Domanda:
Ci sono incantesimi che un mago / strega può lanciare senza bacchetta nell'universo di Harry Potter?
jennyfofenny
2011-03-23 22:38:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

All'inizio della serie, viene menzionato che i maghi / streghe nati da Babbani vengono identificati a causa di incantesimi involontari. Tuttavia, sembra che più avanti nel libro, i maghi / streghe disarmati siano completamente indifesi.

Qual è la spiegazione del motivo per cui alcuni incantesimi possono essere lanciati senza una bacchetta e c'è una spiegazione nell'universo del motivo per cui ciò non viene fatto? Inoltre, ci sono incantesimi che possono essere lanciati non verbalmente (con / senza bacchetta)?

Dopo ulteriori ricerche, ho trovato questo collegamento [Incantesimo senza bacchetta] (http://harrypotter.wikia.com/wiki/Wandless_spell) su Harry Potter Wiki. Inoltre, l '[Incantesimo non verbale] (http://harrypotter.wikia.com/wiki/Non-verbal_spell).
Domanda alternativa: Voldemort / Silente può usare una maledizione imperdonabile senza bacchetta?
@muntoo Nella sezione [Unforgivable Curses] (http://harrypotter.wikia.com/wiki/Unforgivable_Curses) del wiki, si dice "L'incantesimo [Avada Kedavra] viene eseguito verbalmente come regola; Bellatrix Lestrange ha ucciso una volpe con un incantesimo non verbale dopo essersi materializzato con Narcissa Malfoy a Spinner's End, pensando che fosse un Auror in agguato, ma non è noto se fosse Avada Kedavra o qualche altra maledizione letale. ", ma è l'unica volta che l'articolo menziona l'uso non verbale .
@jennyfofenny: quei collegamenti dovrebbero essere una risposta da soli :)
Elfi domestici e goblin possono usare la magia senza bacchette e ci sono alcuni esempi di esseri umani che fanno magie senza bacchette. La mia ipotesi è che il Ministero stia costringendo i maghi a usare le bacchette in modo che possano rintracciare gli incantesimi al proprietario della bacchetta ... L'eccessiva regolamentazione è un grosso problema nell'universo di Harry Potter, direi :)
Ho aggiornato notevolmente [la mia risposta] (http://scifi.stackexchange.com/a/118237/55866).
Ho avuto l'impressione, dopo aver letto tutti i libri, che le bacchette e gli incantesimi verbali fossero come ruote di addestramento per i maghi, ovvero davano un certo grado di controllo e concentrazione fino a quando il mago non poteva cavarsela da solo.Abbiamo visto Harry fare magie complesse prima di ottenere la sua bacchetta, ma mai sotto alcun controllo.
Dieci risposte:
#1
+54
PearsonArtPhoto
2011-03-23 23:46:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, ci sono assolutamente incantesimi che possono essere lanciati senza una bacchetta. Gli esempi includono:

  1. Rimozione dell'incantesimo di vetro nel primo libro di Harry Potter
  2. Tom Riddle dell'uso di magia pre-Hogwarts
  3. Trasfigurazione, in particolare da Ritorno animale a umano
  4. Fuga di Sirius da Azkaban.
  5. Ci sono alcuni esempi di alcuni incantesimi eseguiti senza bacchette anche per maghi esperti. Cercherò di tirarne fuori altri più tardi.

Come è stato detto prima, gli incantesimi sono solitamente più semplici e meno mirati, senza la bacchetta magica, ma si verificano.

Per quanto riguarda la magia non verbale, beh, questo è ciò che Snape stava insegnando nel libro 6, quindi sì, assolutamente è possibile.

Questo è un buon punto sulla trasfigurazione; è così che Codaliscia è scappato nel Prigioniero di Azkaban.
Credo che Trasfigurazione (diventando un Animagus) sia un incantesimo che lanci mentre usi una bacchetta, che ti dà la capacità di girare liberamente avanti e indietro, non un incantesimo che devi lanciare di routine ogni volta che cambi.
Dalle informazioni nel [Harry Potter Wiki] (http://harrypotter.wikia.com/wiki/Transfiguration#Animagi), sembra che sia un'abilità che viene padroneggiata, piuttosto che un incantesimo lanciato con una bacchetta.
In che modo 3 e 4 non sono la stessa cosa?
Un po 'in ritardo per la festa, ma Codaliscia mette le mani specificamente su una bacchetta prima di poter usare la sua abilità di Animagus
Con riferimento solo al cinema: mai vista una bacchetta usata per materializzarsi.
@AnthonyX ha ragione: l'apparizione è senza bacchetta.
Non sono sicuro che tutti questi vengano classificati come * incantesimi *.
#2
+28
morganpdx
2011-03-23 22:55:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Credo che la bacchetta sia necessaria per focalizzare e amplificare l'incantesimo lanciato; senza di essa, la magia è indiretta e più debole. Pertanto, senza una bacchetta, il mago / strega non può controllare la loro magia come potrebbero con la bacchetta ed è notevolmente indebolito.

