Domanda:
I maghi possono creare i propri incantesimi?
DForck42
2011-08-16 00:14:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella serie di Harry Potter, i maghi sono in grado di creare i propri incantesimi o sono limitati agli incantesimi che vengono insegnati / imparati? Mi sembra di ricordare qualcosa su Snape che creava sectumsempra , ma non sono sicuro che sia davvero così.

Dovrebbe indicare * Sectum * o * Septum * nella domanda?
Credo che ci sia una frase in OoTP quando il gruppo visita il San Mungo, in riferimento a un ritratto di maghi lì, con un cartello sotto che spiega la loro rilevanza ("maledizione che espelle le viscere", forse?). La frase potrebbe essere pertinente.
@Pureferret Sectum (lat., "Essendo stato tagliato") sembra più plausibile di Septum (lat., "Sette"). Il modo in cui lo ricordo, a proposito, è con Sectum.
Sedici risposte:
#1
+91
Jeff
2011-08-16 02:16:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come ha detto @OghmaOsiris, gli incantesimi possono certamente essere creati, anche se i mezzi per farlo non sono chiari.

C'è anche un esempio abbastanza semplice già nel primo libro: Harry fa sparire una lastra di vetro per alcuni minuti, permettendo a un serpente di scappare.

Possiamo anche postulare un processo per la creazione di incantesimi dal sesto libro: Harry vede diverse parole prima di Sectumsempra , che sono tutte barrato. È possibile che il processo di creazione dell'incantesimo implichi concentrarsi sull'effetto desiderato, scoprire una parola ad esso legata (non sono chiaro come funzionerebbe, tranne che Piton conosceva ovviamente il suono generale della parola) e perfezionarlo finché non trovi la parola più efficace.

Questo è in qualche modo confermato dai primi libri: lanciare l'incantesimo Wingardium Leviosa , pronunce leggermente improprie (e movimenti di bacchetta leggermente errati) producono ancora qualcosa di simile all'effetto desiderato.

L'altro problema sono i movimenti della bacchetta: deve esserci una qualche forma di movimento standard, che può essere usata per lanciare la maggior parte degli incantesimi. Ci deve essere anche una forma di annotazione per i movimenti della bacchetta per quando quelli standard non sono corretti. Possiamo presumere che l'incantesimo Sectumsempra di Snape abbia utilizzato i movimenti standard (forse i movimenti standard di "incantesimo di attacco").

