Domanda:
Perché la manovra di Holdo non è stata usata prima?
Jeremy French
2017-12-15 02:07:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa domanda è collegata a "Gli ultimi Jedi":

La manovra che il vice ammiraglio Holdo (con i capelli viola) usa verso la fine del film sembra straordinariamente efficace.

Sembra che avrebbe funzionato abbastanza bene molto prima. Soprattutto perché ad altre due navi è stato permesso di rimanere senza carburante e di essere distrutte.

Sembra che farlo prima con risorse diverse avrebbe subito meno perdite. Eppure nessuno sembrava prenderlo in considerazione. Qualche ragione nell'universo perché?

Le persone non sembrano gradire gli spoiler (come per il trono di spade), quindi ho nascosto ogni possibile possibilità, possiamo tornare e ritoccarli più tardi
Una volta fatto ciò, non c'era motivo per il FO di trattenere i loro TIE e dare la caccia alle rimanenti navi e trasportatori più piccoli.
Anche filosoficamente, le innegabili missioni suicide non sono la via della resistenza.Ogni vita è importante.Come afferma Rose: * Non combattere quelli che odi, ma salva quelli che ami *.Ovviamente a volte accade il kamikaze, ma queste sono per lo più decisioni di un singolo individuo in un momento disperato.Questo non fa parte della strategia generale.
Più pertinentemente, perché un essere umano doveva rimanere sulla nave per pilotarla essenzialmente in linea retta alla velocità presumibilmente massima?Sicuramente la nave aveva un pilota automatico, o nel peggiore dei casi avrebbe potuto essere usato un droide.Non c'è motivo nell'universo per lei di rimanere a bordo, è puramente un dispositivo di trama richiesto in modo che possa eseguire la sua successiva azione distruttiva.
@StevenRands un capitano scende con la loro nave, lo stesso motivo per cui i due capitani di quelli che hanno finito il carburante sono rimasti sulla loro.
@Edlothiad che sarebbe stata una buona giustificazione in sé, non c'era bisogno di giocare la carta "qualcuno deve stare con la nave". Inoltre abbiamo visto diverse volte nell'universo SW in cui "scansionano forme di vita", quindi non si accorgerebbero di aver fatto saltare in aria un incrociatore vuoto?
Forse potrebbero lasciare il peggior pilota che hanno a fare un nobile sacrificio piuttosto che il Grand Mega Admiral?
È stato fantastico vederli fare quella manovra nel film!Ecco una domanda correlata: https://scifi.stackexchange.com/questions/115994/are-there-any-hyper-drive-based-star-wars-weapons
Esattamente la domanda che ho appena iniziato a digitare: D
Forse la nave ammiraglia aveva tutta l'energia diretta a motori e armi, ma nessuna diretta a scudi antiparticolato
Non usarlo prima quando è l'ultimo incrociatore che ha la resistenza ha senso.Ciò che non è quando non l'hanno fatto negli episodi precedenti poiché anche l'iperspazio è stato canonicamente dimostrato di passare attraverso gli scudi.Ma questo taglierebbe l'episodio 6 davvero breve se speronassero un incrociatore nella Morte Nera senza andare a Endor.E avrebbe sicuramente potuto funzionare se avessero mirato correttamente.
@MooS Non sono sicuro che sia così.Sia * Rebels * che * Rogue One * presentavano kamikaze della nave di comando, e Ribellione e Resistenza sembrano filosoficamente quasi identiche.
Forse è solo che nessuno al GFFA ci aveva mai pensato prima./S
In un certo senso, non è così che funziona la base di Starkiller?Presumibilmente spara attraverso l'iperspazio.Materia ed energia sono equivalenti e ha dovuto ingoiare una stella.Forse sta solo sparando un raggio di energia / materia attraverso i pianeti a velocità iperspaziali.
Ciao @MooS, mia vecchia nemesi.
Onestamente penso che si possa aggirare questo problema solo se hai inventato un nuovo tipo di hyperdrive.Almeno in Legends nessuno sa esattamente come funzionano gli hyperdrive.Forse l'hanno appena scoperto. Ma se lo fai, allora dovremmo aspettarci tutti alcuni enormi cambiamenti nel modo in cui SW gestisce il combattimento spaziale ora.Perché dopo questo, saranno solo siluri cinetici iperspaziali a lungo raggio.
questo è stato un film stupido dall'inizio alla fine.hanno assassinato Luke Skywalker e distrutto Star Wars.Ho pensato che l'episodio 7 fosse fantastico.In realtà mi piaceva che Han morisse.L'ep 8 merita di essere rifatto
-1 Per un uso ridicolo degli avvisi di spoiler.
Ci sono molte cose nella vita reale che le persone non avrebbero mai pensato di fare prima della prima volta che pensavano di farle.Alcuni di loro sono stati orribilmente distruttivi.Mi vengono in mente i "fallimenti dell'immaginazione".
Quattordici risposte:
#1
+34
Althis
2017-12-17 04:29:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dalla Banca dati ufficiale di Star Wars:

Gli hyperdrive consentono alle astronavi di viaggiare più velocemente della velocità della luce, attraversando lo spazio attraverso la dimensione alternativa dell'iperspazio. Oggetti di grandi dimensioni nello spazio normale proiettano "ombre di massa" nell'iperspazio, quindi i salti nell'iperspazio devono essere calcolati con precisione per evitare collisioni

Apparentemente, questa manovra funziona, ma solo se stai saltando un oggetto enorme.

È difficile dire quanto deve essere massiccio qualcosa perché funzioni, ma possiamo calcolarlo per tracciare che le navi perdute non sarebbero state abbastanza massicce.

In termini di economia di guerra è facile capire perché questa tattica non sia ampiamente utilizzata anche da una forza minore (come nel caso della Resistenza). In termini di economia di battaglia, se continui a lanciare navi grandi e costose come quella al tuo nemico, potresti essere in grado di causare più danni di quanto valga la tua nave, ma ciò non significa che sarai in grado di causare più danni di la nave vale per te . Con una forza così piccola, la perdita di un incrociatore potrebbe essere devastante, quindi potrebbe essere considerata solo come una strategia in ultima istanza. Questa è la base della teoria dell'utilità in economia.

Per quanto riguarda l'economia di guerra, ciò avrebbe avuto più senso se fatto molto prima, poiché invece di perdere 3 navi, avrebbero perso quella più grande. Ma non sarebbe comunque una vittoria sicura, dal momento che distruggere la Supremazia chiaramente non ha impedito al Primo Ordine di attaccare Crait, e potrebbe persino aver spinto il Primo Ordine a un attacco più feroce.

Ricordalo il Primo Ordine ha continuato questa tattica di fame solo perché credeva che i ribelli non avessero scampo, e mantenere questa tattica sarebbe stato più efficiente che perdere più combattenti in uno scontro a lungo raggio. Colpendo la sua grande nave, rischierebbero di far infuriare il leone silenzioso in un attacco.

Modifica: molte persone continuano a sottolineare che le "ombre di massa" sono proiettate dagli oggetti massicci nello spazio reale, non da quelli nell'iperspazio, e questo è vero. Tuttavia, possiamo trarre due cose da questo:

  • Primo, questo dimostra che le collisioni possono effettivamente verificarsi nell'iperspazio, ed è plausibile presumere che la Supremazia sia abbastanza grande perché ciò accada .

  • Secondo, sappiamo che un oggetto nell'iperspazio interagisce con l '"ombra di massa" di un oggetto nello spazio reale, non direttamente con l'oggetto stesso.

Nella mia mente questo significa che quando si verificano collisioni, la velocità dell'impatto non è tanto importante quanto la massa dell'oggetto, poiché qualsiasi danno che stiamo facendo qui non è un danno "allo spazio reale effettivo strutture "ma più simili a danni gravitazionali inflitti dalla massa delle nostre navi che interagiscono con questa" massa ombra ". Ciò potrebbe avvenire sia eliminando l'ombra di massa o (come l'effetto nel film rende più probabile) spogliando pezzi di massa nell'iperspazio .

Quest'ultimo paragrafo è solo la mia teoria e non c'è nessuna fonte da nessuna parte che corrobori come sarebbe avvenuta una collisione nell'iperspazio, per quanto ne sappiamo questa è la prima volta che qualcosa di simile ha mai avuto luogo nel canone (pensato che il bit sulle ombre di massa dimostra che è possibile).

