Domanda:
Perché uccidere qualcuno usando l'incantesimo Avada Kedavra è considerato peggio o diverso dall'ucciderlo con altri mezzi?
o0'.
2014-02-10 15:45:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Qual è il problema con Avada Kedavra? Uccide il suo bersaglio, va bene, ma anche molte altre cose.
Perché Avada Kedavra è specificamente vietato, invece di vietare "uccidere persone"?

Perché uccidere qualcuno usando quella specifica magia è considerato peggio o diverso dall'ucciderlo con altri mezzi?

Ho sempre pensato che l'omicidio e il casting di una delle tre maledizioni fossero crimini separati.Quindi, quando un mago uccide qualcuno con Avada Kedavra, viene accusato di aver lanciato una maledizione mortale E di omicidio.Proprio come il tentato omicidio e l'omicidio effettivo nel mondo reale.
E le persone che lo usano per scopi di caccia?È un omicidio?No, perché l'omicidio è definito come un essere umano che uccide un altro umano ingiustamente.In effetti sarebbe PIÙ etico usare questo incantesimo durante la caccia poiché è indolore e potresti usare altri incantesimi per cacciare o una pistola o un arco, ma tutti quelli sarebbero probabilmente più dolorosi per l'animale in questione.Inoltre, cosa succede se per autodifesa quando sei messo all'angolo e tutti gli altri incantesimi non funzionano?E se per alleviare il dolore estremo di una persona o di un animale non umano?Posso pensare a modi in cui può essere giustificato che non siano omicidio e altri modi se fosse mi
La domanda era "Perché uccidere qualcuno usando quella specifica magia è considerato peggio o diverso dall'ucciderlo con qualsiasi altro mezzo?".La tua risposta non sembra affrontare la domanda, ma piuttosto sembra sostenere che Avada Kedavra non dovrebbe essere una delle Maledizioni Imperdonabili.Inoltre non credo che Avada Kedavra sia un modo indolore e misericordioso per uccidere;se pensi che lo sia, potresti voler modificare la tua risposta per sostenere questa idea.
Molti fantasmi dicono che era abbastanza indolore nei libri.
Sette risposte:
Royal Canadian Bandit
2014-02-10 16:24:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che parte della premessa della tua domanda non sia corretta. L'omicidio è considerato un crimine nel mondo magico, proprio come lo è tra i Babbani. Se un mago uccide un altro mago con una pistola o un coltello, sono sicuro che verrebbe punito di conseguenza.

Nei libri, ci viene detto che Avada Kedavra è una delle tre maledizioni imperdonabili, insieme a Cruciatus (dolore) e Imperius (controllo mentale). (Mi ricordo che compaiono per la prima volta in Calice di fuoco ). Questi tre non hanno uno scopo legittimo e, come vediamo nei libri successivi, rendono molto facile fare cose orribili alle persone. Pertanto sono banditi.

Il punto di Avada Kedavra è che è un ' arma . I maghi non sono autorizzati a usarlo per lo stesso motivo per cui le persone in Gran Bretagna non sono autorizzate a portare pistole. Se un cittadino britannico usasse una pistola illegale per commettere un omicidio, ciò sarebbe considerato una circostanza aggravante e risulterebbe in una sentenza più dura. Possiamo presumere che lo stesso varrebbe nel mondo dei maghi.

Inoltre, è importante ricordare che i maghi portano le loro bacchette in ogni momento. Così possono usare Avada Kedavra ogni volta che vogliono; è una situazione simile al vecchio West dei film sui cowboy, dove tutti portano una pistola carica. L'unico motivo per cui il mondo magico non degenera in un livello di violenza OK-Corral è un tabù sociale molto forte contro l'uso della magia per uccidere le persone.

Modifica: [Questa modifica potrebbe non essere corretta, vedere discussione della risposta di Moogle.] Come sottolineato da Moogle, Avada Kedavra richiede un forte grado di rabbia e desiderio di uccidere l'altra persona. Quindi è come se qualcuno nel nostro mondo uccidesse un'altra persona in modo particolarmente violento e sadico. Anche questa sarebbe considerata una circostanza aggravante.

