Domanda:
Perché Boromir è stato autorizzato a unirsi alla Compagnia dell'Anello?
Wad Cheber stands with Monica
2015-05-05 00:51:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché a Boromir è stato permesso di unirsi alla Compagnia dell'Anello dopo il Consiglio di Elrond, dove ha ceduto all'Anello pochi istanti dopo averlo visto per la prima volta, e ha detto esplicitamente che voleva usarlo lui stesso? Era assolutamente chiaro che non ci si poteva fidare di lui intorno all'Anello, ma nessuno ha parlato per dire "Forse il tizio che ha ceduto all'Anello in pochi secondi non dovrebbe andare in missione per distruggere detto Anello".

Supponendo che fosse ritenuto necessario che la Compagnia includesse un rappresentante di Gondor (sebbene Rohan non avesse ottenuto un posto nella Compagnia, per qualche motivo), Aragorn non poteva occupare quel posto? In caso contrario, non sarebbe valsa la pena rimandare Boromir a Gondor e chiedere che Faramir (che in seguito si dimostrò meno suscettibile all'Anello) prendesse il posto di Boromir? Certo, il Consiglio non aveva modo di sapere in anticipo che Faramir era più forte di Boromir, ma sembra che Boromir fosse la peggiore scelta possibile, e chiunque non fosse Boromir sarebbe stato un candidato migliore .


Aggiornamento del 24 maggio: sto finalmente leggendo Il ritorno del re, e l'acceso scambio di battute tra Denethor e Gandalf appena prima dell'assedio di Minas Tirith sembra supportare la mia tesi. Denethor è arrabbiato con Gandalf per aver lasciato che l'Anello fosse inviato a Mordor con Frodo, e dice che avrebbe dovuto essere portato a Gondor da Boromir, quindi potrebbe essere nascosto. Gandalf dice che se Boromir lo avesse preso, sarebbe stato corrotto prima di raggiungere Gondor e Denethor non lo avrebbe più riconosciuto. Denethor accusa Gandalf di aver rubato la lealtà di Faramir e afferma che la vera ragione per cui Gandalf non si fidava di Boromir era che Boromir seguiva gli ordini di Denethor piuttosto che quelli di Gandalf; dice che Gandalf non si fida del giudizio di Denethor. .

Gandalf risponde:

"... Non mi fido di te ... E ora, sentendoti parlare, mi fido di te meno, non più di [mi fidavo di] Boromir ."
- Il Signore degli Anelli; Il ritorno del re, Libro V, Capitolo 4: "L'assedio di Gondor"

Eccolo: Gandalf non si è mai fidato di Boromir, o almeno non l'ha fatto Non fidarti di lui quando la Compagnia è stata assemblata. Perché, ti prego, dimmi, gli è stato permesso di avvicinarsi all'Anello, quando la persona più saggia in giro non si fidava di lui all'inizio?