Per quanto riguarda il movimento della bacchetta, ci si deve chiedere come entrano in gioco gli incantesimi senza bacchetta qui. Gli incantesimi senza bacchetta dovrebbero essere molto più deboli, ma un potente mago può creare incantesimi al volo senza preoccuparsi dei movimenti della bacchetta? Forse dopo un certo punto viene naturale. Sto solo meditando.
@Jeff: L'esempio sectumsempra potrebbe anche essere spiegato facilmente se assumiamo che Snape stesse "scoprendo" gli incantesimi attraverso un metodo.
@apoorv020: Sì, è quello che stavo assumendo. Desiderava creare un incantesimo con un effetto ("squarcia i miei nemici con forza invisibile") e scoprì i fonemi di base per quell'effetto, poi perfezionò la parola. Passare dall'idea ai fonemi è la parte difficile, credo.
@jeff:Hmmm, questo processo sarebbe chiamato creazione di un incantesimo? Lo avrei etichettato come scoprire un incantesimo, ma allora diventa una questione semantica.
Quindi pensi che ci siano alcuni "mattoni" o frasi e suoni che creano effetti diversi? Sembra che sarebbe abbastanza facile formulare incantesimi, analoghi al latino.
Ecco il tuo esempio: Harry potrebbe aver usato un incantesimo che era già noto (per rimuovere temporaneamente il vetro). Solo perché l'ha fatto senza conoscere consapevolmente un incantesimo e usarlo, non significa che l'abbia inventato - non ha inventato il volo / traslocazione quando si è trasportato sul tetto per evitare i bulli. (Pensiero - era questa apparizione? Devo rileggere ...)
La domanda che mi viene in mente è: se la pronuncia è davvero così importante, "lanciare l'incantesimo senza pronunciarlo" non è un po 'come * barare *? E * sectumsempra * non è il primo incantesimo che Harry può lanciare senza dirlo?
@Eregrith: Quante volte hai suonato qualcosa nella tua testa? Puoi facilmente formare parole nei tuoi pensieri senza metterle in bocca. E sono abbastanza sicuro che il primo incantesimo non verbale di Harry sia stato quello di riempire la brocca di vino di Hagrid mentre era sotto gli effetti della pozione della fortuna.
@Jeff Sì, probabilmente hai ragione, immagino che tu abbia anche una pronuncia in mente ... E in effetti ora lo dici, forse tutto ciò che ha fatto prima di sapere di essere un mago erano incantesimi non verbali?
@trevor-e in realtà, un certo numero di incantesimi dati per avere relazioni con le rotte latine così com'è, sebbene ci siano lievi modifiche nell'ortografia o nella forma delle parole. Ovviamente ci sono alcune eccezioni come Avada kedavra (Aramean), ma la teoria è completamente plausibile anche visto come la Rowling sembra aver costruito gli incantesimi che ha "scoperto". http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_spells_in_Harry_Potter e http://hotword.dictionary.com/harry-potter-spells/
Luna Lovegood non ha detto che sua madre è morta "in modo piuttosto orribile" mentre stava sperimentando un nuovo incantesimo di qualche tipo?
Informazioni sui movimenti della bacchetta: su Pottermore, è molto chiaro che sono necessari i movimenti della bacchetta. In effetti, questo è fondamentalmente il punto centrale del club dei duelli.
@Superplane: Ovviamente sono necessari i movimenti della bacchetta. Il punto era che dovevano esserci alcuni movimenti standard della bacchetta O qualche notazione standard per loro (come le note musicali) - altrimenti Harry non avrebbe potuto lanciare un incantesimo solo leggendo l'incantesimo. O c'erano movimenti della bacchetta scritti (nello spazio limitato sul bordo della pagina) o utilizzava movimenti "standard" per un incantesimo del suo tipo.
Mi colpisce che gli incantesimi vengano insegnati ai giovani maghi nello stesso modo in cui una lingua madre viene insegnata a un bambino, insegnando loro il modo corretto di usarla ma non il `` perché '' è così, in altre parole forse solo coloro che approfondisconocapire veramente più a fondo la meccanica degli incantesimi e la loro creazione?
@JoeL.Sì, è giusto.Una specie di esplosione, credo.
#2
+54
OghmaOsiris
2011-08-16 00:35:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel Principe Mezzosangue, Severus Snape creò il suo incantesimo, Sectumsempra , che creò spade invisibili che tagliarono il nemico.

Voldemort creò anche i suoi incantesimi per la sua morte mangiatori - il Marchio Oscuro, ad esempio: Morsmordre , come usato nel quarto film.

Immagino che maghi e streghe al livello di competenza come Voldemort e Silente possano emergere con i propri incantesimi al volo. Mi viene in mente la battaglia al Ministero. Dubito che quelli fossero già incantesimi composti, ma erano la pura magia manipolata da Silente e Voldemort.

Inoltre, perché gli incantesimi di Big D al ministero non possono essere "già composti" - sembra che lanciare un pezzo di energia cinetica evocata magicamente su qualcosa o animare una statua dovrebbe essere un incantesimo abbastanza comune. Se ricordi, le armature di Hogwarts sono animate.
@Jeff Dato che JK Rowling è l'unico che conoscerebbe veramente questa risposta, è discutibile che abbiamo ragione entrambi. Non c'è modo di saperlo.
Non è "Big D" Dudley?
@trw Mi chiedevo perché anche Dudley fosse improvvisamente un mago! ;)
#3
+32
randomperson5972
2014-08-23 18:59:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho l'idea che gli incantesimi possano essere creati dai maghi dell ' Ordine della Fenice , quando Luna racconta a Harry della morte di sua madre. Quando Harry le chiede se conosce qualcuno che è morto, lei risponde