Potrebbe sembrare che mi stia sforzando troppo di spiegare perché le navi più piccole non possono fare questa manovra, ed è perché lo sono. La limitazione delle dimensioni è l'unica spiegazione che consentirebbe a questa tattica di non valere la pena utilizzare e quindi di non essere stabilita in precedenza.

Penso che tu l'abbia interpretato male, dice che oggetti di grandi dimensioni nello spazio normale proiettano "ombre di massa" nell'iperspazio, quindi i salti devono essere calcolati affinché le altre navi evitino quelle ombre (la nave snokes essendo più grande di qualsiasi altra cosa avrebbe senso)
Ti dispiace fornire un collegamento al database?
@Edlothiad Hai davvero ragione, ma quello che continuo a pensare è che anche la massa dell'oggetto saltato deve essere rilevante.Non ho modo di dimostrarlo, quindi non so come cambiare la risposta, ma sapendo come funzionano queste "ombre di massa", dubito che una nave più piccola avrebbe una massa sufficiente per spostarne una molto più grande.Solo saltando due navi o massa comparativa avrebbe causato danni. Quindi accetto suggerimenti su come migliorare questa risposta.
Non sono sicuro che questo argomento abbia senso.Se parliamo di persone che usano abitualmente questa tattica, non userebbero "grandi navi costose" ma userebbero navi grandi ed economiche.Come in, cinghia sublight + motori iperspaziali a un livello di asteroide economico.Non c'è bisogno di costruire scafo, supporto vitale, armi o scudi.
@Scott questo sembra essere contro l'intero ethos di Star Wars.Nella vita reale, le pulsioni di massa sono una cosa.Un ciottolo di tungsteno proiettato a velocità prossima alla velocità della luce sarebbe probabilmente devastante quanto alcune bombe nucleari (che non abbiamo nemmeno visto nei film).Tuttavia, in Star Wars sembrano essere contrari a questa tattica e non sono sicuro del perché.Voglio dire, hanno [la tecnologia dei driver di massa] (http://starwars.wikia.com/wiki/Mass-driver_cannon/Canon) (anche se quello nel link è più simile a un railgun), sembra che nessuno lo abbia mai spiegatoi creatori l'efficacia della tecnologia nella guerra spaziale.
Un'altra cosa che potrebbe entrare in gioco è quanto possa essere neutralizzabile una mossa del genere.Il Primo Ordine sapeva che Holdo stava accendendo Light Speed, ma la ignorò completamente.Se non l'avessero fatto, la Resistenza avrebbe comunque vinto alcuni minuti cruciali per raggiungere il pianeta, ma la corsa suicida alla velocità della luce avrebbe potuto mancare.
@Edelk Ho pensato anche a questo, ma considerando quanto tempo hanno tenuto gli scudi posteriori, è abbastanza lecito presumere che sarebbe ancora valido per il tempo necessario a far girare la nave.L'unica altra cosa da considerare in quel caso sarebbe la portata, poiché la nave ribelle probabilmente è sopravvissuta solo perché era fuori dalla portata delle armi e dei combattenti principali della Supremazia.Girare la nave significherebbe che la Supremazia potrebbe avere abbastanza tempo per raggiungerli e sparare una raffica più forte contro di loro, sovraccaricando completamente i loro scudi.
Risposta sbagliata, oggetti di grandi dimensioni che proiettano le ombre degli alberi sono pianeti o stelle.Non la nave che salta da sola.Le ombre di massa sono ombre dallo spazio reale all'iperspazio, non viceversa.E quando l'oggetto viene trascinato dall'iperspazio allo spazio reale, non viaggia alla velocità della luce.
Cosa ha detto @Edlothiad.Questa risposta interpreta la citazione al contrario.Quello che dice è che un oggetto enorme che fluttua nello spazio normale creerà un '"ombra di massa" nell'iperspazio che qualsiasi nave che viaggia attraverso l'iperspazio (indipendentemente dalle dimensioni / massa) deve evitare.Il che significa che hai bisogno di un _big_ target.Quanto sia grande esattamente non è chiaro, ma nei film originali Han menziona che i pianeti possono interferire con i salti iperspaziali, quindi qualsiasi cosa che abbia massa planetaria e in alto è un problema.Probabilmente la soglia reale è leggermente inferiore a quella, poiché la nave di Snoke, sebbene molto grande, è probabilmente più piccola di un pianeta.
@Edelk - Non necessariamente.A seconda della raffinatezza dei sensori, della distanza dell'impegno e del fatto che il viaggio nell'iperspazio superi effettivamente la velocità della luce nello spazio normale, è possibile che l'impatto di una corsa kamikaze nell'iperspazio arrivi prima della luce proveniente dalnave attaccante.Il che renderebbe l'attacco molto difficile da contrastare / eludere.A meno che tu non voli _continuamente_ in uno schema casuale / irregolare per rendere impossibile il tuo percorso per un attaccante da prevedere.
@aroth, Innanzitutto, ho apportato una modifica per chiarire questo punto.Non sto valutando di spostare questo chiarimento all'inizio della risposta, dal momento che non voglio diffondere più disinformazione, ma come spiego lì, la massa della nave che salta è importante è l'unica possibile spiegazione del perché questa tattica non lo èusato più spesso da forze più piccole e disperate.In secondo luogo, nel tuo commento successivo, tali tattiche non sarebbero necessarie, poiché le navi possono rilevare quando altre si stanno preparando a saltare nell'iperspazio e possono vedere dove stanno puntando.In questo caso si trattava solo di non prestare attenzione.
Anche considerando l'economia delle navi, ciò non spiega perché in ANH la Ribellione non sia andata a lanciare un paio di incrociatori sulla Morte Nera per garantirne la distruzione.Un paio di navi sembrano un piccolo prezzo da pagare contro l'annientamento totale, soprattutto quando la strategia di attacco alternativa non ha una buona garanzia di successo.
"Viaggiare nell'iperspazio non è come spolverare i raccolti, ragazzo! Senza calcoli precisi potremmo volare attraverso una stella o rimbalzare troppo vicino a una supernova e questo finirebbe il tuo viaggio molto velocemente, no?"- Han Solo ANH.Ho sempre pensato che significasse che è possibile imbattersi in cose nell'iperspazio.
@Kapler un forte campo gravitazionale (ad esempio una stella) può in qualche modo interferire con il viaggio nell'iperspazio e riportare una nave nello spazio normale.Se ciò accade troppo vicino a una stella, sei un brindisi.
@Joshua La mia ipotesi è che la Morte Nera, con generatori di campo gravitazionale, non possa essere speronata tramite l'accelerazione dell'iperspazio, perché le navi non possono entrare nell'iperspazio vicino ai campi gravitazionali.Le astronavi di solito non ne hanno, ma potrebbero superare in astuzia una nave che le mira, tranne se sono troppo voluminose.Quindi la colpa di Snokes sarebbe stata NON integrare i generatori di campo gravitazionale sulla sua nave di bandiera.
@Adwaenyth, il tuo commento mi ha incuriosito ora.Cosa si qualifica come un "campo gravitazionale" nell'universo di Star Wars?Vediamo navi entrare nell'iperspazio in campi gravitazionali tutto il tempo (in orbite attorno a pianeti, ecc.).In effetti, l'intero universo è tecnicamente incorporato in un campo di gravità da tutta la massa dell'universo.Non una critica al tuo commento, solo curioso di come questo viene risolto nell'universo.
Per lo più roba da @Joshua EU / Legends, ma i pozzi a gravità forte richiedono alle navi di raggiungere una certa distanza o non sono in grado di entrare o rimanere nell'iperspazio.Se prendi la versione reale della gravità, cade con il quadrato della distanza, quindi uscire di qualche migliaio di km in più ti farà entrare mentre sei più vicino e non puoi.Alcune navi e le Death Stars sono dotate di generatori di pozzi gravitazionali in modo da creare un campo così forte intorno a loro che le navi non possono rimanere nell'iperspazio.Se lo posizioni su una corsia iperspaziale comune, ogni nave viene tirata fuori dall'iperspazio.
Bene e ancora, tutti, si tratta di logica.I ribelli non possono permettersi di continuare a lanciare costosi incrociatori sulle navi dell'Ordine.Chissà se il pianeta che ha costruito quegli incrociatori può costruirne ancora di più?Quegli incrociatori sono risorse preziose, quindi continuare a lanciarli come missili giganti sulle navi dell'Ordine, quando l'Ordine può semplicemente costruirne un altro e sostituirlo, mentre i ribelli di Leia non possono ............. sembraillogico fare questa manovra a meno che non fosse una situazione di rettilineo terribile come lo era per Holdo quando ha fatto questo.Ci è voluto un po 'di calore, ma sapevano che c'era ancora una lotta davanti.
#2
+30
rs.29
2017-12-16 21:42:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Buco della trama, un po 'più grande del solito ;) Passare alla velocità della luce attraverso le navi nemiche sarebbe una tattica perfetta, ad es. per i droidi nelle Guerre dei Cloni. Piloti spendibili e programmabili che potrebbero trasformare navi a buon mercato in navi capitali nemiche.

