semantica
3. Sono vecchi amici a proprio agio l'uno con l'altro
4. Lo hobbit spiritoso è spiritoso (anche con i vecchi maghi saggi)

Cambia 3 come non si sono mai incontrati prima
@Carlie davvero?Non vecchi amici, ma Gandalf conosceva Bilbo da quando era più giovane, e Bilbo ricordava vagamente i fuochi d'artificio di Gandalf (non riesco a trovare il riferimento esatto atm)
@DavidRoberts mio male, si sono incontrati prima.Bilbo ricorda Gandalf, ma di certo non sono vecchi amici
@Charlie e DavidRoberts, ad essere onesti, probabilmente avevo la scena equivalente di LOTR più forte nella mia testa, dato che l'ho usata solo per un incarico di editing video prima della fine della scuola (così pensavo Gandalf 'n' Frodo)
#5
+5
bmargulies
2017-08-28 09:17:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Arriva Gandalf, intento a reclutare Bilbo come ladro. Per fare questo, Gandalf deve più o meno far saltare Bilbo fuori dal suo normale quadro di riferimento. Il normale quadro di riferimento di Bilbo è quasi completamente di compiacente soddisfazione per la sua situazione. Gandalf ha bisogno di dare una scossa a Bilbo e suscitare la nota a piè di pagina con tale soddisfazione; La curiosità (forse ancestrale) di Bilbo e il desiderio di lasciarsi alle spalle la sua vita di routine. Rifiutare di prendere il "buongiorno" al valore nominale è il suo colpo di apertura.

Interessante :) Ha senso
#6
+3
user404
2017-08-26 21:05:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Lo hobbit , queste parole possono riferirsi a indovinelli (che giocano con le parole). È lì per mostrare che ogni parola può avere diversi significati. Qui Buongiorno può significare tre cose.

E gli indovinelli giocano molto su questo: una parola può significare molte cose e potresti doverla vedere da un altro punto di visualizzare per ottenere la risposta.

Prendiamo uno degli indovinelli per esempio

Una scatola senza cardini, chiave o coperchio, Eppure il tesoro d'oro all'interno è nascosto.

Non rovinerò la risposta ma non è qualcosa che normalmente pensi come una scatola Se hai adottato un altro approccio alle parole, spezzalo per vedere tutte le possibilità nascosto da questa parola (come ha fatto Gandalf qui), può essere vista come la risposta a questo indovinello.

Su un overhand (sono solo io che penso troppo qui) potrebbe riferirsi alle bugie di Bilbo e all'accordo con la verità . voleva dire sul serio poi Cosa intendi? . E a un certo punto, Bilbo nasconde la verità dietro le sue parole, dicendo che Gollum gli ha offerto l'Anello (e sarà visto come una bugia da Gandalf in seguito)

Il libro esiste in diverse versioni. Tolkien ne riscrisse alcune per mantenerlo in linea con Il Signore degli Anelli , la prima versione era la menzogna di Bilbo sull'influenza dell'Anello e la seconda era la "verità".

Qui vediamo Gandalf che cerca il vero significato delle parole di Bilbo. Nella LOTR, cerca il vero significato della storia di Bilbo sull'Anello (in questo libro Lo Hobbit ) e le sue bugie rendono Gandalf sospettoso.

Mostra anche che Gandalf sta guardando per risposte chiare e precise.

Non capisco quanto questo sia rilevante per quello che era lo scopo del dialogo?Potresti [modificarlo] per chiarirlo un po '?
100% concorda sul fatto che lo scambio è stato scritto per far sapere al lettore che Gandalf vede continuamente tutte le cose da tutti (im?) Angoli possibili e come tale si avvicina a una sorta di onniscienza funzionale.non che sia consapevole di tutte le cose contemporaneamente, ma che "munge" ciascuna delle sue percezioni per ogni goccia di dati / intuizione / prospettiva / associazione che contiene.
#7
+3
Dronz
2017-08-27 21:54:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'esplorazione dei vari significati delle parole è un tema in Lo Hobbit e in altri libri e studi di Tolkien. Un tema correlato è la mentalità contrastante dei vari personaggi, e questa scena è un esempio di entrambi e anche un modo per trasmettere naturalmente la personalità dei personaggi.

E per le persone che amano le parole e che sono interessate alle parole e i vari modi in cui possono essere pensati, è uno scambio divertente e interessante.

Ovviamente Gandalf è anche un mago e la magia di Tolkien è spesso basata su parole, regole e indovinelli. Per scoprire e usare la magia, spesso è necessario ricordare le parole esatte e il loro significato specifico, come si vedrà più avanti in varie iscrizioni, alcune delle quali possono essere lette solo al chiaro di luna in giorni specifici, o hanno senso solo nel contesto, come come la porta di accesso a Moria, senza la cui interpretazione del significato specifico, la Compagnia avrebbe potuto essere sventata.

Anche Bilbo ha il suo destino determinato dal suo uso intelligente e dall'interpretazione delle parole durante il gioco degli indovinelli che gli ha fatto vincere il ring (e che guida anche il destino del mondo in Il Signore degli Anelli ).

La scena trasmette anche la solita mentalità degli hobbit (che porta al tema ricorrente di Bilbo pensieri e sentimenti come un avventuriero riluttante), e il codice morale di Gandalf e pensieri sull'arruolamento di Bilbo.

Ricordo di aver letto che Tolkien era un avido studioso di semiotica, e l'idea che tutte le sue opere siano dialettiche sottilmente camuffate da fantascienza potrebbe essere un'affermazione difficile da confutare. Sono anche totalmente d'accordo sul fatto che questa scena funge da drammatico presagio per la successiva rivelazione del talento di Bilbo nel salvare il mondo per aver visto l'interpretazione sfacciatamente, anche se ingenuamente onesta, del suggerimento per la password per le miniere.
@lpt: Il talento di Frodo, credo tu intendessi.
@PieterGeerkens l'ho fatto!volevo dire Frodo!: P
#8
+2
Bill S.
2020-03-24 17:28:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è potere nella parola parlata. Come mago, la costruzione di incantesimi richiede una definizione e un intento precisi per ottenere il risultato desiderato. Usare una frase per così tanti scopi sarebbe stato antitetico a un mago come Gandalf. "Dì quello che vuoi dire, intendi quello che dici."

Puoi sostenere l'affermazione che la magia funziona in questo modo nella Terra di Mezzo con alcune citazioni?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...