J.K. La Rowling conferma questa spiegazione in una live chat di Comic Relief, marzo 2001, quando le viene chiesto: "Hai bisogno di una bacchetta magica?" La sua risposta: "Puoi fare magie sfocate e incontrollate senza bacchetta Zia Marge) ma per fare degli incantesimi davvero buoni, sì, serve una bacchetta. (Grazie, citazione di Accio: http://www.accio-quote.org/articles/2001/0301-comicrelief-staff.htm)
Mi chiedo se lanciare un incantesimo senza bacchetta sia paragonabile a lanciare proiettili a mano contro un nemico.
#3
+17
Jeff
2011-03-23 23:37:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La magia scatenata da bambini è incontrollata e incontrollabile, innescata da emozioni e stress.

La magia viene quindi appresa, focalizzata e inserita in uno schema che può essere utilizzato consapevolmente.

È simile, per certi versi, al linguaggio. Da bambini, balbettiamo. Produciamo suoni casuali senza significato, usando ogni fonema. Man mano che cresciamo e impariamo la lingua, ci concentriamo sui fonemi che ascoltiamo. Alla fine, perdiamo la capacità di verbalizzare quelli che non usiamo e di usare quelli che facciamo in modo addestrato e concentrato.

Questo è meglio noto al pubblico occidentale con "accento" giapponese e famigerata difficoltà a pronunciare certe lettere (come la lettera "l"). La lingua madre del Giappone non ha un fonema che faccia suonare la "l", quindi (in generale) hanno difficoltà a pronunciarla. Questo è un po 'scomparso con l'aumentare dell'uso dell'inglese e ci sono sempre state persone che potevano allenarsi a pronunciarlo, ma il confronto è valido.

La magia in Harry Potter sembra funzionare allo stesso modo - da bambini, loro usalo inconsciamente, in modo casuale. Man mano che vengono addestrati e vi applicano schemi, lo focalizzano in una forma più potente ... ma perdono la capacità di usarlo in qualsiasi altro modo, proprio come un adulto in genere non può balbettare a caso suoni senza senso usando ogni fonema .

Non ci sono prove che i maghi in HP siano stati addestrati a usare la magia senza bacchette, anche se si parla ampiamente di magia senza verbalizzazione, quindi è logico che sia POSSIBILE fare magie senza bacchetta. Tuttavia, mi aspetto che sia più difficile, meno potente e richieda molta più energia.

#4
+13
rems
2011-08-18 22:25:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta di JKRowling:

Puoi fare magie sfocate e incontrollate senza bacchetta (ad esempio quando Harry fa esplodere zia Marge) ma per fare incantesimi davvero buoni, sì, hai bisogno di una bacchetta .

- Comic Relief Trascrizione della chat dal vivo, marzo 2001

La bacchetta è necessaria per mettere a fuoco e controllare le proprie abilità magiche:

D: I Babbani possono preparare pozioni se seguono le istruzioni esatte e hanno tutti gli ingredienti?

Rowling: Beh, dovrei dire no, perché c'è sempre ... c'è una componente magica nella pozione, non solo gli ingredienti. Quindi, a un certo punto dovrai usare una bacchetta. Mi è stato chiesto cosa accadrebbe se un Babbano prendesse una bacchetta magica nel mio mondo. E la risposta sarebbe probabilmente qualcosa di accidentale ... forse piuttosto violento. Perché una bacchetta magica, nel mio mondo, è semplicemente un veicolo: un contenitore per ciò che si trova dentro la persona .

- Una serata con Harry, Carrie e Garp, 1 agosto 2006

#5
+9
Jack B Nimble
2011-03-24 01:49:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre alla risposta di pearsonartphoto, tutte le creature magiche non umane possono lanciare magie senza bacchette. Ciò ha portato a un notevole risentimento verso gli umani da parte di non umani, in particolare i goblin.

Nel terzo film Silente alza le mani (senza bacchetta) per salvare Harry mentre cade a terra durante la partita di Quidditch.