Perché non l'hanno fatto? È stato esplicitamente affermato che la nave che entra nell'iperspazio non ha contatto fisico con oggetti nello spazio reale. La storia di Rogue One e alcuni episodi di Rebels and Clone Wars si basano esattamente su questo principio: la nave entra nell'iperspazio molto vicino a un ostacolo nello spazio reale, ma non viene mai toccata. D'altra parte, le navi nello spazio reale sono lente (ricorda la corvetta Hammerhead in Rogue One), quindi le tattiche di speronamento non hanno successo.

Puoi supportarlo con qualcosa?Citazioni?Collegamenti?Suona come divagare con uno sfogo Disney alla fine come si
[Rogue] (https://en.m.wiktionary.org/wiki/rogue) [Rouge] (https://en.m.wiktionary.org/wiki/rouge) Piccola differenza di ortografia, grande differenza di significato.
Questo non è tanto un buco nella trama quanto un retcon.Anche la tua affermazione finale è uno sproloquio e non giova comunque alla risposta.
@Machavity Hai guardato Rouge One, Rebels o Clone Wars?O sarebbe sufficiente il collegamento?:) http://starwars.wikia.com/wiki/Hyperspace
@Edlothiad Se questo non è un buco nella trama, allora lo sono l'intera Clone Wars e la trilogia originale.E la dichiarazione finale ... terribile verità ... cosa molto pericolosa in questi tempi turbolenti :)
@rs.29 Si chiama retcon.Ti suggerisco di cercare il significato;).Non importa se si tratta della "terribile verità" o di una palese menzogna, è supponente e irrilevante per la domanda.
@Edlothiad No, non è retcon.Retcon è continuità retroattiva.Non c'è continuità qui.I ribelli non hanno attaccato la Morte Nera con piccole navi pilotate da droidi che la attraversavano alla velocità della luce.E secondo te potrebbero.Nessuno in tutta la storia di SW ha avuto un'idea così brillante.C'è una ragione per questo.
@rs.29 mi suona come un retcon "* (in un film, in una serie televisiva o in un altro lavoro di fantasia) una nuova informazione che impone una diversa interpretazione degli eventi descritti in precedenza, tipicamente usata per facilitare un drammatico cambio di trama o per spiegareun'incongruenza. * "e non come un buco nella trama:" * Nella finzione, un buco nella trama, un plothole o un errore della trama è un vuoto o incoerenza in una trama che va contro il flusso della logica stabilito dalla trama della storia. * "
Dal wiki: `Tuttavia, oggetti di grandi dimensioni nello spazio reale proiettano" ombre di massa "nell'iperspazio, quindi i salti nell'iperspazio hanno richiesto calcoli molto precisi. [3]Senza di essi, una nave potrebbe volare proprio attraverso una stella o un altro corpo celeste. [2] ` Per coloro che si chiedono cosa sia [2], è l'Episodio 4: Una nuova speranza. Quindi no, gli oggetti nell'iperspazio sono ancora solidi e possono schiantarsi contro le cose.Questo apre due opzioni nella mia mente, o l'iperspazio è correlato alla massa e puoi schiantare solo oggetti massicci;oppure puoi davvero sbattere contro qualsiasi cosa, e di solito l'unità si attiva solo quando è sicura.
@Althis In primo luogo, sono i corpi celesti.In secondo luogo, l'ombra di massa viene spiegata come l'influenza della gravità nell'iperspazio che attira gli oggetti dall'iperspazio.Gli interdittori utilizzano generatori di ombre di massa per estrarre oggetti dall'iperspazio o impedire che vadano lì in primo luogo.Ma non puoi schiantarti contro un oggetto dallo spazio reale mentre sei ancora nell'iperspazio.
@rs.29, ovviamente aggiungi la fonte a quelle informazioni sugli interdittori?Non dubito che tu abbia ragione un secondo, volevo solo che la tua risposta avesse riferimenti più concreti.
@rs.29 Questa [pagina sugli interdittori] (http://starwars.wikia.com/wiki/Interdictor-class_Star_Destroyer/Canon) dice che l'ombra di massa non "tira" la nave dall'iperspazio.Invece l'iperguida della nave nota il pozzo e torna intenzionalmente nello spazio normale per prevenire la collisione (il che ha molto senso).se qualcuno disattivasse una tale contromisura, la nave si schianterebbe davvero nell'ombra di massa, e quindi non sappiamo cosa succederebbe (sebbene l'episodio 8 presenti una buona ipotesi.)
@Althis Sbagliato, la pagina dice esplicitamente "La classe Interdictor possedeva quattro proiettori sferici per pozzi gravitazionali sullo scafo dalla prua affilata. I proiettori contenevano attrezzature per estrarre un certo numero di navi dall'iperspazio." Inoltre "Un proiettore emisferico era più che sufficiente per estrarre unnave dall'iperspazio, mentre le altre potrebbero essere usate per bloccare possibili vie di fuga nell'iperspazio ".
@JRE: In effetti, [* "The Rouge One" *] (http://www.reddwarf.co.uk/news/index.cfm) è un'altra cosa completamente ... :-D
@Althis E la pagina per il campo di interdizione dice "Un campo di interdizione era una gravità artificiale ben in grado di disabilitare le manovre dell'iperspazio. Qualsiasi nave stellare bloccata nel mezzo di un campo di interdizione diventava incapace di saltare nell'iperspazio. Al contrario, un tale campo poteva strappare una nave daiperspazio, tirandolo fuori bruscamente nello spazio normale "..Pertanto, non ha nulla a che fare con i sistemi navali, è semplicemente un campo gravitazionale creato artificialmente http://starwars.wikia.com/wiki/Interdiction_field
È un buco nella trama delle dimensioni di una Star Dreadnought di classe * Mega *.
@Null - Star Wars non sembrava davvero * avere * localmente più veloce dei viaggi leggeri.Puoi uscire dall'iperspazio vicino a un oggetto con una velocità decente e speronarlo, ma non con energia sufficiente per renderlo una strategia utile (di solito).
Poiché lo scopo di Rogue One era quello di riempire un buco nella trama, questo fornisce una motivazione per un altro film per riempire * questo * buco nella trama.
@EvilSnack Non sarei d'accordo.Rogue One ha spiegato gli eventi prima dell'episodio IV, ma l'episodio IV di per sé non aveva grandi buchi nella trama.Era una semplice storia di principessa, cattivo e festa di salvataggio.In effetti Rogue One ha creato alcune discrepanze, ma questa è un'altra questione.
#3
+14
DaaaahWhoosh
2017-12-15 22:10:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

All'inizio dell'evacuazione, il piano è saltare alla velocità della luce. Tutti credevano di non poter essere rintracciati attraverso la velocità della luce, quindi quella era la fine. Nessuno ha dovuto sacrificare una grande nave (ricorda quanto erano arrabbiati con Poe per aver ucciso tutti i loro bombardieri).

Il Primo Ordine svela quindi la sua tecnologia di rilevamento della velocità della luce e riattiva la Resistenza. I bravi ragazzi devono affrettarsi per capire cosa fare dopo e hanno appena il tempo di uscire dal raggio del Primo Ordine prima di essere tutti distrutti. Se qualcuno fosse balzato alla velocità della luce in una missione suicida qui, avrebbe potuto distruggere sia il Primo Ordine che la Resistenza; tutti erano semplicemente troppo vicini e troppo disorganizzati.

