Domanda:
Perché Harry non è morto nella foresta oscura?
AugustoQ
2013-05-05 01:39:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

So che questa domanda può sembrare che abbia una risposta molto ovvia, e molti di voi potrebbero semplicemente dire che Harry non è morto perché era il Maestro della Morte, poiché aveva il possesso dei tre Doni della Morte.

Tuttavia, il "Maestro della morte" non potrebbe essere un semplice modo di dire, dal momento che il proprietario dei Doni sarebbe in grado di uccidere, resuscitare e schivare la morte?

So che questa è una domanda che è lasciata aperta nel libro, ma Harry non poteva essere vissuto perché portava un pezzo dell'anima di Voldemort, e Silente diede a Harry la scelta di morire davvero o semplicemente uccidere il pezzo dell'anima di Voldemort, e poi Harry potrebbe vivere?

C'è qualcosa in uno qualsiasi dei libri a supporto di una delle due teorie?

Cinque risposte:
#1
+39
Slytherincess
2013-05-05 02:49:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il vero Maestro della morte è quell'individuo che accetta pienamente la mortalità e non ha paura di morire se stesso. Non si tratta di possedere o usare i Doni; si tratta di accettare l'inevitabilità della morte, cosa che Voldemort non era completamente in grado di fare, ma Harry era in grado di accettare il concetto di inevitabilità della morte.

Penso che questo sia davvero importante: Non è Silente che dà a Harry l'opportunità di scegliere la vita o la morte mentre sono a King's Cross in Doni della Morte - Harry possiede la discrezione di scegliere il suo prossimo passo da solo - alla fine, Harry sceglie la vita. Silente non lo sceglie per lui.

La realizzazione di ciò che sarebbe successo dopo si stabilì gradualmente su Harry nei lunghi minuti, come neve che cade dolcemente.

"Devo tornare indietro, vero? ? "

" Dipende da te. "

" Ho una scelta? "

" Oh sì. "Dumbledore gli sorrise. 'Siamo a King's Cross, dici? Penso che se decidessi di non tornare indietro, potresti ... diciamo ... salire su un treno. "

" E dove mi porterebbe? "

"Avanti", disse semplicemente Silente.

Doni della Morte - pagina 578 - Bloomsbury - capitolo 35, King's Cross

Harry avrebbe potuto scegliere di andare avanti, ma non lo fece. Ha scelto di tornare indietro, ha scelto di affrontare Voldemort per cercare di distruggerlo, in modo che le persone e la comunità che amava così ferocemente potessero vivere vite migliori, più sicure e più pacifiche senza paura.

Poiché Voldemort ha preso il sangue di Harry per la pozione della resurrezione in Calice di fuoco , e ha raccolto gli incantesimi di Lily, gli incantesimi di Lily nel sangue di Voldemort hanno tenuto Harry legato alla vita finché Voldemort era vivo. Voldemort ha distrutto il pezzo della sua anima quando ha lanciato Avada Kedavra su Harry nella foresta (con le protezioni di Lily che impedivano a Harry di essere ucciso); Harry non ha ucciso quel pezzo dell'anima di Voldemort. Il pezzo di anima non proteggeva Harry dalla morte; il fatto che sia lui che Voldemort condividessero gli incantesimi protettivi di Lily mantenne Harry in vita.

Quindi, no, il fatto che Harry sia sopravvissuto ad Avada Kedavra nella foresta non ha a che fare con il possesso di una parte dell'anima di Voldemort. Ha a che fare con Harry legato alla vita attraverso gli incantesimi di Voldemort e Lily e con la scelta di Harry di non continuare sulla via della morte a King's Cross.

Harry scelse la vita dopo che il pezzo dell'anima di Voldemort dentro di lui fu distrutto.

Non ho mai realizzato che Harry fosse in Trainspotting
* Gli incantesimi di Lily nel sangue di Voldemort hanno tenuto Harry legato alla vita finché Voldemort era vivo * - questo significa che indipendentemente da tutti gli eventi nei libri Voldemort non sarebbe stato in grado di uccidere Harry comunque?Tipo, mai e poi mai?Mentre qualsiasi altro Mangiamorte (o chiunque davvero) potrebbe farlo?
#2
+12
DaaaahWhoosh
2017-07-04 00:16:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Usando la citazione da questa risposta:

Harry vide il jet verde di Voldemort incontrare il suo stesso incantesimo, vide la Bacchetta di Sambuco volare alta, scura contro l'alba, roteando attraverso il soffitto incantato come la testa di Nagini, roteando in aria verso il padrone che non ucciderebbe , che era arrivato finalmente a prenderne pieno possesso.

- Doni della Morte , capitolo 36 ( Il difetto nel piano )

Ciò implica che, poiché Harry è il vero proprietario della Bacchetta di Sambuco, uccidere le maledizioni dirette contro di lui dalla Bacchetta di Sambuco semplicemente non funzionerà. Il pezzo dell'anima di Voldemort è morto per lo stesso motivo per cui Voldemort è morto la prossima volta che ha cercato di uccidere Harry: la maledizione uccide ancora, solo non Harry.