Mi sembra certamente strano che sebbene inizino a usare la magia senza bacchette, alla fine ci rinunciano. Penso che sarebbe qualcosa da praticare e perfezionare (come il lancio di incantesimi silenziosi).

Ho considerato l'aspetto non umano di questa domanda, ma volevo concentrarmi sulle capacità dell'umano. Stavo pensando agli elfi domestici e ai goblin, ma potrebbe essere una buona domanda di per sé.
Sono d'accordo che sembra strano. Sembra che sarebbero in grado di fare le cose di base quando sono stati minacciati o se si sono esercitati.
[Magia senza bacchetta non umana] (http://harrypotter.wikia.com/wiki/Wandless_spell#Non-human_wandless_magic) da Harry Potter Wiki.
#6
+8
Thaddeus Howze
2011-09-12 04:10:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Geni, bacchette e incantesimi: la salsa magica e segreta del "Potterverse"

Nell ' Universo di Harry Potter , l'abilità magica sembra avere una componente genetica. È possibile che i Babbani, o gli esseri umani non magici, creino una prole magica. La natura di quell'abilità magica non è discussa in dettaglio, ma sembra che i maghi nati da Babbani non siano solo possibili, ma spesso anche piuttosto potenti.

Si dice anche che le bacchette scelgono chi le usa, indicando che esiste un'abilità magica intrinseca modellata nelle bacchette al momento della loro creazione. Probabilmente una proprietà del legno, il loro punto di origine e la naturale abilità dello shaper della bacchetta. È improbabile che cadano dagli alberi come strumenti magici, quindi la loro "natura" viene probabilmente rilasciata dai maghi che creano, modellano e perfezionano le proprietà magiche delle bacchette.

Poiché le bacchette sembrano essere strumenti di amplificazione per la magia capacità, è ovvio che le bacchette comuni risuonerebbero magicamente e di conseguenza probabilmente risponderebbero a utenti diversi in modi diversi e che alla fine una bacchetta "sceglierebbe" un utente che potrebbe sfruttare al meglio le sue propensioni naturali.

Ora, qualsiasi utente tende ad essere in grado di usare qualsiasi bacchetta, ma abbiamo visto che una bacchetta funzionerà meglio se è:

  1. scelta con armonia in mente (scelta dalla bacchetta)
  2. dato come genitore potrebbe conferire una bacchetta amata a una prole
  3. presa in un certamen marziale o duello magico, come nel caso della Bacchetta di Sambuco
  4. è possibile persino prendere una bacchetta da un altro mago con cui non hai duellato, ma quella bacchetta sembra essere meno affidabile e indesiderata per periodi prolungati.

Una bacchetta è uno strumento che amplifica le capacità magiche. Se l'abilità magica è nascente in tutti gli esseri umani, è probabile che un Babbano che tocchi una bacchetta, che possedeva geni magici recessivi potrebbe essere in grado di ottenere un risultato inaffidabile e probabilmente pericoloso da una bacchetta. Ma molto probabilmente (e idealmente) non otterrebbe nulla da una bacchetta non sintonizzata o non affiliata.

I maghi userebbero le bacchette, allo stesso modo in cui uno strumento che usa un essere umano userebbe un martello, per aumentare la loro forza e abilità naturali per influenzare il mondo. I maghi assorbono, controllano e manipolano l'energia magica grazie a un'abilità genetica, allo stesso modo degli animali magici. La differenza è probabilmente l'uso del linguaggio o di altre capacità di amplificazione dell'ordine offerte dal lancio di incantesimi.

Quindi è probabile che usare una bacchetta magica e l'uso di incantesimi che strutturano l'ordine offre un vantaggio decisivo a qualcuno che sta usando solo uno dei due metodi di uso magico.

Dobbie usa la magia senza lanciare incantesimi ma evidentemente non è abbastanza potente da influenzare maghi forti o non ci sarebbero elfi domestici in primo luogo. Dobbiamo presumere che il lancio di incantesimi sia la tecnologia di amplificazione che ha portato gli esseri umani in cima alla catena alimentare magica, allo stesso modo in cui il linguaggio complesso e la successiva scrittura hanno permesso agli umani di trasmettere la conoscenza alla carta, consentendo alle generazioni future di accedere a conoscenze scoperte in precedenza.

Questa conoscenza precedente avrebbe consentito agli umani di non dover imparare di nuovo tutto ciò che i loro antenati sapevano attraverso tentativi ed errori. In un mondo magico, la capacità di trasferire il lancio di incantesimi, una tecnologia di amplificazione, diretta attraverso oggetti magici che risuonano con l'incantatore e ne amplifica ulteriormente le capacità, darebbe un netto (e forse, ingiusto) vantaggio agli umani che usano la magia.