Non sono un Harry Potter, fan, ma ho solo pensato di aggiungere una metafora per aiutare con entrambe le tue risposte. Uccidere qualcuno con la magia normale significa uccidere qualcuno in una rissa di strada; è ancora un omicidio, ma almeno avevano una possibilità di combattere ed erano in grado di difendersi. Ucciderli con * Avada Kedavra * significa estrarre una pistola e sparargli alla schiena.
"Il vecchio West dei film sui cowboy, dove tutti portano una pistola carica": i film sono la parola chiave qui. Vedi qui - http://history.stackexchange.com/a/7279/332 - per la realtà OK-Corral.
@DVK è vero, ma non sminuisce la questione del controllo delle armi come argomento contemporaneo. La premessa alla base di questa domanda sembra essere un punto di vista pro-armi, applicato al mondo magico. Per la cronaca, non riesco a vedere come Avada Kedavra serva ad altri scopi oltre a distruggere la vita. Ogni mago ha già la capacità di difendersi attraverso la propria bacchetta e una miriade di altri incantesimi. In questo senso, l'incantesimo ha ancora meno da meritarlo di quanto non facciano le pistole nella vita reale. Ed è per questo che l'incantesimo è bandito dal punto di vista dell'universo.
@DVK: Sì, è per questo che ho menzionato i film. Se vuoi un esempio contemporaneo, guarda la Somalia.
@TheGiantofLannister: Forse, ma ogni governo regola le armi in qualche modo. La mia risposta funziona ancora se sostituisci "Texas" con "Gran Bretagna" e "missile anticarro" con "pistola". :-)
Non sono troppo sicuro della tua ultima discussione. Snape ha ucciso Silente con Avada Kedavra mentre era effettivamente dalla parte di Silente, solo perché l'hanno pianificato in quel modo. Ciò esclude praticamente qualsiasi rabbia o odio nei confronti di Silente, direi.
@poepje: L'ho preso in prestito dalla risposta di Moogle. Se scorri verso il basso vedrai che Cruciatus sembra richiedere odio e rabbia, ma probabilmente Avada Kedavra no. (Anche se Piton è dalla stessa parte di Silente * non * esclude la possibilità che anche lui abbia provato rabbia e odio nei suoi confronti.)
@RoyalCanadianBandit Capisco, ma sentivo ancora di doverlo sottolineare :)
@TheGiantofLannister nessun argomento pro-armi: come ho cercato di spiegare, non ho capito cosa ci fosse di così speciale in questo modo specifico di uccidere.
@RoyalCanadianBandit in realtà non ho alcun problema con la tua risposta, stavo semplicemente commentando. Penso che tu abbia ragione sul tabù sociale che viene trascritto in legge. Come ho detto, questa maledizione sembra non avere altro scopo, quindi se non c'è nulla di "positivo" al riguardo (il suo unico scopo è trasgredire il tabù sociale di togliersi una vita) allora ha senso che quella moralità finisca essendo codificato in legge.
@Lohoris si scusa se ho letto troppo nella tua domanda, ma una volta che ho iniziato a pensarci, le somiglianze tra la questione del divieto di Avada Kedavra nel mondo dei maghi e le leggi sul controllo delle armi nel nostro mondo, sembravano piuttosto salienti. Forse sono solo io però.
Un altro punto è che avada kedavra praticamente esclude la possibilità di omicidio colposo poiché devi lanciarlo intenzionalmente (e a seconda della tua interpretazione del testo, richiede anche il forte desiderio di uccidere). Anche se uccidi per sbaglio la persona sbagliata, il fatto è che hai intenzionalmente evocato un incantesimo al solo scopo di uccidere qualcuno. "Autodifesa" non è nemmeno un ottimo argomento dal momento che ci sono dozzine di incantesimi per rendere incapace qualcuno che cerca di farti del male in modo non violento.
@Thunderforge non esattamente. Se la mia vita o quella di qualcuno a cui tengo è a rischio, è perfettamente ragionevole usare il modo più efficace per scongiurare tale rischio. Quindi, l'uso di questo incantesimo specifico per l'autodifesa ha decisamente senso, almeno in alcune circostanze. (_ora_ sembro un attivista pro-armi, ma non era questa l'intenzione originale del post)
@Lohoris: Un mago accusato di omicidio da Avada Kedavra avrebbe ottenuto un'udienza, come abbiamo visto nei processi dei Mangiamorte (mostrato a Harry da Silente usando il Penseive). Poteva gettarsi in balia della corte e dire che era giustificato per legittima difesa, e non c'era nessun altro incantesimo che avrebbe potuto salvarlo. Potrebbe funzionare, * se * riuscisse a convincere gli altri maghi che era la sua unica opzione.
Moogle
2014-02-10 16:29:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In primo luogo, non esiste alcuna difesa contro la Maledizione che uccide ad eccezione della Protezione sacrificale (che provoca comunque la morte di una persona). Quindi, sebbene l'omicidio sia ancora un omicidio, almeno con altri incantesimi / mezzi un mago / una strega ha la possibilità di difendersi.