"Sì, mia madre. Era una strega davvero straordinaria, sai, ma le piaceva sperimentare e uno dei suoi incantesimi un giorno è andato piuttosto male. Avevo nove anni. "

Questo fa sembrare che la madre di Luna fosse in grado di creare i suoi incantesimi, o almeno tentare di farlo con scarso successo.

All'inizio Harry pensa che molti incantesimi nella sua copia di "Creazione avanzata di pozioni" siano stati inventati dal Principe perché sono stati cancellati e riscritti, ma poi quando ne parla con Lupin " Levicorpus "Lupin fa sembrare che quell'incantesimo fosse semplicemente popolare durante il suo periodo a Hogwarts e non sia stato inventato allora. Tuttavia, quando Harry tenta di usare "Sectumsempra" contro Snape, dice

"No, Potter! Osi usare i miei incantesimi contro di me? Sono stato io a inventarli - io, il Principe Mezzosangue! E tu rivolgeresti le mie invenzioni contro di me, come il tuo sporco padre, vero? "

Quindi, chiaramente, Piton è riuscito a inventare i suoi incantesimi mentre lui era a scuola.

Impariamo anche dal Sig. Olivander che i maghi sono in grado di condurre la loro magia attraverso molti oggetti magici e otterrai semplicemente i migliori risultati da una bacchetta che ha scelto te. Pensa alle scintille che Harry fa uscire dalla sua bacchetta quando la prova per la prima volta nel negozio di Olivander; quello non era un incantesimo particolare, perché non aveva ancora imparato a produrre scintille con un incantesimo. La magia non deve essere sempre in forma di incantesimi e il tipo di magia che maghi e streghe minorenni sono in grado di produrre prima di venire a Hogwarts è spesso individuale per ogni persona. Penso che con uno studio sufficiente della teoria magica, gli individui sarebbero in grado di sfruttare questo tipo di magia e ricrearla con il proprio incantesimo.

Sappiamo che le pozioni sono state inventate nel corso degli anni perché si dice che la pozione Wolfsbane sia un'invenzione recente di Lupin in Prigioniero di Azkaban . La carta della rana di cioccolato su Silente lo nota per il suo lavoro sull'alchimia con Nicolas Flamel. Questo dà l'idea che ci siano nuove ricerche e innovazioni magiche nel mondo magico e le persone imparano sempre nuovi modi per incanalare la magia, quindi penso che gli incantesimi possano essere creati con abbastanza lavoro e tentativi ed errori.

Questa è la migliore risposta qui IMHO.
L'esempio con la madre di Luna potrebbe essere il suo solo esperimento con incantesimi già scoperti che sta leggendo da un libro o ascoltato da un amico.
#4
+12
Muad'Dib
2011-08-16 09:48:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se nessuno potesse creare incantesimi, non ci sarebbero incantesimi.

Potrebbero semplicemente essere scoperti. Una volta che una serie di assiomi di base è stata decisa in matematica, tutto il resto segue semplicemente logicamente. Le persone potrebbero non sapere che un certo teorema è vero, ma ciò non cambia il fatto che lo sia anche se non ne abbiamo ancora la prova. Allo stesso modo gli incantesimi potrebbero già "esistere" e sono conseguenze della magia nel mondo che ci circonda, ma devono essere scoperti prima.
#5
+12
Izkata
2011-08-17 04:47:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dal Wiki di Harry Potter, sull'articolo Unlocking Charm: (Alohomora)

J. K. Rowling ha affermato che la parola era dal dialetto Sidiki dell'Africa occidentale usato nella geomanzia e ha il significato letterale Amichevole con i ladri .