In sintesi:

Quindi, la domanda è: possono esseri umani geneticamente capaci (comunemente chiamati maghi e streghe) usare la magia senza bacchette? Certamente. Sembra essere un'abilità usata da tutte le creature magiche nel "Potterverse".

Il vantaggio di concentrare l'energia magica usando una bacchetta come punto focale, allo stesso modo in cui un fabbro potrebbe usare un martello dirigere la forza verso il metallo che viene modellato, sarebbe un vantaggio decisivo nel lancio veloce e nella direzione mirata delle energie magiche.

E se due maghi stavano duellando con le bacchette e uno era improvvisamente senza bacchetta, come nel caso degli incantesimi disarmanti, è in svantaggio sia in termini di velocità che di potenza anche se ha accesso agli incantesimi. Se entrambi fossero disarmati, potrebbe essere più facile combattere fisicamente piuttosto che cercare di controllare le energie magiche senza un focus, dal momento che avrebbero avuto meno pratica nel farlo e potrebbero essere meno in grado di controllare efficacemente le energie magiche nella loro forma grezza e sfocata . Un mago che praticava, tuttavia, potrebbe sorprendere un mago che nel disarmarlo, trovò improvvisamente il mago disarmato, ancora in grado di creare effetti magici attraverso la disciplina e la pratica.

Bacchette e altri fuochi probabilmente destabilizzarono il "Potterverse" allo stesso modo la potenza delle armi ha destabilizzato la civiltà sulla Terra per lo stesso motivo. Permetteva un potere concentrato nelle mani di una forza ben addestrata. Gli animali magici che usavano il loro potere per amplificare le loro forze fisiche o altre abilità fisiche non potevano dirigere la magia in un'essenza distillata, o se potevano, senza bacchette, il lancio di incantesimi era probabilmente più lento o meno efficace, o aveva altri requisiti che lo rendevano non come buono come magia a lancio veloce usando le bacchette.

Sfortunatamente, se il "Potterverse" ha armi da fuoco, è per lo stesso motivo, i Wizards non hanno conquistato il mondo. Le armi da fuoco avrebbero messo armi ancora più veloci nelle mani di una forza che non doveva essere così ben addestrata per essere efficace. La differenza è la stessa tra l'arco lungo e la balestra. Relativamente ugualmente efficace in combattimento, ma la differenza nel tempo di addestramento era significativa. Da qui la ragione, gli archi lunghi sono diventati un anacronismo sul campo di battaglia, sostituiti dalle balestre con il loro breve tempo di addestramento e potenti effetti sul nemico.

#7
+6
ibid
2016-02-12 11:25:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I bambini magici producono magia accidentale poiché non hanno ancora la bacchetta per controllarla.

D. Ci sono incantesimi che non richiedono una bacchetta? Perché Harry ha fatto sparire il vetro nel secondo libro ... Come funziona?
JK Rowling: Da bambini, i maghi spesso producono magie accidentali quando provano forti emozioni. Le bacchette aiutano a controllare e canalizzare questo potere.
( Twitter )

La bacchetta è solo uno strumento per rendere la magia più facile. Il suo utilizzo varia a seconda della procedura guidata.

La bacchetta magica è nata in Europa. Le bacchette incanalano la magia in modo da rendere i suoi effetti più precisi e più potenti, anche se generalmente è considerato un marchio delle più grandi streghe e maghi che sono stati anche in grado di produrre magia senza bacchetta di altissima qualità . Come hanno dimostrato gli Animagi nativi americani e i creatori di pozioni, la magia senza bacchetta può raggiungere una grande complessità, ma Incantesimi e Trasfigurazione sono molto difficili senza uno.
( Pottermore - Storia of Magic in Nord America )

I maghi generalmente evitano cose come la magia senza bacchetta.

D. Ci sono molti maghi / streghe a Hogwarts che possono fare magie e volare senza bacchette o scope?
JK Rowling. No, esiste una tradizione culturale nell'usare le bacchette e il volo senza scopa è (come puoi immaginare) molto rischioso!
( Twitter )

In alcune parti del mondo, tuttavia, le bacchette non sono ancora state ampiamente adottate.

La bacchetta è un'invenzione europea, e mentre le streghe africane e i maghi l'hanno adottato come uno strumento utile nel secolo scorso, molti incantesimi vengono lanciati semplicemente puntando il dito o tramite gesti delle mani .
( Pottermore - Uagadou )

Gli incantesimi non verbali sono qualcosa insegnato a Hogwarts.