Dopo che sono usciti dal raggio, l'opzione per spingere alla velocità della luce il Primo Ordine è ancora fuori dal tavolo, perché il Primo Ordine li abbatte . Le prime due navi abbandonate hanno solo pochi secondi dopo aver esaurito il carburante prima di andare in fiamme, è probabile che non avrebbero avuto il tempo di voltarsi completamente e innestare il loro hyperdrive. L'unico motivo per cui l'incrociatore ha la possibilità di fare il salto è perché il Primo Ordine (era così stupido da lasciarglielo fare?) Era preoccupato di abbattere le navi da trasporto.

Quindi, in sintesi, ciò di cui la Resistenza aveva bisogno per portare a termine questa manovra erano la distanza e il tempo. Nessuno dei quali aveva da risparmiare per la maggior parte del film.

Ora, per quanto riguarda il motivo per cui nessuno ha mai inventato i missili iperspaziali, è qualcosa a cui non posso rispondere.

Azzeccato.Nessuno poteva voltarsi a causa del fuoco costante.Nota come la nave di Holdo ha eseguito il suo turno lentamente.
"il Primo Ordine è stato così stupido da lasciarglielo fare?"Sì.Il generale Hux sembra essere un tattico piuttosto terribile.
Questa non sembra una buona risposta, dopotutto, il "non avrebbero avuto il tempo di girare la nave" è inutile se si considera che i loro scudi sono riusciti a sopportare il fuoco del Primo Ordine per * giorni * e l'esaurirsi non è mai statoanche considerato.Gira quella cosa, metti tutta la potenza agli scudi laterali, poi agli scudi anteriori e speronalo alla velocità della luce!
Sono stati in grado di sopportare il fuoco costante perché si sono spostati fuori dal "raggio d'azione effettivo".Il Primo Ordine ha tenuto alto lo sbarramento solo per costringerli a continuare a muoversi e ad esaurire le scorte di carburante.
Sembra che tu stia interpretando "farlo prima" nella domanda OP come "all'inizio del film", ma l'interpretazione più interessante è: "Perché questa manovra non è mai stata usata prima?"Penso che _questo_ sia ciò che viene chiesto qui, a cui ammetti di non poter rispondere affatto.:(
#4
+14
Falco
2018-01-01 23:30:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

TL; DR: Holdo ha centrato una probabilità su un milione che ciò funzionasse davvero, grazie a una combinazione di abilità incredibili, fortuna e tattiche scarse di prim'ordine.

Per quanto ho capito i film, le seguenti regole sembrano governare i viaggi nell'iperspazio in Star Wars:

  1. Le navi in ​​Star Wars non volano mai con una frazione rilevante della velocità della luce, sub- il viaggio leggero sembra essere piuttosto lento.

  2. Andare nell'iperspazio è un passaggio alla dimensione dell'iperspazio, dove le navi viaggiano ancora a velocità normale, ma le rotte iperspaziali possono collegare due punti in tempo reale spazio con una scorciatoia. Quindi una nave che vola attraverso l'iperspazio arriva più velocemente della luce percorrendo il normale percorso attraverso lo spazio reale.

  3. Le navi che escono dall'iperspazio viaggiano con la normale velocità subluce e appaiono nello spazio reale.

  4. Oggetti di grandi dimensioni come asteroidi o grandi parti di navi capitali possono facilmente sfondare i normali scudi di Star Destroyer e infliggere danni devastanti.

  5. Oggetti di grandi dimensioni proiettano ombre di massa nell'iperspazio, che sono molto pericolose per le navi che viaggiano nell'iperspazio, quindi escono dall'iperspazio quando gli scanner rilevano un'ombra di massa inaspettata.

La mia interpretazione di gli eventi rappresentati:

Holdos salta nell'iperspazio ha attraversato l'ombra di massa della gigantesca nave Snokes e ha disabilitato il sistema di sicurezza, che l'avrebbe fatta cadere fuori dall'iperspazio prima di entrare in collisione con l'ombra di massa. - La collisione con l'ombra di massa ha fatto a pezzi la sua nave e queste parti sono cadute fuori dall'iperspazio (perché l'iperspazio ovviamente ha fallito quando la sua nave è stata distrutta). Le parti della sua nave si scontrarono con la flotta di primo ordine con notevole velocità, poiché stavano ancora volando alla massima velocità verso la nave holdos.

Alcune parti sono uscite dall'iperspazio all'interno degli scudi, alcuni potrebbero non essere stati completamente potenziati e alcune parti potrebbero essere state altamente esplosive (generatore, motore, sistemi d'arma ...) o semplicemente abbastanza grandi da creare danni enormi impatto.

Nel complesso l'attacco potrebbe essere stato solo così efficace, perché le navi del primo ordine volavano troppo vicine tra loro e furono colte di sorpresa, non avevano i loro scudi completamente operativi e nessun interdittore a portata di mano. E sembra che ci sia anche molta fortuna e intuizione coinvolti, in modo che la nave non sia stata fatta a pezzi troppo presto o lanciata fuori rotta.

Quindi forse c'è solo l'1% di possibilità di persino trovare una rotta iperspaziale e ottenere il tempismo perfetto, in modo che le navi escano esattamente dall'iperspazio dove si trova l'obiettivo. Se non si riesce a farlo bene, tutte le parti sparse appariranno dietro il nemico o voleranno a caso nella direzione sbagliata. E anche se si colpisce perfettamente il tempismo e la rotta, bisogna essere fortunati a colpire parti sensibili / poco schermate del nemico, o colpire quella in un milione di possibilità che una parte esplosiva della nave suicida appaia all'interno di uno scudo

Anche se questo è il caso, lego un motore iperspaziale a un gruppo di asteroidi, spengo le sicurezze, salto.Anche se parli di scudi deflettori, ricevo abbastanza asteroidi e abbastanza energia cinetica, batterò gli scudi.
@ifly hai ragione, dovresti comunque essere bravo in direzione e tempismo per segnare un buon colpo.E in Canon un hyperdrive è la parte di gran lunga più costosa di una nave, inoltre quella con la potenza e la portata per trasportare diversi asteroidi, quindi non sarebbe economico.Inoltre dovresti colpire il tuo nemico, prima che abbattano la tua nave, quindi hai bisogno di tempo per portarla in posizione e una ventina di combattenti in parità potrebbe vaporizzarla con un singolo colpo
Oppure un turbo laser potrebbe probabilmente schizzare un asteroide durante la lettura della firma di un hyperdrive su di esso, prima che i calcoli per il salto siano stati completati.
E "una possibilità su un milione" è il motivo confermato in * Rise of Skywalker *.
#5
+14
Spar10 Leonidas
2019-02-08 10:33:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

So che questa è una vecchia domanda, ma ho esaminato le risposte ei commenti qui e ho notato che nessuno ha ancora menzionato alcuna informazione rilevante dalla novelizzazione (nemmeno quelle pubblicate dopo la pubblicazione della novelizzazione), che Penso che fornisca la risposta più sufficiente a questa domanda; e poiché nessuna delle risposte esistenti è stata accettata dall'utente che ha posto la domanda, ho pensato di dare un contributo. (Data la lunghezza della risposta, ho deciso di fornire una versione TL; DR alla fine per coloro che non hanno tempo per la versione lunga.)

Vorrei iniziare fornendo alcune informazioni di base: credo che valga la pena notare che, durante l'evacuazione, stavano sifonando la loro riserva di carburante ed estraendo altri rifornimenti per la loro fuga, e implementando altre importanti procedure, ma questo è stato il tutto interrotto dall'arrivo della flotta del Primo Ordine.

Nel romanzo, il tenente Connix sta parlando al droide protocollare PZ-4CO, che la avvisa della flotta del Primo Ordine in arrivo. Connix chiede quindi al droide cosa c'è ancora da fare.

PZ-4CO: circa il trenta percento del serbatoio profondo di carburante deve essere aspirato ... Procedura di scuttle per i computer mission-critical è incompleto. E le scorte di manutenzione vengono ancora trasferite dai negozi di livello inferiore.

...