Definisci "soccombere all'anello"?
E stai parlando di film o libri?
Provando immediatamente a prenderlo, poi dicendo "Usiamolo!"
Conosco la scena in cui Boromir soccombe è nel film (sto guardando la scena in questo momento), e sto leggendo il libro per la prima volta ora, ma sono appena arrivato al capitolo del Consiglio di Elrond e non sono lontano abbastanza per sapere se nel libro accade più o meno allo stesso modo.
Molte cose sono molto più sottili nel libro.
@IanThompson - davvero. Gli Spettri dell'Anello sono molto meno intimidatori, tanto per cominciare. Ma d'altra parte, quasi tutti nel libro sono follemente razzisti, il che non è davvero enfatizzato nei film.
il primo e più evidente è che non avrebbero avuto il tempo di rimandare Boromir a Gondor e aspettare il ritorno di Faramir! Quello che mi chiedo è perché Glorfindel non è stato inviato con loro, come uno dei più potenti signori elfi della Terra di Mezzo, sarebbe stato una grande risorsa per la compagnia.
@Joel [Chiedi e riceverai] (http://scifi.stackexchange.com/questions/38904/why-wouldnt-glorfindel-be-included-in-the-fellowship?rq=1)
@Joel - il viaggio è durato 2 anni - aspettare qualche settimana non farebbe molta differenza.
@WadCheber --- Secondo il racconto degli anni, la Compagnia dell'Anello lascia Gran Burrone nel dicembre 3018 TA. L'anello viene distrutto nel marzo 3019 TA. Dove prendi due anni? Inoltre, quali sono le prove del razzismo da parte dei personaggi del libro?
@IanThompson significa razzismo nell'universo. Uomini, Elfi e Nani non vanno esattamente d'accordo tra loro.
E Boromir non avrebbe impiegato "poche settimane" per tornare indietro, gli ci erano voluti mesi per arrivare a Gran Burrone, in un paese molto pericoloso. Inoltre, il modo in cui Boromir aveva preso per venire a Gran Burrone era ormai chiuso perché nel frattempo Saruman si era rivelato ei Dunlandiani erano sul piede di guerra. Boromir aveva bisogno della compagnia per poter tornare indietro. E alla fine l'azienda non ha avuto tempo di aspettare.
E comunque, come ha detto Jason Baker, non è tanto un bisogno di avere persone da ogni angolo della Terra di Mezzo libera quanto un bisogno di inviare rappresentanti delle persone presenti a Gran Burrone al tempo del Consiglio.
@IanThompson - Frodo accetta di portare via l'Anello da Hobbiton in primavera, parte a settembre e raggiunge Gran Burrone a fine ottobre. Quindi, 1 anno e mezzo, non 2. L'evidenza del razzismo richiederebbe troppo tempo per essere ripetuta qui in qualsiasi momento. Ma in poche parole, Frodo pensa che la "gente grande" sia stupida, Gandalf chiama gli hobbit "assurdi" e "indifesi", Gildor dice "gli hobbit sono così ottusi", e così via. È un tema costante nel libro e mi ha sorpreso quando ho iniziato a leggerlo la scorsa settimana. Nei film non vediamo gran parte del razzismo, tranne l'odio reciproco tra Elfi e Nani.
il razzismo nel libro è spesso l'effetto del male di Sauron che rende le persone della Terra di Mezzo diffidenti l'una verso l'altra. All'inizio, quando gli Hobbit migrarono nella Contea, erano i sudditi dei re di Arthedain, gli antenati di Aragorn, e li rispettavano molto. E Gandalf è molto affezionato a Hobbit, devi prendere le sue parole come segni di affetto. I Nani e gli Elfi hanno rancori molto antichi che risalgono alla prima era e alla caduta del Doriath. Gli elfi sono molto vecchi e guardano le altre razze da bambini, il che è un po 'il modo in cui gli anziani trattano i giovani adulti.
@Joel - Non compro l'idea "Sauron l'ha fatto" riguardo al razzismo. I libri implicano che queste sono credenze di vecchia data che precedono il ritorno di Sauron a Mordor dalla foresta, e che quando era nella foresta dopo la sua sconfitta, non era abbastanza potente per fare gran parte di qualsiasi cosa.
Prima di Sauron, c'era Morgoth. Sauron era il suo secondo in comando. Morgoth ha creato molti dissensi. Poi, Morgoth fu espulso e Sauron prese il sopravvento, cioè all'inizio della seconda era ... quindi le azioni di Sauron tornarono indietro molto prima del suo ritorno nella terza era. Forse dovresti leggere il Silmarillon e altri canoni dopo aver terminato la LoTR, che ti aiuteranno a capire molto.
@Omegacron --- Un mezzelfo forma la compagnia dell'anello, per includere hobbit, uomini, un elfo e un nano. Successivamente, la compagnia viene aiutata dagli elfi e Frodo e Sam vengono aiutati dagli uomini. I nani non aiutano, perché sono coinvolti in una battaglia tutta loro, in un'alleanza con gli uomini. Il re degli uomini appena incoronato sposa un elfo e i nani partecipano al suo matrimonio e da allora in poi rimangono in amicizia con il suo regno.
@Joel - Ma mi sembra di ricordare di aver letto qualcosa anni fa che diceva che Sauron non era inizialmente malvagio, e originariamente aveva intenzioni relativamente buone - in pratica, vedeva la sofferenza e l'odio nel mondo e pensava che, se si fosse assunto il controllo del mondo, potrebbe renderlo un posto migliore per tutti. Ovviamente, non molte persone erano disposte ad accettare la sua autorità, il che lo fece arrabbiare e lo portò a cercare di prendere il sopravvento con la forza bruta.