In secondo luogo, usare la maledizione richiede una grande forza di volontà e un forte desiderio di uccidere l'altro. Quindi, mentre qualcuno potrebbe sparare a qualcuno con una pistola in un impeto di rabbia, questo non sarebbe possibile con Avada Kedavra. Questo ovviamente ci dice qualcosa sulla loro mentalità e sul tipo di persona che sono, e suggerisce anche che non proverebbero alcun rimorso. Ciò è dimostrato in Order of the Pheonix dove Harry Potter non è stato in grado di lanciare efficacemente la maledizione Cruciatus su Bellatrix LeStrange, nonostante fosse infuriato per la morte di Sirius.

"Non ho mai usato una maledizione imperdonabile prima, Hai, ragazzo? Devi intenderli, Potter! Devi voler davvero causare dolore - godertela - la giusta rabbia non mi ferirà a lungo - Ti mostrerò come si fa, Ti darò una lezione - "

~ Bellatrix LeStrange schernisce Harry Potter sulle maledizioni imperdonabili durante la battaglia del Dipartimento dei Misteri

Per questo motivo , è una delle Maledizioni imperdonabili (insieme a Crucio e Imperius), che portano l'ergastolo ad Azkaban.

solo il crucatius è stato ritratto per aver bisogno dell'odio per funzionare correttamente (fine libro 5 dove Harry lo prova in un impeto di rabbia), mentre avada kedavra è semplicemente ritratto per aver bisogno di molto potere (libro 4 dove lunatico insegna gli imperdonabili). Harry non ha avuto problemi con l'imperioso nel libro 7
Interessante; quando Bella lo dice, menziona "maledizioni imperdonabili", anche se si riferisce all'uso di Crucio da parte di Harry. Modificherò la mia risposta e aggiungerò il preventivo.
Se ricordo bene è anche una cosa mangiamorte, hanno iniziato a usarlo durante il regno di Voldemort e le maledizioni sono sempre state associate a Voldemort e / o ai mangiamorte negli anni successivi. È proprio come in rl la maggior parte delle persone penserà che uccidere qualcuno sotto una doccia a gas sia peggio che mettergli una pallottola in testa, a causa dell'associazione che hanno con le docce a gas (regime nazista).
Non è una cosa da mangiamorte, poiché il MoM li ha classificati come "imperdonabili" nel 1717.http: //harrypotter.wikia.com/wiki/1710s
Come mostra Silente quando combatte contro Voldemort, ci sono molti mezzi percorribili con cui bloccare Avada Kedavra, quindi dire che non c'è difesa è un po 'fuorviante.Potrebbe non esserci una contro maledizione specifica per AK, ma non è la stessa cosa.Il tuo secondo punto che si riferisce all'intenzione del lanciatore, che è legato all'unico esito possibile dell'incantesimo che si connette con un bersaglio, la morte, è l'unica ragione * valida * per cui Avada Kedavra è considerato imperdonabile.
Damon
2014-02-11 01:40:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Avada Kedavra è l'elemento della trama che distingue il personaggio principale e funge da attacco distintivo per il suo antagonista. Un attacco che è (per definizione) terribile quanto lo stesso Voldemort.

Harry non mostra alcun dono o abilità particolare nella magia, né una particolare quantità di intelligenza o addirittura un qualche tipo di scaltrezza. I piccoli trucchi più elementari e ovvi (magia domestica, dispositivi magici quotidiani) che ogni giovane mago usa senza sprecare un pensiero lo sorprendono ancora anche dopo 3 anni alla scuola di magia. Inoltre, non è particolarmente bello o atletico, la sua unica abilità degna di nota è far volare una scopa, il che non è molto.

Tuttavia, Harry è la singola persona nella storia che ha ricevuto la terribile maledizione della morte e ha vissuto. E non solo, la maledizione tornò anche al Signore Oscuro e lo disabilitò per oltre un decennio, mentre prima Voldemort era stato più o meno incontrastato e inarrestabile (*) .