Adesso erano previsti incantesimi non verbali, non solo in Difesa contro le arti oscure, ma anche in Incantesimi e Trasfigurazione.
( Harry Potter e il principe mezzosangue - Capitolo 11 )

#8
+5
WizardKnight
2016-03-09 01:09:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

J.K. La Rowling ha appena pubblicato un estratto oggi per una serie di storie sulla storia della magia in Nord America su Pottermore

Ecco la parte che si applica a questa domanda:

La comunità magica dei nativi americani era particolarmente dotata nella magia degli animali e delle piante, le sue pozioni in particolare erano di una raffinatezza al di là di quanto era noto in Europa. La differenza più evidente tra la magia praticata dai nativi americani e i maghi d'Europa era l'assenza di una bacchetta.

La bacchetta magica è nata in Europa. Le bacchette incanalano la magia in modo da rendere i suoi effetti sia più precisi che più potenti, anche se generalmente è considerato un segno delle più grandi streghe e maghi che sono stati anche in grado di produrre magia senza bacchetta di altissima qualità. Come hanno dimostrato gli Animagi nativi americani e i creatori di pozioni, la magia senza bacchetta può raggiungere una grande complessità, ma Incantesimi e Trasfigurazione sono molto difficili senza uno.

#9
+3
Alex
2018-08-27 11:16:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono, apparentemente, prove contrastanti nei libri

In Doni della Morte Capitolo 1 la bacchetta presa in prestito da Voldemort viene distrutta. Chiede immediatamente una sostituzione e quando ne ottiene una Harry è al sicuro:

Faccia all'altezza del manubrio, Harry non vedeva altro che luci lontane che si avvicinavano sempre di più: lui stava per schiantarsi e non poteva farci niente. Dietro di lui venne un altro grido: "La tua bacchetta, Selwyn, dammi la tua bacchetta."

Questo sembra indicare che Voldemort non era in grado di attaccare Harry senza bacchetta.

Allo stesso modo, più avanti in Doni della Morte Harry, Ron e Hermione discutono se Moody sia effettivamente morto:

"Anche se la Maledizione che uccide ha mancato, Mad -Gli occhi cadevano ancora di circa mille piedi, ”disse Hermione, che ora teneva in mano le squadre di Quidditch di Gran Bretagna e Irlanda.

"Avrebbe potuto usare un ciondolo scudo -"

"Fleur ha detto che la sua bacchetta gli è stata fatta saltare di mano", disse Harry.

La risposta di Harry sembra indicare che Moody non avrebbe potuto lanciare un Charm Shield senza una bacchetta.

Se il lancio di incantesimi senza bacchetta fosse difficile ma possibile, chi sarebbe in grado di farlo se non i maghi più potenti come Voldemort e Moody? Pertanto, sembra che il lancio di incantesimi senza bacchetta sia impossibile o troppo difficile da usare in quelle situazioni.

Inoltre, durante la serie, perdere la bacchetta sembra essere equiparato all'impotenza, anche per potenti maghi. (Non credo che ci sia un solo esempio nella serie di un mago che usa la magia per difendersi o attaccare un avversario dopo aver perso la sua bacchetta.) L'esempio più evidente di questo è Silente quando viene ucciso in Half- Blood Prince :

"Silente con le spalle al muro!" disse, e si rivolse a una donnina tarchiata che sembrava potesse essere sua sorella e chi lo era ghignando avidamente. “Silente senza bacchetta, solo Silente! Ben fatto, Draco, ben fatto! "

In effetti, Silente non riesce a eseguire alcuna magia una volta che ha perso la sua bacchetta. Se il lancio di incantesimi senza bacchetta fosse possibile, ti aspetteresti che Silente ne faccia un po 'in questa grave situazione. Inoltre, il semplice fatto che i Mangiamorte lo schernissero per questo indica che non pensavano che ci fosse una possibilità che Silente potesse ancora difendersi.

In effetti, Silente dice esplicitamente a Malfoy che non può difendersi perché non ha la sua bacchetta:

E dopotutto, non hai davvero bisogno di aiuto. ... Al momento non ho la bacchetta. ... Non posso difendermi. "

(Anche se Silente mentiva per pungolare Malfoy, vediamo ancora che Malfoy non ha obiettato e ha detto che Silente poteva difendersi senza una bacchetta.)

Se anche Silente non fosse in grado di lanciare incantesimi senza bacchetta, chi altri potrebbe farlo?