Sauron era un Maïar, probabilmente all'inizio del popolo di Aulë, uno dei Valar. Poi è stato corrotto da Morgoth. Dopo la guerra d'ira alla fine della prima età, si dice che forse all'inizio si pentì e volesse tornare dalla parte "buona", ma sembra che fosse più per paura dei Valar che per vero bene volere. Quindi fuggì e si nascose per un millennio prima di tornare in una bella forma come Annatar, il signore dei doni, per tentare di ingannare gli elfi nella creazione degli anelli. Quella era tutta la portata della sua "buona volontà".
Prendiamo le prove del razzismo come domanda separata. http://scifi.stackexchange.com/questions/88022/was-there-racism-in-middle-earth
@Joel - ha fatto delle ricerche. Gandalf ha impiegato 6 giorni per andare da Rohan alla Contea, una distanza simile a quella da Gondor a Gran Burrone. Frodo rimase a Gran Burrone esattamente per 2 mesi. Borromini fece in tempo a tornare a Gondor e inviare un sostituto.
Innanzitutto, Gran Burrone a Gondor è quasi il doppio della distanza di Rohan dalla Contea se passa per la strada (se non lo fa è un lungo sentiero in natura dove nessun cavallo può fare una grande velocità) controlla su una mappa. E su quella strada, avrebbe dovuto attraversare il paese nemico (Dunland) e un fronte di guerra (Isengard contro Rohan). In secondo luogo, Boromir non è Gandalf, ha molta meno capacità di resistenza e non potrebbe guidare così a lungo senza riposo. Terzo, anche il cavallo di Boromir non è Shadowfax, le cui capacità sono sottolineate molte volte da Tolkien. Comunque, è irrilevante, perché avere qualcuno di Gondor era solo circostanziale.
@IanThompson, non ti sbagli. Tuttavia, uno dei concetti principali della storia è che i popoli della Terra di Mezzo superino i loro pregiudizi per unirsi contro il male di Sauron. In condizioni normali, ogni razza preferirebbe non avere niente a che fare con le altre. Per quanto riguarda il fatto che Elrond sia un mezzelfo, dovresti notare che - per quanto rari siano - ci si aspetta che i mezzelfi scelgano tra la vita da Elfo o la vita da Uomo.
@Joel - ok, così Gandalf potrebbe dire a Boromir di trovare la sua strada di casa, poi guidare Shadowfax a Gondor o Rohan e trovare qualcuno che non fosse così stronzo. E "il doppio del tempo" su strada equivale ancora a un viaggio di andata e ritorno di 24 giorni, meno della metà del tempo che Frodo è rimasto seduto intorno a Gran Burrone senza fare nulla.
@WadCheber: ok, come desideri ... a ciascuno la sua Terra di Mezzo. Ad ogni modo, se vuoi assolutamente una trama alternativa su Boromir, eccone una: Boromir non è mai venuto a Gran Burrone, perché il suo Lord Denethor non avrebbe permesso al suo miglior capitano e campione (per non parlare dell'erede dell'amministratore) di andare lontano. via per una commissione pericolosa e dubbia in un momento così critico nella storia di Gondor, invece, sarebbe stato inviato qualche funzionario minore.
@Joel - Il problema principale che ho non è come sbarazzarmi di Boromir - è semplicemente che quasi chiunque altro sarebbe stato un'opzione migliore. Scegli: Eowyn, Radagast, Glorfindel, Gildor, Faramir, Erestor, Elladan, Elrohir, uno dei Rangers senza nome, ecc. Diavolo, anche Shadowfax sarebbe stato di gran lunga superiore a Boromir.
Il senno di poi di @WadCheber: è sempre più facile di quando devi decidere le cose ;-) Boromir è stato scelto perché era una scelta ovvia, andando allo stesso modo della compagnia e di Aragorn, ed essendo un guerriero davvero forte. E si deve aggiungere un pericolo non così evidente. Il destino è davvero importante in Tolkien e, per quanto diabolico all'inizio, le cose di solito vanno per il meglio. Quindi si potrebbe dire che era destinato a stare in compagnia e ha avuto la sua parte da svolgere, decidendo che Frodo andasse da solo e poi riscattandosi con Pipino e Merry, per quanto malvagio ed evidente possa sembrare a noi lettori, col senno di poi.
@Joel - ben detto. Questo mi ricorda un'altra domanda che ho fatto, sul [perché l'Imperatore in Star Wars è stato così sciocco da torturare Luke a morte davanti a Vader] (http://scifi.stackexchange.com/questions/85726/why-didnt-the -imperatore-realizza-che-tortura-luke-a-morte-davanti-a-vader-mi) - applicando la tua argomentazione, era destino che accadesse in quel modo, perché era l'unico modo in cui Vader poteva redimersi. Vader era malvagio, ma aveva un ruolo cruciale da svolgere nel distruggere l'Impero e la sua redenzione era necessaria affinché il bene trionfasse sul male.
@WadCheber: Sì, esattamente, molti parallelismi tra Star Wars e LoTR ... è la stessa cosa con Gollum, Gandalf fa del suo meglio per proteggerlo perché è misericordioso, ma anche perché sente che Gollum ha un ruolo importante da svolgere prima della fine . È il grande tema di Tolkien. Ho appena finito di rileggere la storia di Tuor, nonno di Elrond, e in essa il destino e il destino sono intrecciati e intrecciati intorno a Gondolin da Ulmo, il signore delle acque di Vala. E sempre, alla fine, le azioni malvagie e ribelli di Melko e Sauron ridondano alla più grande gloria di Illuvatar. Poveretti, sono i capri espiatori ... ;-)
Sei risposte:
#1
+65
Jason Baker
2015-05-05 01:08:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché sta andando a Gondor, che è sulla strada per Mordor, e perché Aragorn garantisce per lui.