Questo è ciò che distingue un ragazzo del tutto insignificante senza abilità speciali da un perdente totale e lo rende il protagonista che si distingue dalla massa.
È, come affermato da Olivander, straordinario che Harry sia scelto proprio dalla bacchetta la cui il fratello gli ha dato la cicatrice. Il che porta a un altro espediente della trama che di nuovo, per la terza volta consente a un ragazzo senza molta abilità o talento di sfuggire alla morte, contro ogni previsione, quando combatte contro il più potente mago malvagio della storia (che domina la morte maledizione contro la quale non esiste alcuna difesa).

Tutto questo non funzionerebbe se la maledizione mortale fosse solo un altro modo di uccidere una persona. Deve essere per definizione la maledizione più terribile, per distinguersi.
Altrimenti, se solo qualche altra maledizione non spettacolare fosse stata lanciata su Harry da bambino, si dovrebbe liquidare la sua sopravvivenza come "accidentale" o "essere fortunato" (dato che ovviamente non è sopravvissuto per le sue eccezionali abilità magiche, forse Voldemort non ha mirato correttamente). In altre parole, non ci sarebbe niente di speciale in Harry.

La maledizione che uccide non è "particolarmente terribile" altrimenti, tranne per il fatto che muori. È descritto nei libri come una luce verde, e poi sei morto. Non si parla di dolore o di una particolare crudeltà. La descrizione di ciò che accade alle vittime (come ad esempio Cedric Diggory nel libro 4) è molto adatta per una valutazione "tutto il pubblico". Il corpo senza vita cade semplicemente morto. Né la vittima piange in agonia o finisce raggomitolata in convulsioni. Negli ultimi libri, le persone che hanno effettivamente sperimentato la maledizione della morte testimoniano che non c'è molto di cui aver paura, non è doloroso ed è finita abbastanza velocemente. Dalla ricomparsa di diversi personaggi come "fantasmi" o "anime", si può concludere che la maledizione non è particolarmente subdola nella misura in cui ad es. distrugge (o deruba) anche l'anima della vittima.

Probabilmente, la maledizione che uccide potrebbe apparire "più terribile" di altri incantesimi da un punto di vista etico. Altri incantesimi possono certamente causare un'esperienza di morte molto peggiore, come ad esempio un incantesimo di fuoco. Bruciare vivi è senza dubbio molto peggio che vedere una luce verde e cadere morti. Tuttavia, un incantesimo di fuoco, come la maggior parte della magia, può avere altri usi legittimi mentre la maledizione mortale ha un solo scopo, spegnere la vita. Non c'è, tuttavia, alcuna menzione di qualcosa del genere nei libri. Questa sarebbe puramente la conclusione di un lettore.

Lo scopo principale della maledizione della morte rimane quello di essere un dispositivo di trama per il dramma e per dare al personaggio principale una giustificazione nella storia.

Se la maledizione della morte fosse un elemento reale dell'universo della storia, ci si dovrebbe chiedere perché Voldemort ei suoi Mangiamorte non stiano uccidendo tutti quelli che si trovano sulla loro strada (incluso ad esempio Silente) la prima volta. Dopotutto, non vi è alcuna difesa contro di essa . Perché dovresti usare una magia che può essere neutralizzata, se hai una magia che uccide qualcuno? Come potrebbe mai un Mangiamorte (ragionevolmente) essere catturato da un auror? Perché dovresti temere Silente se riesci a spegnerlo in un istante?
Voldemort ha impiegato sei libri completi per capire che poteva mandare uno dei suoi seguaci, anche un ragazzo, ad uccidere Silente con la maledizione della morte. Malfoy non aveva il coraggio di farlo, quindi questo alla fine rimane sconosciuto, ma apparentemente non è un problema per un adolescente leggermente dotato (da un punto di vista tecnico) uccidere il mago più potente vivo.
Eppure, in tutta la parte di gran lunga dominante della storia, la maledizione della morte viene usata solo per uccidere personaggi da baraccone come custodi e ragazzi della scuola, semplicemente per mantenere il ricordo del lettore che una cosa del genere esiste e la paura dell'ignoto . Il Signore Oscuro può colpire in qualsiasi momento e solo una persona è in grado di resistergli.