Per quanto riguarda la scena di King's Cross menzionata nell'altra risposta, punto Harry può essere considerato privo di sensi. Non credo che possiamo prendere tutto ciò che accade quando si trova in questo stato per essere reale, e certamente non dovremmo prenderlo alla lettera. Nella migliore delle ipotesi, è un'esperienza spirituale criptica; nel peggiore dei casi, è solo un sogno.

Per quanto riguarda la teoria del "Maestro della morte", nell'universo fa parte di una fiaba, una che molti personaggi non pensano fosse vera al 100%. Inoltre, ci sono troppe domande sul fatto che Harry sia o meno il maestro della Morte; ha lasciato cadere la pietra, non portava la bacchetta e non indossava il mantello.

Questa risposta, d'altra parte, si basa su una citazione diretta del narratore , che è onmisciente e, a mia memoria, non ha mai mentito.

Inoltre, da questa risposta si ricava una citazione a sostegno della stessa autrice :

Inoltre, poiché Voldemort usa la bacchetta di Sambuco, che in realtà appartiene a Harry, né la Cruciatus né la maledizione mortale funzionano correttamente . "La maledizione di Avada Kedavra, tuttavia, è così potente da ferire Harry, e riesce anche a uccidere la parte di lui che non è veramente lui, in altre parole, il frammento dell'anima di Voldemort che è ancora aggrappata alla sua. la maledizione disabilita anche Harry abbastanza gravemente da poter essere morto se avesse scelto quella strada.

Il mio grassetto. Come dice lei, Harry è sopravvissuto perché la maledizione che uccide non funziona 100 %, e dopo perché Harry ha deciso di non arrendersi. Quindi si potrebbe dire che è stata in parte la decisione di Harry a salvarlo, ma è stata la Bacchetta di Sambuco a dargli la scelta in primo luogo.

In basso linea: Harry era il maestro della Bacchetta di Sambuco, che si rifiutava di ucciderlo.

Ora mi chiedo, se Harry avesse scelto di morire, ciò significherebbe che la fedeltà della Bacchetta di Sambuco sarebbe cambiata?O sarebbe diventato il suo proprietario finale, come intendeva fare Silente?
La tua enfasi solleva alcuni punti interessanti ... Se non uccide il suo padrone, sembra improbabile che Harry fosse effettivamente in pericolo di morire nel suo sogno di King's Cross.
@TBear ha modificato con una citazione in una risposta alla tua domanda.Per come la vedo io, la bacchetta sta mettendo alla prova Harry.Non lo uccide, ma lo mette così vicino alla morte che Harry può scegliere di arrendersi, o il potere e dimostrarsi degno.Sembra qualcosa che farebbe la Bacchetta di Sambuco.
#3
+11
Mal
2018-04-15 10:32:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Era la Bacchetta di Sambuco, il sangue di Harry e la scelta di Harry.

J.K. Rowling fornisce una risposta dettagliata a questo nella sezione delle FAQ del suo vecchio sito web e ha attribuito la sopravvivenza di Harry a tre diversi fattori: il sangue di Lily nel Signore Oscuro, Harry è il vero maestro della Bacchetta di Sambuco e le scelte sia di Harry che dell'Oscurità Il Signore ha creato.

La protezione del sacrificio di Lily

La prima parte era che il Signore Oscuro aveva il sangue di Harry in lui e lo legava alla vita mantenendo vivo l'incantesimo.

Ancora una volta, Voldemort ha violato le profonde leggi della magia che non capiva, ma c'è dell'altro oltre a questo.

Avendo preso il sangue di Harry dentro di sé, Voldemort sta mantenendo vivo il potere protettivo di Lily su Harry. Quindi Voldemort stesso si comporta quasi come un Horcrux per Harry - tranne che il potere del sacrificio di Lily è una forza positiva che non solo continua a legare Harry alla vita, ma dà a Voldemort stesso un'ultima possibilità (Silente si riferisce a quest'ultima speranza nel capitolo 35) . Voldemort ha involontariamente rimesso dentro di sé alcune gocce di bontà; se si fosse pentito, avrebbe potuto essere guarito più profondamente di quanto chiunque avrebbe supposto. Ma, ovviamente, si rifiutava di provare rimorso.
- Domande frequenti su J.K. Il sito web della Rowling

Silente si aspettava che ciò accadesse e lo ha spiegato a Harry.

“Ha preso il tuo sangue credendo che lo avrebbe rafforzato. Ha preso nel suo corpo una piccola parte dell'incantesimo che tua madre ti ha lasciato quando è morta per te. Il suo corpo mantiene vivo il suo sacrificio, e mentre quell'incantesimo sopravvive, anche tu e così fa l'ultima speranza di Voldemort per se stesso. "
- Harry Potter e i Doni della Morte, Capitolo 35 (Kings Cross)

Harry essere il vero maestro della Bacchetta di Sambuco

La seconda parte è che il Signore Oscuro ha usato la Bacchetta di Sambuco, una bacchetta che vedeva Harry come il suo padrone, contro Harry, quindi nessuno degli incantesimi che ha cercato di lanciare su Harry ha funzionato.