Seriamente, è così (enfasi mia):

'E sceglierò i tuoi compagni che vengano con te, per quanto vogliono o la fortuna lo permette. Il numero deve essere pochi, poiché la tua speranza è nella velocità e nella segretezza. Se avessi avuto una schiera di Elfi in armatura dei tempi antichi, sarebbe servito poco, tranne che per suscitare il potere di Mordor.

"La Compagnia dell'Anello sarà Nove; ei Nove Camminatori saranno schierati contro i Nove Cavalieri che sono malvagi. Con te e il tuo fedele servitore, Gandalf andrà; perché questo sarà il suo grande compito e forse la fine delle sue fatiche.

'Per il resto, rappresenteranno gli altri Popoli Liberi del Mondo: Elfi, Nani e Uomini. Legolas sarà per gli Elfi; e Gimli figlio di Glóin per i Nani. Sono disposti ad andare almeno ai passi delle Montagne, e forse oltre. Per gli uomini avrai Aragorn figlio di Arathorn, poiché l'Anello di Isildur lo riguarda da vicino. "

" Strider! " disse Frodo.

"Sì", disse con un sorriso. "Chiedo ancora una volta il permesso di essere il tuo compagno, Frodo."

"Ti avrei pregato di venire", disse Frodo, "solo che pensavo che stessi andando a Minas Tirith con Boromir

'Lo sono', disse Aragorn. «E la Spada-che-era-Spezzata sarà riforgiata prima che io partissi per la guerra. Ma la tua strada e la nostra strada si trovano insieme per molte centinaia di miglia. Pertanto Boromir sarà anche nella Società. È un uomo valoroso . "

Compagnia dell'Anello Libro 2 Capitolo 3:" The Ring Goes South "