Ufficiale di volo Jones: ci sono ancora trenta pallet di proiettili di cannone in Bunker C.

p.25; Star Wars: Gli ultimi Jedi di Jason Fry

Si nota anche che le navi che sono venute per evacuare la base della Resistenza su D'Qar erano già a corto di carburante quando sono arrivate, ma il processo di svuotamento dei loro serbatoi richiederebbe troppo tempo per essere utile (PZ-4CO ha detto che ci vorrebbero circa 90 minuti per completare completamente le procedure di evacuazione). Connix ha dato l'ordine di sifonare ciò che potevano e di essere in volo in dieci minuti.

Il fatto che avessero fretta di terminare l'evacuazione è stato anche accennato nel film (molto più brevemente) durante l'apertura scena:

Ufficiale di evacuazione della resistenza: non siamo ancora chiari. Ci sono ancora 30 pallet di proiettili di cannone nel bunker C.

Tenente Connix: Dimentica le munizioni, non c'è tempo. Basta portare tutti sui trasporti.

[Appaiono gli Star Destroyer]

Tenente Connix: Oh, no.

Questo è il motivo per cui in seguito, poco dopo aver lasciato l'iperspazio quando si sono resi conto che il Primo Ordine li aveva in qualche modo seguiti, erano troppo a corto di carburante per rischiare di fare un altro salto nell'iperspazio, una mossa che avrebbe esaurito le loro scorte rimanenti in quel momento.

Il fatto che le loro procedure di evacuazione fossero state interrotte e il fatto che fossero stati colti alla sprovvista dall'improvvisa ricomparsa della flotta del Primo Ordine, significava che erano mal preparati per questa situazione e che la loro a quel tempo era tentare di superarli il più a lungo possibile a velocità inferiori alla luce. Nel fare ciò, era solo questione di tempo prima che ciascuna delle navi della Resistenza esaurisse il carburante e le loro migliori possibilità di sopravvivenza erano trasferire i sopravvissuti al Raddus ( che aveva più carburante) dalle altre navi prima che finissero.

Supponendo che l'attacco kamikaze fosse una mossa che chiunque ha considerato all'inizio, sicuramente non era un'opzione fino a quando la nave che stava effettuando la manovra non fosse stata vuota di tutti i sopravvissuti (oltre al pilota), poiché sarebbe ovviamente fatale per tutti a bordo. Ed è emerso che le due navi sopravvissute più piccole, la Ninka e la Anodyne (la Vigil è stato distrutto nella battaglia immediatamente dopo l'uscita del Primo Ordine dall'iperspazio per inseguire la flotta della Resistenza), ha esaurito il carburante poco dopo l'evacuazione, quindi probabilmente non è mai stata un'opzione per nessuno dei due di loro per farcela. In effetti, è del tutto possibile che Ninka e Anodyne fossero già troppo a corto di carburante per tentare questa mossa quando iniziarono a evacuare i loro sopravvissuti verso Raddus.

Quindi, se questa manovra fosse mai stata presa in considerazione prima del loro arrivo a Crait, la Raddus era probabilmente l'unica nave in grado di farcela con successo solo in base alla quantità di carburante che avevano tutti. Come abbiamo visto nel film, nonostante abbia cercato di correre più veloce del Primo Ordine per molte ore, il Raddus aveva ancora abbastanza carburante per fare un ultimo salto (e originariamente il piano era che Holdo guidasse semplicemente il Primo Ordine lontano da Crait, piuttosto che tentare di contrattaccare). Il film indica che il suo attacco kamikaze è stato probabilmente un ultimo disperato tentativo che ha escogitato al volo poco dopo aver realizzato che il loro piano di fuga era stato compromesso. Ciò è confermato nel romanzo:

A bordo del Raddus , uno stordito Holdo poteva solo guardare l'esplosione di un altro trasporto.

...

Holdo soffocò un grido sgomento. Doveva fare qualcosa. Ma cosa? Non c'era modo che Raddus potesse difendere i trasporti: erano andati oltre la protezione dei suoi scudi.

Guardò impotente la sua console, cercando una risposta che le sfuggisse. . Non c'era niente.

Una luce lampeggiò sull'interfaccia con il computer di navigazione.

Holdo richiamò l'interfaccia per ignorare qualunque fosse l'avviso - l'avrebbe distratta solo mentre cercava di pensare - quindi si fermò.

Qualcuno aveva inserito le coordinate dell'iperspazio nel sistema, calcolando un salto che non era mai stato fatto. Il computer di navigazione stava chiedendo se le coordinate dovevano essere eliminate.

Era Dameron, si rese conto - si era precipitato sul ponte come parte del piano che aveva escogitato, quello che lei aveva correttamente respinto troppo avventato e disperato per avere successo.

Holdo chiamò le coordinate sulla sua console. L'incrociatore Mon Calamari aveva continuato a viaggiare lungo la sua rotta per Crait da quando le coordinate erano state inserite nel computer di navigazione. Di conseguenza, il punto di ingresso per il salto iperspaziale calcolato da Poe era ora dietro il Raddus , dall'altra parte della flotta del Primo Ordine.

Holdo fissò il suo schermo, cercando di capire cosa si fosse persa e ha concluso che la sua speranza selvaggia potrebbe non essere completamente infondata.

p.231-232; Star Wars: Gli ultimi Jedi di Jason Fry

Inoltre, il romanzo indica che Holdo non poteva effettivamente affrettarsi la manovra e ha dovuto accelerare attentamente le sue mosse e calcolare il giusto tempismo affinché avesse successo:

A bordo del Raddus , Holdo ricontrollò frettolosamente che il computer di navigazione non ha annullato gli override che aveva dovuto programmare.

...

L'ammiraglia del Primo Ordine iniziò a scivolare nello spazio davanti al Raddus ... Il fuoco del Turbolaser continuava a lanciarsi dalla sua prua, distruggendo i trasporti della Resistenza in cerca di salvezza su Crait.

Holdo ricordò a se stessa che c'era un solo modo per aiutare gli sfollati: se lei attirò troppo presto l'attenzione del Primo Ordine, la sua mossa disperata non sarebbe andata a buon fine. L'unica cosa che poteva fare era aspettare.

p.247; Star Wars: Gli ultimi Jedi di Jason Fry

Ha avuto il tempo di cui aveva bisogno. Gli ufficiali del Primo Ordine, osservando la situazione, notarono che il Raddus stava girando. L'ufficiale del Primo Ordine, il capitano Peavey, ha considerato la possibilità che avesse tentato di organizzare un contrattacco, ma non ha considerato la nave una minaccia, poiché le armi del Raddus non erano abbastanza forti da danneggiare la Supremazia . Capirono subito che si stava preparando a saltare nell'iperspazio; ma, come il generale Hux, lo liquidarono come un futile tentativo di distrarli dai trasporti in fuga. Inizialmente decisero di lasciarlo fare il salto nell'iperspazio, pensando che avrebbero potuto occuparsene in seguito (e il Raddus era ancora abbastanza lontano da essere fuori dal raggio d'azione della Supremazia contro i suoi scudi). Sia il romanzo che il film mostrano che Hux e gli altri ufficiali non si sono resi conto del loro grave errore fino a quando non fu troppo tardi.

Ed è qui che entra in gioco probabilmente l'aspetto chiave del successo della mossa di Holdo: che essendo gli scudi sperimentali di Raddus :

La forza chiave di Raddus è il suo avanzato sistema di scudi deflettori che può spingere l'involucro di protezione energia lontana dal suo scafo.

p.10; Star Wars: Gli ultimi Jedi: The Visual Dictionary

Questo è anche menzionato nel Incredibile Cross-Sections libro per Gli ultimi Jedi :

Scudi rialzati: gli scudi deflettori avanzati che avvolgono gli Raddus è un progetto sperimentale, in grado di sopportare enormi quantità di danni prima di fallire. Anche se i pesanti colpi del Primo Ordine rendono inevitabili i danni strutturali, la maggior parte delle altre navi sarebbe stata distrutta molto prima di questo punto.

p.8; Star Wars: Gli ultimi Jedi: Incredible Cross Sections

(Per evitare che qualcuno pensi che questo sia stato un retcon fatto per spiegare "buchi nella trama" o per deviare le critiche al film, il libro Incredible Cross-Sections e The Visual Dictionary per Gli ultimi Jedi sono stati entrambi pubblicati il ​​15 dicembre 2017, lo stesso giorno dell'uscita del film.)