Voldemort usa anche la Bacchetta di Sambuco, la bacchetta che è veramente di Harry. Non funziona correttamente contro il suo vero proprietario; nessuna maledizione che Voldemort lancia su Harry funziona correttamente; né la maledizione Cruciatus né la maledizione omicida.

La maledizione di Avada Kedavra, tuttavia, è così potente che fa male a Harry, e riesce anche a uccidere la parte di lui che non è veramente lui, in altre parole , il frammento dell'anima di Voldemort ancora aggrappato alla sua. La maledizione disabilita anche Harry abbastanza gravemente da poter essere morto se avesse scelto quella strada (ancora una volta, Silente dice che ha una scelta se svegliarsi o meno). Ma Harry decide di lottare per tornare alla coscienza, capitalizza la "via di fuga" di Lily e si ritira nel regno dei vivi.
- Domande frequenti su J.K. Sito web della Rowling

Le scelte fatte sia da Harry che dal Signore Oscuro

Tuttavia, le scelte che sia Harry che il Signore Oscuro avevano avuto un ruolo importante nel risultato finale degli eventi. Se uno di loro avesse fatto anche una scelta diversa, il risultato potrebbe essere stato diverso.

È importante affermare che ho sempre visto questo tipo di magia (le questioni più profonde della vita e della morte) come essenzialmente non scientifico; in altre parole, non esiste la formula "Elder Wand + Lily’s Blood = Assured Survival". Ciò che conta, in definitiva, sono le scelte di Harry e Voldemort. A ciascuno di loro sono state fornite determinate armi e protezioni, ma il potere di questi oggetti e degli eventi passati risiede nel modo in cui vengono compresi e nel modo in cui vengono usati o messi in atto. Harry ha una comprensione più profonda e più vera del significato degli oggetti e degli eventi passati, ma i suoi più grandi poteri, quelli che lo salvano, sono il libero arbitrio, il coraggio e la certezza morale.
- Domande frequenti su J.K. Il sito web della Rowling

Uno dei più semplici, anche se non l'unico, esempio di ciò era che Harry avrebbe potuto scegliere di morire quando la Maledizione Mortale lo colpì.

Harry essere "maestro della morte", nel contesto, non sembrava letteralmente inteso.

Essere un "maestro della morte" non è mai menzionato come motivo della sua sopravvivenza, nei libri o nelle interviste con JK Rowling. È stato menzionato solo una volta, da Silente quando dice a Harry che era saggio di non temere la morte.

"Sei il vero maestro della morte, perché il vero maestro non cerca di scappare dalla morte. Accetta di dover morire e comprende che ci sono cose di gran lunga peggiori nel mondo dei vivi che morire. "
- Harry Potter e i Doni della Morte, Capitolo 35 (Kings Cross)

Usato in questo modo, sembra essere più un'affermazione che è meglio accettare che la morte avvenga e Harry è stato onorevole scegliere attivamente di morire per una nobile causa, piuttosto che una dichiarazione letterale sul suo possesso di tutti i Doni. In effetti, il suo possesso di tutti e tre i Doni poco prima dello scontro non viene mai menzionato come fattore della sua sopravvivenza.

Non è stata la migliore risposta alla domanda ?!
@FP Grazie mille, ho lavorato molto duramente per la ricerca!:)
#4
+3
Kiran Waghmare
2014-08-11 14:50:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il sangue di Harry aveva gli incantesimi di protezione forniti dal sacrificio di Lily. In Calice di fuoco , quando Voldemort usa il sangue di Harry per la sua resurrezione, la protezione fornita dall'incantesimo è raddoppiata. Quindi Harry non può morire senza che Voldemort muoia.

#5
-1
LLgood
2018-03-27 08:22:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non è morto nella foresta perché la bacchetta di sambuco apparteneva a Harry e puoi concludere che le bacchette non uccidono i loro padroni. Quindi, quando Voldemort ha cercato di uccidere Harry nella foresta, tutto ciò che la bacchetta poteva fare era uccidere il pezzo di Voldemort in Harry (l'horcrux) non Harry stesso. Quando Voldemort alla fine ha cercato di uccidere Harry durante la battaglia, non c'era niente da uccidere tranne Harry stesso, ma la bacchetta non poteva uccidere il suo proprietario, quindi si è ritorta contro e ha ucciso Voldemort. Se Harry non fosse stato un horcrux, non sarebbe morto nella foresta e Voldemort sarebbe diventato quel piccolo bambino che ha fatto quando ha cercato di uccidere Harry per la prima volta quando era bambino.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...