Risposta molto chiara. C'è una risposta simile riguardo al film? Non credo che sia stato spiegato lì, e Aragorn e Boromir sembrano disprezzarsi troppo perché l'uno garantisca per l'altro nei film.
@WadCheber La migliore ipotesi: la politica. Con Aragorn che interpreta l'eroe riluttante, Boromir è l'unico rappresentante di Gondor, il più grande potere umano nella Terra di Mezzo. Sfortunatamente molte cose riguardanti Boromir rimangono inspiegabili
Di sicuro la politica di @JasonBaker. Inoltre Aragorn è in parte Elfico, rendendo Boromir l'unico rappresentante purosangue di Men in the Fellowship, che è importante sia dentro che fuori dall'universo.
@Nerrolken Potrei sbagliarmi, ma per quanto ne so, quando l'antenato di Aragorn (il fratello di Elrond) sceglie di essere umano, piuttosto che elfo, tutti i suoi discendenti sono umani (non mezzelfi).
@KushtrimP. Non la metà, certamente, e sì, sono considerati ufficialmente Uomini, ma mantengono alcuni tratti più che umani. Lunga vita, per esempio. Boromir rappresenta l '"Uomo normale" nel gruppo, al contrario di Aragorn, che potrebbe essere considerato "l'Uomo eroico". È un po 'come un eroe dell'antica Grecia: decisamente umano per quanto riguarda la sua specie, ma allo stesso tempo un po' più grande dell'umano.
@Nerrolken La lunga vita derivava dall'essere un Dunadan più che dal sangue di un elfo lontano. È vero che la discendenza di Elros è sempre vissuta più a lungo degli altri Dunedain, ma ciò avrebbe potuto essere semplicemente dovuto all'essere la famiglia reale piuttosto che a un riconoscimento dell'ascendenza mista. Boromir non è nemmeno esattamente un "uomo normale", anche se i Dunedain di Gondor erano notevolmente svaniti.
Dopo il Concilio dovettero percorrere la stessa strada per diversi chilometri e tutti si sentirono a disagio a dirgli di non andare insieme.Capita.
#2
+31
Valorum
2015-05-05 01:15:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

All'interno della sceneggiatura del film, è chiaro che Boromir è stato invitato al Consiglio di Elrond per rappresentare Gondor, uno dei "superpoteri" della Terra di Mezzo. Inoltre è il figlio del Sovrintendente, niente di meno e un fantastico guerriero a pieno titolo. Inoltre, è qualcuno che ha un livello ragionevole di conoscenza di Mordor, avendo vissuto ai suoi confini per tutta la sua vita.

Rifiutandogli l'appartenenza alla Fellowship semplicemente perché pensava che sarebbe stata una buona idea usare il Ring of Power contro il loro nemico comune renderebbe le cose difficili per la Compagnia, se non addirittura imbarazzanti. Inoltre, potrebbero aver bisogno di viaggiare attraverso territori fedeli a Gondor in modo da voler mantenere forti relazioni.

Francamente, non c'è motivo ragionevole per non includere lui e molti altri eccellenti ragioni per cui dovrebbero farlo:

BOROMIR: Tu porti il ​​destino di tutti noi, piccola.

Boromir guarda verso Elrond e Gandalf.

BOROMIR: Se questa è davvero la volontà del Consiglio, allora Gondor lo vedrà fatto .

Frodo guarda meravigliato mentre i più grandi combattenti di tutto il Middleearth sono al suo fianco.