È inoltre implicito che il lancio di incantesimi senza bacchetta è impossibile dal commento della McGonagall in Doni della Morte su come Snape potrebbe sopravvivere saltando da una finestra:

"No, non è morto", disse la McGranitt con amarezza. "A differenza di Silente, portava ancora una bacchetta ... e sembra che abbia imparato alcuni trucchi dal suo maestro."

Un'altra implicazione dei maghi che non sono in grado di eseguire senza bacchetta il lancio di incantesimi deriva da un commento di Ron in Doni della Morte :

"Il diritto di portare una bacchetta," disse il goblin a bassa voce, "è stato a lungo contesa tra maghi e goblin. "

"Ebbene, i goblin possono fare magie senza bacchette", disse Ron.

I goblin apparentemente si lamentano di non poter portare bacchette, e la risposta di Ron è che i goblin possono farlo magia senza bacchette. L'implicazione, quindi, è che i maghi non possono fare magie senza le bacchette. (Ovviamente, visto che parla Ron, probabilmente è l'esatto contrario o qualcosa del genere, a meno che non si tenga conto del fatto che Harry e Hermione non lo hanno corretto.)

Un'ulteriore possibile indicazione contro il lancio di incantesimi senza bacchetta viene da Voldemort in Doni della Morte :”

"Nessun volontario?" disse Voldemort. "Vediamo ... Lucius, non vedo motivo per te di avere più una bacchetta."

Lucius Malfoy alzò lo sguardo. La sua pelle appariva giallastra e cerosa alla luce del fuoco, e i suoi occhi erano infossati e in ombra. Quando parlava, la sua voce era roca.

"Mio Signore?"

"La tua bacchetta, Lucius. Ho bisogno della tua bacchetta. "

Nel contesto, sembra che togliere la bacchetta sia simile a togliere la magia.

Inoltre, il l'esistenza di incantesimi senza bacchetta creerebbe grosse complicazioni, come tenere prigionieri ad Azkaban. In effetti Sirius menziona specificamente in Prigioniero di Azkaban che non sarebbe stato in grado di superare i Dissennatori senza una bacchetta:

Ma ero debole , molto debole, e non avevo alcuna speranza di scacciarli da me senza una bacchetta. ...

Allo stesso modo, Bart Crouch Jr. ci dice che non gli era permesso avere una bacchetta mentre era imprigionato nella casa di suo padre, apparentemente come misura per impedirgli di fare magia:

Non mi era stata concessa una bacchetta da prima di Azkaban.

Inoltre, quando Voldemort rivive il suo attacco al Potter in Doni della Morte lo vediamo respingere completamente la possibilità che James sarebbe in grado di difendersi senza una bacchetta:

Tienilo a bada, senza una bacchetta in mano! ... Rise prima di lanciare la maledizione. ...

Altrove (alla festa della rinascita in Calice di fuoco ) Voldemort ci dice esplicitamente che gli incantesimi richiedono l'uso di una bacchetta:

Tuttavia, ero impotente come la creatura più debole vivente e senza i mezzi per aiutare me stesso. . . poiché non avevo corpo, e ogni incantesimo che avrebbe potuto aiutarmi richiedeva l'uso di una bacchetta. ...

Un'altra possibile prova è la descrizione di Ron che cerca di scappare da Malfoy Manor in * Doni della Morte:

Ron stava ora cercando di Smaterializzarsi senza una bacchetta.

La possibile implicazione qui è che in generale gli incantesimi non possono essere lanciati senza una bacchetta.

Quando Bellatrix sta per eseguire il Voto Unbreakable all'inizio del Principe Mezzosangue , Piton le ricorda che ha bisogno della sua bacchetta, indicando che non poteva avere fatto senza bacchetta:

"Avrai bisogno della tua bacchetta, Bellatrix," disse freddamente Snape.

Quando il Marchio Nero è evocato in Calice di fuoco , sia il signor Weasley che il signor Bagman affermano che per evocarlo è necessaria una bacchetta:

"Smettila, Amos "Disse il signor Weasley a bassa voce," non pensi seriamente che sia stato l'elfo? Il Marchio Oscuro è il segno di un mago. Richiede una bacchetta. "

" No! "ha detto. "Winky? Evocare il Marchio Oscuro? Non saprebbe come! Avrebbe bisogno di una bacchetta, tanto per cominciare! "

Mentre nel contesto lo dicono per dimostrare che non poteva essere un elfo domestico, il fatto che lo dicano specificamente richiede una bacchetta invece di dire che solo un mago può evocare sembra indicare che un mago richiederebbe effettivamente una bacchetta per evocarlo.