Questi scudi hanno svolto un ruolo cruciale nell'efficacia e devastazione dello speronamento della velocità della luce contro la Supremazia .

Quando l'incrociatore pesante si è schiantato contro l'ampia ala volante della Supremazia , la forza dell'impatto è stata di almeno tre ordini di grandezza maggiore di qualsiasi cosa Raddus erano classificati per gestire. Il campo protettivo che hanno generato fallì immediatamente, ma gli scudi sperimentali potenziati dell'incrociatore pesante rimasero intatti per un momento più a lungo prima che la forza inimmaginabile dell'impatto convertisse il Raddus in una colonna di plasma che si consumò.

Tuttavia, il Raddus aveva anche accelerato quasi alla velocità della luce nel punto di quell'impatto catastrofico e la colonna di plasma che divenne era più calda di un sole e intensamente magnetizzata. Questo plasma è stato quindi lanciato nell'iperspazio lungo un tunnel aperto dal generatore di campo quantistico nullo, un tunnel che è collassato con la stessa rapidità con cui era stato aperto.

Sia la colonna di plasma che il tunnel iperspaziale erano spariti in molto meno di un batter d'occhio, ma era abbastanza a lungo da squarciare lo scafo della Supremacy da prua a poppa, strappare un buco irregolare in una serie di Star Destroyer che volavano in formazione con esso, e infine scomparire dall'esistenza nello spazio vuoto migliaia di chilometri oltre la task force del Primo Ordine.

p.251-252; Star Wars: Gli ultimi Jedi di Jason Fry

TL; DR

Data la situazione disperata in cui si trovavano, che era già brutta dall'inizio e peggiorava di minuto in minuto, è improbabile che qualcuno abbia mai preso in considerazione questa mossa prima negli eventi del film. In effetti, non sono riuscito a trovare alcuna informazione che indichi che qualcuno aveva considerato di provare questa mossa prima del momento in cui Holdo la esegue, e che l'ha inventata al volo solo quando è diventato chiaro che il loro piano di fuga era stato compromesso; e anche se qualcuno lo avesse considerato prima di quel punto, semplicemente non era un'opzione fino a quando qualsiasi nave che sarebbe stata utilizzata per questo scopo non fosse stata almeno evacuata (e anche allora, avrebbe comunque avuto bisogno di carburante sufficiente per eseguire un salto nell'iperspazio, che chiaramente mancavano a Ninka e Anodyne rispetto a Raddus ). E infine, grazie ai suoi avanzati scudi deflettori sperimentali , la Raddus era l'unica nave della flotta della Resistenza che avrebbe potuto essere stata utilizzata per eseguire questa operazione muoversi e ottenere i risultati a cui abbiamo assistito nel film.

Eseguire questa mossa prima semplicemente non era un'opzione.

Gli scudi sperimentali lo hanno fatto.Grazie
#6
+13
C.Koca
2017-12-18 17:02:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Solo per dare seguito alla risposta corretta ma non elaborata di @ rs.29, questo è un enorme buco nella trama che influenzerà il resto del merchandising di Star Wars .

Il mio inizio punto sarebbe la definizione dell'iperspazio dalla banca dati:

Gli iperguidi consentono alle navi stellari di viaggiare più velocemente della velocità della luce, attraversando lo spazio attraverso la dimensione alternativa dell'iperspazio. Grandi oggetti nello spazio normale proiettano "ombre di massa" nell'iperspazio, quindi i salti iperspaziali devono essere calcolati con precisione per evitare collisioni

Raddus, dal nome dell'ammiraglio Raddus, l'eroe della battaglia di Scarif, è un MC85 Star Cruiser. La lunghezza è specificata come 3.438,37 metri. Non ho potuto ottenere alcuna prova di massa, quindi presumo che la lunghezza sia direttamente correlata al peso.

Questo in effetti potrebbe essere il più grande incrociatore impiegato dalla resistenza, tuttavia la resistenza aveva già incrociatori di grandi dimensioni prima. Gli MC80 misurano 1200 metri e l'MC75 sono 1.204,44 metri. Queste sono navi enormi rispetto al Millenium Falcon, una piccola nave che sappiamo essere in grado di saltare nell'iperspazio. La ribellione aveva davvero navi enormi, ma non vediamo lo speronamento alla velocità della luce come una strategia usata con queste navi.

L'impero e i separatisti usavano navi ancora più grandi e non considerarono questa strategia nemmeno una volta. Ad esempio, speronare Malevolence, una nave ancora più grande dell'MC85, su Coruscant avrebbe potuto essere una strategia perfetta. Finché tiene alzati gli scudi deflettori, potrebbe durare abbastanza da saltare nell'iperspazio, poiché abbiamo visto l'MC85 saltare nell'iperspazio, ma non è stato preso in considerazione.

Usando la risposta di @ DVK-on-Ahch-To qui, sappiamo che oggetti enormi possono tirarti fuori dall'iperspazio. Il migliore esempio direttamente nell'universo è il blocco della flotta dell'ammiraglio Raddus da parte di Darth Vader mentre stavano cercando di ritirarsi dopo la battaglia di Scarif. Se saltare nell'iperspazio fosse una manovra consentita in prossimità di altri incrociatori massicci e non allineati, ci aspetteremmo che l'MC75 dell'alleanza ribelle si scontri con Devastator, l'ammiraglia di Darth Vader.

A quanto pare, dall'improvvisa paura di Hux quando ha ordinato alle unità di sparare sull'MC85, il fatto che saltare nell'iperspazio potrebbe danneggiare le navi sul suo percorso è ben noto. Quindi, non dovrebbe essere la prima volta che assistiamo a una cosa del genere, ma per quanto ne so, non esisteva una strategia simile nell'intero universo di Star Wars.

Vediamo un interessante salto di hyperdrive in S01E13 delle guerre dei cloni, dove un salto nell'iperspazio non calcolato ha causato la perdita di Anakin e Ahsoka. Si staccano immediatamente dall'incrociatore, tuttavia non viene chiarito il motivo del distacco. Essendo una nave molto piccola, la nave di Anakin non dovrebbe proiettare un '"ombra di massa" indicata nella banca dati. Anakin e Ahsoka che si perdono dopo il salto non calcolato supporta l'idea che i calcoli del salto nell'iperspazio siano fatti principalmente per determinare il punto di uscita dall'iperspazio.

In breve, questa mossa del vice ammiraglio Holdo non ha precedenti in Star Wars universo e sarebbe un buco nella trama nelle battaglie imminenti.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/70433/discussion-on-answer-by-c-koca-why-was-thismanoeuvre-not-used-earlier).
Dato ciò che accade quando "si salta nell'iperspazio ... in prossimità di altri incrociatori massicci e non allineati", è perfettamente ovvio il motivo per cui la ribellione non l'ha fatto sopra Scarif: non volevano far saltare in aria tutto ciò che vedevano, loro stessiincluso.
@Martha Sono fortemente in disaccordo.L'ammiraglio Raddus dà ordini chiari di prepararsi a saltare nell'iperspazio e quattro secondi dopo, entro l'ora del film, la flotta di Vader arriva e impedisce il salto nell'iperspazio.Non vi è alcuna indicazione che ciò sia stato automatizzato dai generatori di hyperdrive o da un cambiamento decisionale da parte dell'ammiraglio Raddus.Anche se è così, non ci sono buone ragioni per cui la flotta ribelle non salti nell'iperspazio dopo che i piani sono stati inoltrati a Leia.Avrebbero potuto affondare metà della flotta di Vader se fosse stato fisicamente possibile.
@C.Koca: Potrebbe aver affondato metà della flotta di Vader ... e commesso un suicidio di massa nel processo.
@Martha C'erano comunque dei sopravvissuti dalla nave dell'ammiraglio Raddus?Quindi portare con sé metà della flotta di Vader sembra più redditizio.Inoltre, queste sono tutte le nostre congetture.Finora, quello che sappiamo è che il loro salto nell'iperspazio è stato interrotto dalla flotta di Vader, come sarebbe dovuto accadere con la nave di Holdo.
Per prima cosa, vorrei ricordarvi che le "ombre di massa" non trascinano le navi dall'iperspazio.Sono inseriti come misura di sicurezza codificata nei loro hyperdrive, ma potrebbero essere disabilitati.Poi vorrei ricordare a tutti che la supremazia è larga 60 chilometri e una delle navi più grandi che abbiamo visto fino ad oggi, probabilmente abbastanza da gettare un'ombra di massa.Infine, se la mia teoria è corretta (cosa che ribadisco ancora una volta che non ci sono prove che la provino o la smentisca), un oggetto dovrebbe essere di dimensioni comparative affinché la collisione abbia alcun effetto sull'oggetto dello spazio reale.
@Althis "Sono inseriti come misura di sicurezza codificata nei loro hyperdrive" fonte?Anche se è corretto, perché Raddus non l'ha disabilitato?Cos'è che Holdo può tirare fuori da solo, ma Raddus non può farlo con una nave intatta e l'equipaggio al completo?Inoltre, il mio primo commento a Martha risponde anche ad una parte della tua teoria.La tua teoria, come le teorie di tutte le altre, è un tentativo disperato di fondere il canone Disney con il resto del canone SW.
-1
#7
+3
Dubukay
2018-05-08 08:25:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nuovo pensiero: le navi Supremacy anche sono balzate alla velocità della luce e la collisione è avvenuta nell'iperspazio