A giudicare da quello che vediamo del Sovrintendente, avere suo figlio aderire alla Compagnia non sembra una cosa così buona. Aragorn è il legittimo erede al trono di Gondor - questo non rende Boromir il candidato inferiore?
No, a meno che / finché non riuscirai a convincere Boromir di questo.
Il suo comportamento al Consiglio di Elrond è un motivo ** molto sensato ** per escluderlo.
@WadCheber - No. Strider ha praticamente abrogato il suo trono a questo punto. Semplicemente perché sembra essere l '"erede legittimo" non è un buon motivo per inchinarsi al ragazzo quando ha trascorso tutta la sua vita evitando ogni parvenza di responsabilità.
@WadCheber Finché credi a ciò che crede il Consiglio sull'Anello. Dato che Boromir non lo fa, devi offrirgli una buona ragione dal ** suo ** punto di vista per cui è stato escluso; altrimenti rischi di ricadute politiche escludendo l'Erede del Sovrintendente.
@WadCheber - Cosa, volendo usare l'anello? Difficilmente. Notare che altri anelli del potere sono stati usati con molto successo in passato.
@Richard - Dubito che Elrond o Gandalf sarebbero d'accordo con te sull'uso dell'Anello - infatti, insistono esplicitamente ed enfaticamente sul fatto che tentare di usarlo è l'idea ** peggiore ** possibile.
@MattGutting - The Steward è un tale pezzo di merda che la sua opinione è irrilevante. Ovviamente Boromir non la vedrebbe in questo modo. E il suo pezzo di merda lo rende più propenso a reagire male a qualsiasi minima percezione della sua autorità.
@WadCheber The Steward è probabilmente l'unica persona politicamente più potente nel nord-ovest della Terra di Mezzo. In generale, non è una buona idea insultare deliberatamente suo figlio.
@MattGutting - d'accordo. Vedi la mia modifica al mio ultimo commento.
@WadCheber - E glielo dicono. E poi non lo suggerisce di nuovo. Almeno apparentemente ha tenuto conto dei loro consigli ...
@WadCheber - Perché non lasciarlo per qualche giorno e vedere quali altre risposte ottieni?
È passato molto tempo dall'ultima volta che ho visto il film, ma se ricordo bene, Boromir è * tentato * dall'anello di Gran Burrone; "soccombere" è un'esagerazione. Chiunque può essere tentato dall'anello (ad esempio Galadriel più avanti nel film), quindi non c'è motivo di non fidarsi di Boromir a questo punto.
@IanThompson - Nel film, Boromir raggiunge immediatamente l'Anello, ed è implicito che abbia intenzione di indossarlo, perché Elrond balza in piedi e grida "BOROMIR!", Che ignora, e si ritira solo quando Gandalf inizia a cantare in Lingua Nera, oscurando i cieli e facendo sussultare per il dolore tutti gli Elfi nella stanza. Tutti sono sempre * tentati * dall'Anello, ma solo in questo caso gli astanti reagiscono in modo così forte, il che implica che c'è qualcosa di più della normale "tentazione" al lavoro.
@IanThompson - e nella scena successiva, Frodo lascia cadere l'Anello mentre si trova in un alloggio irregolare e Boromir lo raccoglie. Aragorn gli dice di darlo a Frodo, e lui esita, poi lo fa. La telecamera quindi si avvicina alla mano di Aragorn e vediamo che stringe l'elsa della sua spada. Questo mostra che Aragorn è già così sospettoso di Boromir che è disposto a ucciderlo sul posto. Questo supporta la mia tesi secondo cui a qualcuno così evidentemente inaffidabile non avrebbe mai dovuto essere permesso di unirsi alla Fellowship.
@WadCheber - Nota, però, che Boromir e Aragorn sono antagonisti dalla parola "vai". È solo a causa dell'importanza della ricerca che in realtà non iniziano a staccare pezzi l'uno dall'altro poco dopo l'incontro ...
@IanThompson - e con "immediatamente", intendo ** IMMEDIATAMENTE **: come in, Frodo tira fuori l'Anello e lo piazza sul tavolo, e pochi secondi dopo Boromir si alza e lo prende.
@Richard - un po 'esagerato, ma con più di un nocciolo di verità.
@Richard - In Return of the King, Gandalf e Denethor stanno discutendo sul ruolo di Gandalf nell'invio dell'Anello a Mordor con Frodo. Denethor pensa che avrebbe dovuto essere inviato a Minas Tirith per essere nascosto. Gandalf dice che se Boromir avesse cercato di portarlo, lo avrebbe distrutto. Gandalf dice "... Non mi fido di te ... E ora sentendoti parlare mi fido di te meno, NON PIÙ DI [mi fidavo di] BOROMIR". Se Gandalf non si è mai fidato di Boromir, Boromir non avrebbe mai dovuto essere autorizzato a unirsi alla Compagnia.
#3
+11
EngrStudent
2015-05-05 02:37:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cose che funzionano per Boromir:

  • Sta andando nella stessa direzione. (Citato sopra)
  • È un buon guerriero. (menzionato sopra)
  • È il figlio dell'amministratore, erede di gondor. (menzionato sopra)
  • Rappresenta gli esseri umani all'interno della borsa di studio. (menzionato sopra)
  • È arrivato con "Boromirs enigma", accreditato al Valar Irmo Lorien, dove viene indirizzato a "Cerca la spada che era rotta".