Allo stesso modo, Accio proviene dal Latino "chiamo" o "chiamo". Quasi ogni incantesimo nell'universo di Harry Potter con un articolo sul Wiki ha una sezione Etimologia che spiega l'origine del nome.

Per un terzo esempio, Sectumsempra è stato menzionato nella domanda ed è composto dal Parole latine sectum (cut) e semper (sempre).

Dagli esempi, è ragionevole presumere che gli incantesimi siano in realtà solo un sottoinsieme di linguaggio, che sono in grado di ottenere effetti se combinati con l'uso della bacchetta da una strega o un mago. Anche il raggiungimento della maggior parte dell'effetto desiderato anche con un leggero errore di pronuncia viene spiegato, poiché gli accenti causano pronunce diverse anche con due persone che parlano la stessa lingua.

Anche l'intento gioca un ruolo. Harry non poteva crociare adeguatamente Bellatrix Lestrange perché non aveva l'intento completo. Penso che questo dovrebbe coprire piccoli errori nella pronuncia e nei movimenti della bacchetta.
#6
+4
apoorv020
2011-08-16 11:31:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non credo che gli incantesimi vengano effettivamente creati, vengono scoperti. Ma come altre persone hanno notato, c'è una carenza di dettagli su questo argomento, quindi non ci sono molte prove in entrambi i casi. Ma uno scenario possibile sembra essere che gli incantesimi si basino su alcuni principi fondamentali, ed è più una questione di persone che scoprono quale combinazione fa cosa.

Mi sembra di ricordare che le pozioni siano "inventate" (invece di "scoperte"), ma non posso dirlo con certezza.

#7
+4
user1987349
2014-12-11 21:31:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che abbia a che fare con la relazione tra INTENZIONE e FUNZIONE. Le bacchette sono chiaramente senzienti / intelligenti in una certa misura ("scegliere il mago" implica che sono in grado di scegliere). Poiché la magia senza bacchetta può essere eseguita (dimostrato una o due volte da Silente, credo) possiamo più o meno escludere che la "forza motrice" della magia sia basata sul materiale della bacchetta. Invece, deriva in qualche modo dall'individuo, e cose come dire incantesimi, movimenti della bacchetta e persino la stessa bacchetta sono solo dispositivi di messa a fuoco, lì per farti pensare in un certo modo e con un certo intento.

Pertanto, si può intuire che il processo di creazione degli incantesimi è abbastanza simile al teatro, in un certo senso. Movimenti e parole che catturano e creano una certa emozione / intento in chi li esegue.

#8
+4
albusseverus potter
2015-04-23 19:44:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, possono.

  1. Quando Harry sta cercando di dire a tutti che hanno vomitato fuoco d'oro dalla sua bacchetta su Voldemort, che lo ha salvato, hanno cercato di dirgli che a volte i maghi trovano accidentalmente nuova magia.
  2. C'era qualcosa nel corso degli incantesimi su un mago che pronunciava male un incantesimo e si ritrovava con un bufalo sul petto.
  3. Nel sesto libro, dopo aver rotto con Lavanda, Ron fa nevicare accidentalmente.
  4. Harry una volta si è arrabbiato e ha lanciato scintille dalla sua bacchetta (accidentalmente) e ha bruciato un buco il tappeto.

Ci sono molti altri esempi di cose come questa, ma questo significa semplicemente che, sì, i maghi possono creare incantesimi. Come pensi che abbiano ottenuto quelli che usano adesso?

#9
+2
Chad
2011-08-16 21:39:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Harry Potter la magia sembra essere un'estensione dei sentimenti dei maghi. Le parole e i movimenti sono semplicemente un modo per far emergere i sentimenti che vengono poi convogliati fuori dal mago. Una volta che un mago ha deciso come realizzare questa sensazione in modo coerente, possono farlo gli altri. Quindi alcuni incantesimi possono essere effettivamente lanciati senza movimenti o parole, ma evocando la sensazione e canalizzandola. Questo è accennato nel primo libro in modo piuttosto esteso e se ne parla nelle lezioni della Stanza delle Necessità nella OOP. Anche se il libro non dice apertamente che è così che funziona, tutti gli scritti mi portano a crederci.