Prendendo in prestito un po 'dalla linea logica di @ McIntyre, questa è chiaramente la prima volta che 1) le navi sono state tracciabili attraverso la velocità della luce e 2) si verifica questo tipo di collisione. È piuttosto intuitivo che i due siano collegati in qualche modo.

Quello che propongo, senza prove, è che le navi della Supremazia stavano automaticamente inseguendo il Raddus. Non c'è bisogno di capitani qui, ma hai bisogno di una risposta molto rapida non appena il Raddus salta, perfetto per essere gestito dai computer della nave. Non appena il nuovo software di localizzazione rileva che la nave è diventata FTL, prende anche la Supremacy navi FTL.

Quindi, la collisione stessa avviene nell'iperspazio , non nello spazio regolare. Questo risolve il problema "l'iperspazio non collide con lo spazio reale", oltre a dimostrare perché questa tattica non è stata utilizzata sulla Morte Nera o simili: quei bersagli non erano nell'iperspazio, quindi non potevano essere stati attaccati in per di qua. Questo anche spiega l'illuminazione piuttosto strana e stravagante della scena. Piuttosto che essere un tipo di scelta per effetti speciali, è semplicemente come dovrebbe apparire una collisione nell'iperspazio. Puoi anche vedere che tutti i pianeti e le stelle vicini non sono più visibili dietro le navi della Supremazia, esattamente quello che ci aspetteremmo di vedere se la telecamera fosse nell'iperspazio, ma non in movimento.

Gli sguardi dell'orrore su i volti del leader della Supremazia erano causati dalla consapevolezza che il programma di monitoraggio avrebbe prodotto esattamente questo tipo di risposta. Si sono resi conto troppo tardi che stavano per saltare nell'iperspazio nello stesso momento in cui il Raddus lo ha attraversato.

Ma perché la * Supremazia * era ancora lì?
@Möoz Presumibilmente, quando l'unità iperspaziale viene distrutta, le navi escono dall'iperspazio.Forse non * istantaneamente *, ma qualsiasi ritardo di tempo è significativo quando guardiamo le velocità FTL
Creativo, ma le battute "Signore, l'incrociatore della Resistenza si sta preparando a saltare alla velocità della luce." / "È vuoto. Stanno solo cercando di distogliere la nostra attenzione. Patetico. Tieni il fuoco sui trasporti."indica che non avevano alcuna preoccupazione di essere allontanati dal fuoco sui trasporti se Holdo fosse saltato.
#8
+2
james
2017-12-19 05:50:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ok, riguardo all'uso dell'iperspazio come arma, non è utilizzabile, tuttavia ci sono due punti in cui potrebbe essere usato. Entrando e uscendo dall'iperspazio. In entrambi i punti la nave non è entrata o ha lasciato l'iperspazio ed è ancora a una frazione significativa della velocità della luce. A questa velocità i risultati sarebbero devastanti. Detto questo sul motivo per cui non viene utilizzato come tattica? Beh, lo spazio è un posto molto grande e questo tipo di tattica sarebbe una sparatoria di merda, infatti sarebbe più probabile che non manchi il tuo obiettivo. Inoltre l'alleanza ribelle e la Resitance stanno lavorando con risorse limitate e sono disperate ma non suicide. Anche lanciare loro navi rottamate sarebbe proibitivo in termini di risorse.

Quindi il risultato più probabile avrebbe dovuto essere che l'ammiraglio si è persa e si è fatta strada da qualche parte a caso, ma questa volta ha funzionato solo per una totale fortuna cieca?Quindi era davvero un'idea davvero stupida che a tutti i diritti avrebbe dovuto fallire, ma è successo che funzionasse, e il dramma e l'allarme intorno erano inappropriati?E se questo può funzionare, visti gli enormi danni causati quando funziona, perché non costruire molte navi missilistiche suicide robotiche?
#9
+2
Jason Barker
2017-12-20 00:08:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che questo potrebbe essere il primo caso nel canone di Star Wars in cui una nave ha accelerato fino alla velocità della luce senza entrare nell'iperspazio.

È possibile che una di queste cose si sia verificata:

  1. La nave di Snoke era abbastanza massiccia da sola da funzionare come un Interdittore, proiettando un'ombra di massa abbastanza grande da impedire alle navi di entrare nell'iperspazio.
  2. La nave di Snoke aveva effettivamente un dispositivo interdittore a bordo ed era lo utilizzava attivamente.
  3. Holdo programmò intenzionalmente il suo salto per evitare di andare nell'iperspazio fino a dopo aver superato la nave di Snoke e stava semplicemente accelerando fino alla velocità della luce, ma non l'aveva del tutto raggiunta al momento della collisione (.99C)

Pertanto, abbiamo avuto una collisione fisica effettiva di due oggetti massicci, uno dei quali viaggiava in una porzione significativa di C.

Non ho figure di massa , ma a giudicare dalle dimensioni della nave di Snoke e dalla presunta velocità del Raddus, immagino che la distruzione che abbiamo visto sullo schermo fosse significativamente inferiore a quella la fisica normale si aspetterebbe. Direi che Holdo ha fatto dei maghi matematici nei suoi calcoli per mantenere l'energia cinetica della collisione a un livello in cui non ha distrutto tutti gli oggetti dell'intero sistema stellare, incluso il pianeta.

Tutti coloro che pensano che questa risposta non sia realistica, legga questo: https://what-if.xkcd.com/1/
1/2) In realtà, gli eventi del film non sono coerenti con un evento relativistico.Usa questo calcolatore [http://www.stardestroyer.net/Resources/Calculators/NuclearExplosions.html] per stimare la resa necessaria per inghiottire la nave di Snoke (~ 40gtns), quindi usa questo calcolatore [http://www.unitconversion.org/energy/joules-to-gigatons-conversion.html] per convertire in joule (1.7e20) e questa calcolatrice [http://hyperphysics.phy-astr.gsu.edu/hbase/Relativ/releng.html] per determinarela velocità necessaria al Raddus (~ 6e10 kg) per generare quella forza (.00025c o 270000 km / h).
2/2) È molto veloce, ma non una frazione apprezzabile di c, e quello che vediamo invece è un danno in linea retta molto localizzato, non un'esplosione travolgente.Immagino che quello che stiamo vedendo sia un effetto di scia dell'iperspazio, in cui porzioni della Supremazia vengono eliminate nell'iperspazio insieme a Raddus.Questa teoria consente anche a Holdo e Raddus di sopravvivere.
3/2) Inoltre, sto stimando la massa della Supremazia a 1,6e14 kg, che gli darebbe una gravitazione di circa 14 milionesimi di quella terrestre.Non sono sicuro che sia abbastanza grande da tirare fuori una nave dall'iperspazio, ma scommetto di no.La Supremacy è circa 3000 volte più grande di Raddus.
#10
+2
DKO
2017-12-20 00:09:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Senza ricambiare, penso che questo sia un grosso problema di trama ... Sono quasi saltato dalla sedia quando è successo. La cosa del proiettile FTL è stata lasciata fuori da gran parte della fantascienza classica (incluso l'universo di Lucas) perché altera completamente la natura della guerra. Alcune altre risposte discutono le dimensioni dell'astronave e dell'ombra che proietta nello spazio reale, ma vorrei ricordare ai lettori che qualsiasi oggetto che si avvicina alla velocità della luce nello spazio reale si sta avvicinando alla massa infinita (o più se FTL? ), quindi le dimensioni della nave non contano più.

m = m0 / ((1 - v2 / c2)) 1/2

Quindi ... anche se l'astronave / proiettile è frazionalmente nello spazio reale e frazionalmente nell'iperspazio nell'istante iniziale del salto alla velocità della luce, una frazione di una massa quasi infinita è ... anche quasi infinita.