Cose che funzionano contro Boromir:

  • L'anello lo ha preso immediatamente. (La velocità di cattura è correlata ai 9 anelli?)
  • Sauron aveva già dei ganci in suo padre attraverso il Palantir.
  • Gondor, la sua destinazione, era la prima linea del battaglia. È una cattiva idea mettere l'obiettivo strategico del nemico al centro del suo esercizio di forza.
  • Gondor, la sua destinazione, aveva le spalle contro un muro. Il numero di opportunità, le porte aperte per accogliere i cambiamenti di direzione diminuiscono man mano che la borsa di studio si avvicina a Gondor - li rende meno agili.

Pensieri:

  • Sembra che Boromir è un "membro di convenienza" e non una "risorsa strategica".
  • Può darsi che nessuno si sia reso conto 1) che l'anello lo ha preso, 2) quanto velocemente l'ha preso l'anello e 3) come completamente l'anello lo ha preso. Uno dei modi migliori per impedire che la verità venga messa in pratica è impedire che venga conosciuta. L'anello ha preso Smeagol in un attimo e ha fatto quello che normalmente non avrebbe fatto: ha ucciso per ottenerlo. Boromir, sebbene ugualmente preso, era in compagnia di un potere così grande che se avesse cercato di prenderlo con la forza di fronte agli altri, sarebbe stato abbattuto. Solo perché aveva intenzione di andare a Gondor con esso non significa che non lo abbia portato: è così che ha razionalizzato ciò che l'anello voleva che facesse.
  • C'è un'ironia nel suo ingresso rispetto alla sua uscita. Mentre il suo ingresso è stato più comodo, la sua uscita ha avuto un impatto profondo. Ha trasformato la borsa di studio. Ha galvanizzato Frodo e Aragorn in modi che non si aspettavano. Frodo ha iniziato passivo, aspettando la leadership e facendo affidamento sulla forza degli altri, e dopo che l'anello ha preso Boromir, ha preso l'iniziativa e ha agito coraggiosamente facendo affidamento sulle proprie forze. Aragorn iniziò rifiutando una corona e gran parte della civiltà degli uomini, ma alla morte nobile ed eroica di Boromir, giurò di proteggere la grande città e di fare in modo che l'umanità non fosse persa.
  • Era essenziale per la sopravvivenza della squadra su Caradhras. Lui e Aragorn trasportavano gli hobbit che sarebbero stati uccisi dalle tempeste di Saruman.
Non credo che abbiamo prove sufficienti per concludere che "l'Anello l'ha preso". In effetti, Boromir che vuole usare l'Anello come arma è un'opinione ragionevole, dato la sua conoscenza limitata del manufatto. E quando * cade * vittima della tentazione, molto più tardi, si riprende rapidamente e se ne pente.
Per quanto riguarda gli altri tuoi punti: 1- Il piano non era quello di portare l'Anello a Gondor, sebbene la parte iniziale del viaggio fosse in quella direzione. Aragorn lo dice! 2- Non si sapeva al tempo del Concilio che Denethor fosse sotto l'influenza di Sauron, quindi come può contare contro Boromir?
"Ha trasformato la compagnia. Ha galvanizzato Frodo e Boromir in modi che non si aspettavano." Questa formulazione sembra, nella migliore delle ipotesi, scomoda; Non riesco davvero a capirlo. Puoi riformulare? +1 per nessuno che si è reso conto di come ci sia voluto, però.
Questa risposta è fenomenale: se avesse risposto alla domanda anziché esporre brillantemente sia i pro che i contro, l'avrei accettata e avrei assegnato una taglia. Mi fa male non fare nessuno dei due. Ma +100 comunque.
La risposta è implicita. Era la scelta sbagliata, ma il destino (o l'autore) lo usò come elemento per renderlo l'unica scelta. Molto tempo dopo la sua morte sta guidando la trama. Dalle transizioni dei personaggi di Merry e Pipino, cosa succede a Denethor, a quello che succede a Faramir, e persino in Return of the King dove la decisione di Aragorn di affrontare i Black Gates porta l'odore di "salva la nostra gente, salva la nostra città" - la richiesta morente - Boromir lascia il suo impatto per tutta la storia. Ho risposto per rispondere, e non per la generosità. Stiamo bene, grazie.
#4
+8
Royal Canadian Bandit
2015-05-05 18:30:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Al Consiglio di Elrond, Boromir è chiaramente tentato dall'Anello. Non è la stessa cosa che soccombere alla sua influenza.