Questo non segue davvero - Harry ha lanciato SectumSempra a Draco senza idea di cosa abbia fatto. Descrivono esplicitamente il casting silenzioso in uno dei libri, e si tratta principalmente di pronunciare le parole mentalmente. La forte emozione legata agli effetti magici è il segno di un mago inesperto, come Harry e il vetro allo zoo.
Harry voleva attaccare draco harry e lanciare un incantesimo progettato per produrre un effetto quando voleva attaccare. Mi segue. Il fascino del Patronus richiede felicità, maggiore è la felicità, più forte è l'incantesimo. Il libro parla piuttosto un po 'nella RoR di emozioni diverse per migliorare gli incantesimi. E il fascino più potente di tutti era semplicemente l'amore.
Inoltre, in risposta ad @Jeff, Harry ** non è ** completamente addestrato. Se gli incantesimi possono essere emotivi all'inizio, di quanto possano essere fatti emotivamente in seguito, probabilmente sono solo più pericolosi quando le emozioni correlate non sono "controllate". Apparentemente, Lily lanciò un incantesimo emotivo mentre moriva proteggendo Harry basandosi esclusivamente sul suo amore. Gli incantesimi praticati e standardizzati sono probabilmente amplificati dall'emozione, non eliminati da essa.
#10
+2
Beplus
2014-06-17 00:26:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sempre pensato agli incantesimi come un incrocio di parole + forza di volontà + rune (movimenti)

  1. Le parole semplici creano comandi semplici, abbinano parole e creano incantesimi complessi . (Come l'incantesimo simile a una canzone di Snape che recupera Draco da sectumsempra)
  2. Forza di volontà e Focus, le intenzioni devono corrispondere alle tue parole.
  3. Rune per i movimenti, lo studio e le traduzioni di rune per creare il movimento desiderato in base alla sua "scrittura in onda" (non ne sono sicuro, ma penso che Harry abbia dovuto studiare le rune per imparare Accio, per il primo compito nel libro 4)
  4. ol>

    ovviamente questa è tutta fanfiction, ma in base a ciò che abbiamo ricavato dai libri.

#11
+1
You'll never know
2013-06-20 22:14:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Credo alle teorie precedenti sull'uso di una lingua diversa, come ad esempio il latino. Penso che gli incantesimi siano come un comando alla bacchetta, dicendole quale effetto invocare; Lo capisco ogni volta che qualcuno compra una bacchetta magica: non sceglie la bacchetta, la bacchetta sceglie loro. Non avresti necessariamente bisogno di essere un mago di livello Silente per inventare incantesimi al volo; fintanto che parlavi latino o qualche altra lingua correlata (qualcuno dei nomi degli incantesimi ha origine greca?) potresti inventare qualcosa; per esempio, l'incantesimo "Reducto" deriva dalla parola latina che significa "indietro", quindi dì che volevo che respingesse qualcosa più velocemente quanto più andava avanti, potrei dire "Auctificus Reducto", che letteralmente in latino significa "Aumentare indietro". Molti altri incantesimi potrebbero funzionare, ad esempio "Propulso" potrebbe funzionare allo stesso modo di Reducto.

#12
+1
Nate Watson
2015-06-01 08:04:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Assolutamente. Luna ha dichiarato che sua madre lo faceva spesso. A un certo punto ha sbagliato, ed è così che è morta. "Questa è la versione ridotta"

#13
  0
aaaaaa
2012-09-04 23:22:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Probabilmente non troppo diverso dalla programmazione del computer. Mettere insieme altri incantesimi (come subroutine) per creare l'effetto desiderato. Ad esempio, per creare un incantesimo alimentare probabilmente useresti incantesimi come "ingredienti accio", "aguamenti" e "incendio".