Inoltre, in Order of the Phoenix in realtà c'è un caso esplicito di un mago che pronuncia incantesimi senza bacchetta e non accade nulla perché non aveva una bacchetta:

Snape lanciò un flusso di parolacce e maledizioni miste, ma a tre metri di distanza dalla sua bacchetta non accadde nulla.


Tuttavia, quando Harry è stato attaccato dai Dissennatori all'inizio dell ' Ordine della fenice è stato in grado di lanciare un incantesimo anche se non aveva in mano la sua bacchetta:

Bacchetta! " Harry mormorò freneticamente, le sue mani che volavano sul terreno come ragni. "Dov'è - bacchetta - vieni - Lumos"

Ha detto automaticamente l'incantesimo, alla disperata ricerca di luce che lo aiutasse nella sua ricerca - e con suo incredulo sollievo, la luce lampeggiava a pochi centimetri dalla sua mano destra - la punta della bacchetta si era acceso. Harry lo raccolse, si alzò in piedi e si voltò.

Questo non era un incantesimo senza bacchetta di per sé , perché la luce usciva ancora dalla bacchetta. Sembra che Harry sia stato semplicemente in grado di incanalare la sua magia attraverso la bacchetta vicina . Quindi, questo mostrerebbe solo che non è necessario tenere una bacchetta magica per canalizzare la magia attraverso di essa (e la bacchetta presumibilmente deve essere molto vicina perché nell'esempio sopra la bacchetta di Snape era a soli 10 piedi da lui e dal suo esagoni ancora non funzionavano.)

In una vena in qualche modo simile, Harry ha cercato di evocare la sua bacchetta vicina quando Malfoy ha usato il Legame completo del corpo su di lui all'inizio di Mezzosangue Prince :

Ha provato a emettere un suono, anche un grugnito, ma era impossibile. Poi si ricordò che alcuni maghi, come Silente, potevano eseguire incantesimi senza parlare, così cercò di evocare la sua bacchetta, che gli era caduta di mano, pronunciando le parole " Accio Wand! " e di nuovo nella sua testa, ma non è successo niente.

Anche se questo non ha funzionato, potrebbe essere stato perché Harry non era in grado di eseguire incantesimi non verbali. In effetti sembra aver pensato che sarebbe stato possibile eseguire l'incantesimo anche se non aveva in mano la sua bacchetta.

D'altra parte, in Doni della Morte lì è una situazione quasi identica in cui ancora una volta l'incantesimo non funziona:

"Sì" sussurrò la voce. "Yesss ... tieniti ... tieniti ..."

" Accio ... Accio Wand ..."

Ma non è successo niente

Troviamo diversi esempi di magia apparentemente pura senza bacchetta. Ad esempio, quando impari a volare nella Pietra filosofale :

"Metti la mano destra sopra la scopa", ha chiamato Madam Hooch nella parte anteriore , "E dì" Su! ""

"SU!" tutti gridarono.

La scopa di Harry gli saltò subito in mano, ma fu una delle poche a farlo. Quella di Hermione Granger si era semplicemente ribaltata a terra e quella di Neville non si era mossa affatto.

Quirrel e Snape lanciarono entrambi incantesimi sulla scopa di Harry alla partita di quidditch di Pietra filosofale :

Ron prese il binocolo. Snape era in mezzo alle tribune di fronte a loro. Aveva gli occhi fissi su Harry e borbottava senza sosta sottovoce.

La tua amica Miss Granger mi ha accidentalmente fatto cadere mentre si precipitava ad appiccare il fuoco a Snape a quella partita di Quidditch. Mi ha interrotto il contatto visivo con te. Ancora pochi secondi e ti avrei fatto scendere da quella scopa. Ci sarei riuscito prima di allora se Snape non avesse mormorato una controcorruzione, cercando di salvarti. "

Non si fa menzione del fatto che nessuno dei due usi le bacchette, e infatti è improbabile che usassero le loro bacchette perché allora sarebbe stato ovvio quello che stavano facendo.

Quirrel usa ancora la magia senza bacchetta contro Harry quando combattono per la Pietra Filosofale:

Raptor schioccò le dita. Le corde balzarono fuori dal nulla e si avvolsero strettamente intorno a Harry.

In seguito disfa anche questo senza bacchetta:

Lui batté le mani una volta e le corde che legavano Harry caddero.

Anche Silente fa la magia battendo le mani sulla Pietra filosofale :

Batté le mani. In un istante, i drappi verdi divennero scarlatti e l'argento divenne oro; l'enorme serpente Serpeverde scomparve e un imponente leone di Grifondoro prese il suo posto.