In effetti, tutti sono tentati dall'Anello, gli hobbit meno di tutti, ma persino Frodo viene gradualmente corrotto dalla sua influenza.

Per esseri potenti come Gandalf, la tentazione è grave. Nei libri (Libro 1, Capitolo 2, "L'ombra del passato"), Frodo offre a Gandalf l'Anello. Gandalf è inorridito e dice a Frodo di non tentarlo. Allo stesso modo, quando Frodo offre l'Anello a Galadriel, trascorre alcuni momenti a contemplare come potrebbe usare il suo potere per diventare una dea.

Quindi non è sorprendente quando Boromir suggerisce di usare l'Anello per rovesciare Sauron. È così che funziona la tentazione dell'Anello. Sembra un'idea perfettamente logica, a meno che tu non capisca veramente il potere corruttore dell'Anello. Sia nei libri che nei film, Boromir è convinto ad accettare la convinzione del Consiglio che l'Anello sia troppo pericoloso da usare.

Il Consiglio ha corso un rischio mandando fuori Frodo con potenti compagni, non solo Boromir, ma Aragorn, Gandalf e gli altri. In qualsiasi momento, uno di loro avrebbe potuto essere vinto dal desiderio dell'Anello e avrebbe cercato di impossessarsene. D'altra parte, avevano bisogno che Frodo raggiungesse Mordor. Gli hobbit quasi non sono riusciti a raggiungere Gran Burrone, anche con l'aiuto di Aragorn e Glorfindel / Arwen (rispettivamente nel libro / film). Quindi, il Consiglio ha deciso che Frodo aveva bisogno di una forte scorta.

Come accade, Boromir si rompe per primo, ma questo non era previsto dal Consiglio. Più tardi, Aragorn osserva che è stata una "dura prova" per Boromir, che era un "guerriero e un Signore degli Uomini", ma questo non è altro che il senno di poi.

#5
+4
jamesqf
2015-05-06 04:08:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In effetti, Boromir non ha ceduto all'Anello pochi istanti dopo averlo visto per la prima volta, né ha voluto esplicitamente usarlo lui stesso al Consiglio. Ha solo messo in dubbio la saggezza di cercare di distruggere l'Anello piuttosto che usarlo come arma contro Sauron. Fu solo dopo aver trascorso diversi mesi in prossimità dell'Anello che, dopo aver lasciato Lorien, iniziò finalmente a cedere alla sua tentazione.

Dal Racconto degli anni, il Consiglio era il 25 ottobre 3018. La Compagnia lasciò Gran Burrone due mesi dopo, il 25 dicembre, attraversò Moria e arrivò a Lorien, dove partì il 16 febbraio 3019. Sono passati 10 giorni che finalmente cede alla tentazione.

#6
+2
Paul Andringa-Cutler
2015-05-05 05:02:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che poiché Boromir è stato "dato" il suo sogno o i suoi sogni mistici, presumibilmente da Eru o da qualche dio inferiore, Gandalf ed Elrond presumevano che Boromir avesse una parte da svolgere che solo gli dei potevano percepire; così è stato incluso nella partnership. Gandalf a volte faceva delle scelte contro la saggezza prevalente.

I sogni di Boromir non erano del tutto imprecisi. Ha svolto un ruolo nell'aiutare la Compagnia e ha difeso valorosamente gli Hobbit. Potrebbe essere un eroe imperfetto, ma non è un cattivo. Nelle parole di Aragorn, quando ha rassicurato Boromir nei suoi ultimi momenti: "pochi hanno ottenuto una vittoria del genere".


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...