(*) Ciò è tuttavia incoerente con i libri successivi che furono a mio parere scritto da ghostwriter che non sapevano (o non si interessavano) molto delle storie originali.
-1 questo non risponde totalmente alla domanda, cioè _ perché_ è considerato "terribile"? Devi solo ribadire che lo è.
Spiega: è l'elemento principale della trama, quindi è _necessariamente_ terribile. Il protagonista, e l'intera storia sarebbe noiosa se non lo fosse. Un mago tosto ha cercato di uccidere un bambino e non ha funzionato. Ok, fantastico ... e allora, sfortuna. noioso. Tranne se la maledizione è ** l'unica ** e l'unica terribile maledizione della morte, contro la quale non esiste alcuna difesa. Come potrebbe sopravvivere questo bambino? Vedi come la storia diventa improvvisamente interessante? Ogni mago che Harry incontra si inchina in soggezione perché è ** il ragazzo che ha vissuto **.
?????? ancora ripeti "è terribile" ma non spieghi "perché", come se fosse "terribile per decreto".
Il motivo è che la storia non ha senso altrimenti. Silente, che è praticamente il più grande mago di sempre, e l'unica persona temuta da Voldemort, lascia il destino dell'intero mondo dei maghi (e anche del mondo babbano) a uno stupido ragazzino che non è niente di speciale. Perché? Perché questo ragazzo non è così inutile come sembrerebbe a prima vista. È lui che è sopravvissuto alla più terribile maledizione che nessun altro nella storia (incluso lo stesso Silente, in seguito) potrebbe resistere. Ciò significa che la maledizione * deve * essere necessariamente terribile (per far funzionare la storia).
Lohoris sembra chiedersi "Perché è così _nell'universo_?", Mentre Damon sembra rispondere "Perché è stato _scritto_ in quel modo?". Queste non sono la stessa domanda.
@AlbeyAmakiir: Da un punto di vista "nell'universo", la maledizione non è poi così terribile, a parte il fatto che muori. Nei primi tre libri è descritto in un modo come "semaforo verde e sei morto". Se consideri i libri successivi come canonici (cosa che non sono), molte persone che hanno sperimentato in modo acuto la maledizione dicono che non è doloroso, ed è finita molto velocemente. L'unica cosa che potrei immaginare per renderlo "terribile" è il fatto che è l'incantesimo caratteristico di Voldemort, e beh, che è sempre letale. Si potrebbero immaginare modi peggiori per morire, come essere bruciati vivi.
Penso davvero che l'incantesimo sia "terribile" solo per ragioni drammatiche, perché è ** l'unico ** modo malvagio per uccidere le persone.
Ok. La tua risposta è dissolvere la domanda, dicendo che non c'è una ragione nell'universo per cui le persone trattano l'incantesimo in questo modo. Anche se non sono d'accordo, questa è una risposta del tutto valida. La risposta come scritta non lo trasmette, però.
Non puoi davvero dire "la maledizione non è poi così terribile, a parte il fatto che muori", quando la maledizione è classificata come "imperdonabile" e comporta una condanna a vita in Azkaban (che non è necessariamente il caso di A meno che tu non abbia alcune prove che la maledizione non è considerata più terribile di altre, come una citazione dal libro o dalla stessa JKR, allora non è una risposta valida, solo qualcosa che hai inventato.
CunningFolk
2015-06-28 04:38:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non è che lanciare la Maledizione Mortale sia peggio di altri mezzi per uccidere qualcuno. AK è temuto , perché è una tecnica di uccisione con un colpo che deve essere elusa e può essere appresa solo da poche persone.

È considerata magia molto difficile e in un combattimento quelli che possono lanciare AK hanno il vantaggio. Ciò gioverebbe solo a una minoranza e metterebbe la maggioranza sul posto.

Il MM controlla tutta la magia che ritengono pericolosa, quindi ha senso che vietino tali magie pericolose e incontrollabili. Etichettarlo come imperdonabile è solo propaganda.

**Molto meglio. Hai il mio +1
friggle
2014-02-11 02:29:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maledizione non ha altro scopo che uccidere. Non ci può essere altro intento diverso dall'omicidio.

Anche se dovessi mancare, non c'è nulla da dimostrare in tribunale. Non può mai esserci una condanna per omicidio colposo in un caso di morte da parte di Avada Kedavra e qualsiasi uso infruttuoso della maledizione è una convinzione indiscutibile di tentato omicidio.

L ' unica domanda possibile nell'uso della Maledizione Mortale è se l'utente fosse o meno sotto la Maledizione Imperius.