Forse sta dicendo che tutti gli esempi di magia senza bacchetta sopra riportati provengono dal primo libro della serie. La spiegazione potrebbe semplicemente essere che l'autore non aveva ancora completamente cristallizzato tutte le regole per la magia a questo punto.

È anche forse possibile distinguere tra fare magie generali e lanciare incantesimi specifici. Apparizione, animazione e legilimità sembrano essere tutte eseguite abbastanza spesso senza bacchette, ma non sembrano nemmeno richiedere un vero incantesimo. (Piton usa un incantesimo per legilimency, quindi forse è un ibrido di magia che può essere un incantesimo o non un incantesimo.) Allo stesso modo, si potrebbe sostenere che il "su" che porta la scopa alla mano del mago non è un incantesimo di per sé ma una sorta di attivazione magica. Anche così, è più difficile argomentare questo per alcuni degli altri esempi di magia senza bacchetta, quindi sembra ancora essere in qualche modo una contraddizione ..

Anche se è forse possibile creare una teoria molto sfumata che consentirebbe istanze molto specifiche di magia senza bacchetta, sembra più probabile che questa sia solo una di quelle discrepanze che derivano dal compito estremamente difficile di avere sette libri di informazioni (scritti nel corso di un decennio) tutti presenti nel mente dell'autore in ogni momento.


Quanto sopra è tutto in riferimento a maghi che hanno già iniziato l'addestramento magico con le bacchette. È ben noto che i bambini piccoli possono fare magie senza bacchette, spesso involontariamente. (D'altra parte, questo potrebbe anche rientrare nella categoria di "magia-ma-non-incantesimo" se c'è qualche verità nella suddetta teoria.)

#10
+2
ZealousHypocrites
2015-12-03 22:07:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è la magia senza bacchetta mostrata da questo tipo particolarmente interessante:

Coffee Wizard

E una breve teoria:

Maybe

Testo dall'immagine:

Guarda, ho realizzato una gif di questo fantastico mago al Leaky Cauldron!

DUDE STA LEGGENDO "UNA BREVE STORIA DEL TEMPO" DI STEPHEN HAWKING. NON HO MAI CAPITO.

dici sul serio (?) Ho sempre pensato che i maghi ignorassero la scienza, perché il fatto che la "magia" esista può spiegare qualsiasi cosa. Ma ci sono maghi Babbani, quelli che, fino all'età di undici anni, hanno vissuto nel mondo reale e hanno imparato scienze e cose. Hanno semplicemente abbandonato quella normale conoscenza babbana, come fece Harry? È sempre stato lì, prurito nella parte posteriore della mia mente.

possiamo far notare che anche lui sta facendo magia senza bacchetta (?) Come se Voldemort non potesse nemmeno farlo, Molly Weasley non poteva farlo, chi sei (?)

abbastanza sicuro che tutta questa serie abbia riguardato i maghi sbagliati

Trama: È in grado di fare magie senza bacchetta perché la sua comprensione completa della fisica quantistica significa che è l'unico mago / strega a capire veramente come funziona la magia (invece di capire come usarla in modo efficace, due cose molto, molto diverse)

Un po 'fuori tema, ma penso Posso collegarlo: chiunque abbia familiarità con le tre leggi di Clarke?

  3. Qualsiasi tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.  

Ho sempre considerato tutte le streghe e i maghi scienziati (almeno chiunque di loro voglia espandere le proprie capacità magiche oltre "un'intensa reazione emotiva = qualcosa di folle accade nelle vicinanze"), è solo che il loro campo di studio è molto diverso rispetto alla maggior parte degli altri scienziati. Il modo in cui esercitano la magia può essere quantificato nello stesso modo in cui il nostro uso di armi nucleari / elettriche / magnetiche / ecc. le forze possono essere quantificate. Quindi le loro "bacchette" sono solo una tecnologia di focalizzazione, ma hanno ancora modi per manipolare la magia. Più loro, con il loro controllo magico "incorporato" (la maggior parte delle persone non magiche non hanno questa qualità speciale), capiscono la magia, più possono fare a meno di una bacchetta.

Potresti per favore (1) aggiungere un link al post di Tumblr che stai citando e (2) copiare / incollare il testo pertinente?Non è molto facile cercare un'immagine.
Sicuramente apporterò le modifiche ora.
Potrebbe piacerti [Harry Potter e i metodi della razionalità] (http://hpmor.com) - Un universo alternativo Harry Potter in cui è stato cresciuto da un professore, è un bambino prodigio e lavora con il metodo scientifico.:)


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...