Immagino la parola dell'incantesimo come un puntatore alle istruzioni magiche. La parola reale non ha importanza (il creatore dell'incantesimo può sceglierla), ma per convenzione sono spesso parole latine. La funzione per creare un nuovo processo è CreateProcess su Windows, ma potrebbe essere sggfafesojtg. È solo più facile ricordare che CreateProcess crea un processo. Nella libreria standard C la convenzione di denominazione delle funzioni è costituita da parole inglesi abbreviate, come strcat, strcpy, malloc.

Non credo che questa sia una buona analogia: seguendo questa logica, gli incantesimi dei maghi sarebbero come funzioni o comandi. Non puoi semplicemente digitare un comando sul terminale e aspettarti che funzioni solo perché le parole che hai usato hanno un senso. Deve essere definito in precedenza.
In realtà ho usato questa analogia con mia figlia proprio ieri sera.Se pensi alla realtà come al sistema operativo e alla magia "di base" come a un framework contenente funzioni incorporate, puoi scrivere una nuova magia che possa combinare le funzioni del framework per creare funzioni più complesse.Pertanto, abbiamo "scoperto" (funzioni del framework di base) e "inventato" (catene di funzioni complesse) tutte le magie utilizzate per hackerare la realtà (il sistema operativo).
#14
  0
TheAsh
2020-01-22 13:54:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Voldemort ha inventato il tabù nel settimo libro:

"Scusa", disse Ron, strappando Harry dai rami, "ma il nome è stato sfortunato, Harry, è così che tengono traccia delle persone! Usare il suo nome rompe gli incantesimi protettivi, provoca una sorta di disturbo magico: è così che ci hanno trovati a Tottenham Court Road! "

Questo deve essere un nuovo incantesimo, perché:

'Mio caro professore, sicuramente una persona ragionevole come lei può chiamarlo per nome? Tutte queste sciocchezze "Tu-Sai-Chi" - per undici anni ho cercato di persuadere la gente a chiamarlo con il suo vero nome: Voldemort. "

La professoressa McGranitt trasalì, ma Silente, che ne stava scartando due sorbetto al limone, sembrava non accorgersene.

"Diventa tutto così confuso se continuiamo a dire" Tu-Sai-Chi "." Non ho mai visto alcun motivo per temere di pronunciare il nome di Voldemort . '

Se l'incantesimo Taboo fosse esistito, Silente avrebbe saputo perché ci sono ragioni per non dire il nome di Voldemort (anche se non fosse ancora stato tabù, è comunque qualcosa Voldemort avrebbe potuto farlo.)

#15
-1
Shaun Zhang
2013-06-06 09:15:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, gli incantesimi devono essere creati, altrimenti se non vengono creati, non esisteranno mai. Gli incantesimi non possono essere scoperti senza essere creati.

Sospetto, tuttavia, che possa esserci un limite di età per creare incantesimi, qualsiasi mago che abbia meno di diciassette anni non può imparare a creare i propri incantesimi e che ci crediate o no, una volta che un incantesimo è stato creato, non può essere riportato alla non esistenza. Proprio come i CD / DVD usa e getta, una volta che hai masterizzato i dati lì, non puoi cancellare il CD / DVD vuoto. La parte peggiore di Spell Creation è che se il mago che crea l'incantesimo ha dimenticato l'incantesimo o il movimento, il suo sforzo di creare un incantesimo è sprecato. Pertanto, quando un mago crea il proprio incantesimo, dovrebbe prima scriverlo, tenendone traccia, quindi se lo dimentica, può tornare indietro e controllare.

#16
-1
doctorwhofan
2015-01-27 13:56:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono limitati in quanto tutti gli incantesimi che imparano sono in ogni libro di incantesimi

sectumsempra, che Snape ha inventato, non corrisponde alla tua risposta; e qualcuno ha dovuto trovare o creare questi incantesimi in primo luogo per scrivere un libro degli incantesimi.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...