Anche se eri sotto costrizione, malessere mentale / folle, essere ricattato in modo non magico, agire per autodifesa, impegnarsi in un patto suicida o agire esclusivamente nel desiderio di alleviare il dolore.
"Non ci può essere altro intento se non l'omicidio." Potrebbero esserci situazioni in cui sarebbe giustificato dall'autodifesa? Suppongo che nella maggior parte delle situazioni immaginabili in cui potresti fermare un attaccante usando Avada Kedavra, potresti anche fermarlo usando l'incantesimo sbalorditivo (Stupefy), ma ci sono incantesimi scudo che possono bloccare incantesimi sbalorditivi, mi chiedo se Avada Kedavra potrebbe sfondare un magico scudo dove altri incantesimi che potrebbero essere usati per fermare un attaccante non funzionerebbero.
Sarebbero tutte valide difese in un tribunale Babbano, ma il tribunale dei maghi sembra non essere molto interessato ai processi equi. Hagrid è bandito permanentemente dalla magia per qualcosa che non ha fatto, e non ha mai ripristinato i suoi diritti anche dopo che Harry ha dimostrato che non è mai stato lui. Una dose di siero Verita dovrebbe risolvere ogni caso giudiziario, ma potremmo supporre che poiché la memoria può essere manomessa, la verità non può mai essere provata. I libri affermano specificamente che la maledizione Imperius è l'unica scusa per la maledizione mortale.
The Spooniest
2014-02-11 20:09:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sembrano esserci molte prove concrete nei libri di una risposta a questa domanda, quindi adotterò un approccio leggermente diverso nella speculazione: non sono sicuro che sia necessariamente considerato "peggio, "in contrasto con il solo" scopo ".

Il mondo magico è molto preoccupato per la segretezza, e parte di quella segretezza sta nel non attirare l'attenzione. Non abbiamo mai sentito parlare di leggi nel mondo magico che siano legate a questioni diverse dalla magia e dal suo uso improprio. Anche se gli utenti della Maledizione Mortale sono comunemente chiamati assassini (e giustamente), il vero crimine per cui sono processati e condannati è l'uso di una Maledizione Imperdonabile. Credo che questo faccia parte dello stratagemma: la legge magica copre solo questioni strettamente legate alla magia, in modo che non interferisca con la legge Babbana (che attirerebbe l'attenzione dei governi Babbani). Coloro che commettono le cose che normalmente pensiamo come crimini, ma lo fanno senza usare la magia, probabilmente vengono semplicemente spogliati delle loro bacchette e consegnati alle autorità Babbane per il processo. Anche coloro che commettono crimini con la magia, ma lo fanno in modi che potrebbero essere stimolati da spiegazioni più banali, potrebbero essere lasciati con una storia plausibile. I maghi non si sono mostrati al di sopra di mentire per mantenere la segretezza.

Ma non puoi farlo con Unforgivable Curses. Nessun medico legale Babbano sarebbe in grado di trovare alcuna causa di morte per le vittime della Maledizione Mortale, né alcun medico Babbano sarebbe in grado di riconoscere le torture inflitte da Cruciatus, e anche il mondo magico ha difficoltà a gestire tutte le implicazioni della Maledizione Imperius. In altre parole, gli Unforgivable Curses non commettono solo crimini orribili, lo fanno in modi che non possono essere spiegati se non con la magia. Ciò li rende una violazione intrinseca della segretezza e consegnare l'autore ai Babbani non farebbe che peggiorare la violazione.

Questo, credo, è il motivo per cui le Maledizioni Imperdonabili sono diverse: i Babbani non possono gestirle. Il mondo dei maghi non ha altra scelta che gestire internamente crimini come questi, ed è per questo che è stato costruito Azkaban.

Medoway
2014-02-11 17:55:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come abbiamo appreso più avanti nella serie, l'uso di Avada Kedavra per uccidere strappa l'anima di chi usa la maledizione. Non vi è alcun riferimento ad altre forme di uccisione che lo fanno. OK, quindi solo pochi sembrano conoscere questo fatto nei libri, ma si può presumere che coloro che stabiliscono le leggi lo sappiano.

Solo la mia opinione su questo lavoro di fantasia; prendere o lasciare :)

Dove lo impariamo? Sarebbe una risposta perfetta se fosse vera, ma senza un riferimento sembra una speculazione.
No, la creazione di un Horcrux richiede un omicidio, e non un omicidio specificamente di Avada Kedavra. “Ma come fai?” “Con un atto del male - l'atto supremo del male. Commettendo omicidio. ** L'uccisione squarcia l'anima. ** "* -Harry Potter e il principe mezzosangue (Horcrux) *. Qualsiasi forma di uccisione strappa l'anima!


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...