Penso che gli autori dovranno sviluppare una "soluzione" nell'universo a questo problema prima del prossimo film ... come l'arma del pozzo gravitazionale o qualcos'altro per impedire che gli oggetti alla velocità della luce vengano usati come proiettili. Naturalmente, ci sarà il problema separato di rallentare qualcosa con energia cinetica letteralmente infinita con una tecnologia con energia presumibilmente finita, ma forse anche questo può essere affrontato.

Si, esattamente.Se funziona e gli hyperdrive possono essere installati su piccole navi come vediamo (su caccia e piccoli mercantili), allora navi simili a missili con solo un mucchio di roccia o metallo, un hyperdrive e un pilota di droidi sarebbero la rovina delle grandi navi,in grado di fare danni devastanti per una minuscola frazione del costo / risorse / vita.
#11
+2
Conrad Bennish Jr
2018-09-04 07:29:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

(Basato sul ragionamento, non basato sul canone nell'universo)

Nell'esercitare la propria tattica senza precedenti per creare una situazione unica e mai vista prima, il Primo Ordine si è aperto a un altro.

Tutto si riduce al monitoraggio dell'iperspazio e alle tattiche del Primo Ordine a causa di esso (che potresti attribuire all'arroganza). Senza di essa:

  1. è possibile la fuga dall'iperspazio (non è necessario la manovra di Holdo);
  2. se interdetto, nessun salto possibile comunque (no possibilità di manovra Holdo);
  3. la forza in avvicinamento con la superiorità delle armi non richiederebbe un approccio lento e paziente di "attesa fino a quando non hanno esaurito il carburante" (nessuna possibilità di Holdo Maneuver)

3 è il più importante. L'eccessiva sicurezza e compiacenza nel lasciare sanguinare e indebolire la preda è esattamente ciò che ha reso il Primo Ordine vulnerabile alla Manovra Holdo. Avrebbero potuto:

  • trattenersi e aspettare che finisse il carburante, poi avventarsi;
  • rilanciato velivoli più piccoli più veloci per eliminare i motori della Resistenza
  • ha chiamato rinforzi più avanti lungo la traiettoria della Resistenza
  • è saltato via e ha fatto un salto indietro;
  • saltò via, aspettò che la Resistenza saltasse, li rintracciò di nuovo e li colpì duramente saltando verso di loro.

Non fecero nessuna di queste cose, scegliendo invece di giocarci pazientemente, a causa della loro eccessiva fiducia nella loro tattica appena disponibile.

Allora come spiega questo perché la manovra Holdo non è mai stata usata prima?

Questa situazione non è mai stata accaduto prima. Non c'è mai stato alcun motivo per considerare questa tattica. Tieni presente che, nonostante secoli di viaggi nell'iperspazio, la tecnologia di tracciamento iperspaziale del Primo Ordine apparentemente non era mai stata usata o conosciuta. È una nuova sfida tattica.

L'intero enigma dura solo 18 ore. Abbiamo persone che sono molto abituate al concetto di viaggio nell'iperspazio e ai suoi normali limiti. Di fronte a una tecnologia nuova di zecca e rivoluzionaria, è improbabile che le persone pensino immediatamente a un modo nuovo di fare le cose. Ci vorrà tempo o necessità per inventare qualcosa come la manovra di Holdo (che è quello che è successo, e per essere onesti, è stato piuttosto veloce).

Inoltre, tieni presente che Hux sembrava rendersi conto cosa stava succedendo all'ultimo minuto. Questa era una situazione unica. È improbabile che la manovra Holdo, una volta famosa, sia mai più così efficace.

Nota: potresti chiedere, perché non era stato usato prima in una situazione diversa? Ad esempio, per distruggere la Morte Nera originale, perché non puntare un incrociatore Mon Calamari e andare nell'iperspazio? Beh, per cominciare è rischioso. Holdo non aveva nulla da perdere e la sua manovra non era essenziale per il piano (che era semplicemente quello di far credere al Primo Ordine che l'incrociatore fosse ancora equipaggiato, avvicinarsi furtivamente e distruggerlo). Se avesse fallito, il piano originale sarebbe stato comunque rispettato. Se la manovra Holdo fosse stata provata sulla Morte Nera o su un bersaglio simile e avesse fallito, avrebbero giocato la loro mano e sarebbero stati condannati.

TL; DR

Era una risposta a una nuova tattica, e quelle richiedono tempo. Davvero, meno di 18 ore è abbastanza buono.

Vorrei anche aggiungere che la flotta che aveva esaurito il carburante spaziale era un fattore critico.In un normale ingaggio, non ci sarebbe bisogno di una manovra così rischiosa quando un normale speronamento probabilmente otterrebbe lo stesso risultato.Grazie alla situazione, semplicemente non sarebbe rimasto abbastanza carburante per annullare prima lo slancio in avanti e poi accelerare fino alla velocità di speronamento.L'unico modo per andare dal punto A al punto B sarebbe un rischioso salto nell'iperspazio.
#12
+1
mcintyre321
2018-01-02 22:33:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Forse è stato causato da un'interazione con il dispositivo di tracciamento dell'iperspazio, che funziona in modo unico e non specificato.

#13
+1
user
2018-09-03 17:39:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il piano del ribelle era di sgattaiolare via alla loro base nascosta. Fallì perché le loro piccole navi da trasporto furono avvistate e il Primo Ordine iniziò a sparare contro di loro.

Fino a quel momento le navi più grandi venivano usate per indurre il Primo Ordine a pensare che stessero per distruggere le rimanenti ribelli. I ribelli speravano anche nell'assistenza dei loro alleati come altro mezzo di fuga.

Dato che l'attacco di speronamento alla velocità della luce non ha fermato comunque l'inseguimento del Primo Ordine (ha solo interrotto temporaneamente il loro attacco) non aveva senso farlo.

Inoltre, quando il Primo Ordine vide cosa era stato pianificato, iniziò a colpire la nave ariete con ogni arma disponibile. Sebbene non sia stato esplicitamente dichiarato che la nave avrebbe richiesto una schermatura molto buona per sopravvivere abbastanza a lungo, e non è chiaro se le altre navi lo avessero.

#14
+1
Milo P
2019-12-23 23:36:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo è (in qualche modo) affrontato in The Rise of Skywalker .

Un personaggio della Resistenza suggerisce di usare "la manovra di Holdo" contro il Primo Ordine, ma un altro respinge l'idea, dicendo che è un "milione per un colpo".

Non è ulteriormente affrontato, ma possiamo supporre che non è garantito che funzioni, quindi non può essere invocato come una tattica usuale.

Il dizionario visivo fornisce ulteriori dettagli, in una sezione su Gli ultimi Jedi :

Il vice ammiraglio Holdo cronometra perfettamente un devastante salto iperspaziale a bruciapelo in modo che la sua enorme nave da guerra, la lungo Raddus , interseca la massa della Supremazia alla velocità della luce prima che la sua nave entri completamente nell'iperspazio. La collisione risultante dimezza la Supremazia .

( Star Wars: The Rise of Skywalker: The Visual Dictionary , pagina 28)

Quindi sembra che la parte difficile della manovra sia il tempismo giusto: la nave pilotata deve viaggiare abbastanza velocemente da causare danni, ma non può ancora essere entrata nell'iperspazio. Poiché portare una nave nel posto giusto al momento giusto mentre si viaggia alla velocità della luce richiederebbe probabilmente livelli di precisione molto elevati, questo offre una spiegazione del fatto che la manovra è difficile da eseguire.

Quello non è "indirizzato", quello è "handwaved away".
Mi chiederò sempre se sia stato battezzato con questa domanda o se fosse già stato chiamato così.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...