Domanda:
Perché Gandalf pensa di non essere abbastanza forte da rivelarsi a Sauron tramite il palantir?
user31546
2015-05-18 15:35:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sappiamo che Aragorn è abbastanza forte da rivelarsi (perché è il legittimo proprietario del palantir) ma perché Gandalf non pensa di poter sopportare Sauron? Nella parte più profonda della sua mente, pensa che se si rivela sarebbe intrappolato come Saruman o che forse, se si rivela, Sauron potrebbe cambiare i suoi piani?

Perché Gandalf non pensa di essere pronto per un simile test?

Qual è stato il vantaggio per Gandalf?
Perché dovrebbe fare cose pericolose lui stesso quando ha il re domestico?
@BarafuAlbino Ho riso di cuore a questo. Soprattutto dal momento che è praticamente il più anti-Gandalf pensato che ci sia mai stato.
Per riformulare leggermente la domanda: perché era meglio per Pipino usare il Palantir di quanto sarebbe stato per Gandalf usarlo? Perché Pipino non sa quanto Gandalf. Ha quindi informazioni meno utili da dare a Sauron. Pipino non sa molto di più su dove sia l'Anello di quanto Sauron già sappia: ce l'ha uno hobbit di nome Baggins e non si sa dove si trovi. Pipino sa che il piano è distruggere l'Anello, ma fortunatamente è stato abbastanza intelligente da tenerlo per sé.
E fino a quando Pipino non lo usò accidentalmente, Gandalf non era sicuro di cosa fosse il Palantir. Se l'avesse usato prima di identificarlo come un Palantir, forse non sarebbe stato in guardia per evitare di dare informazioni a Sauron. Sarebbe stato catastrofico, considerando quanto sapeva. E più in generale / ovviamente, Sauron è un avversario MOLTO intimidatorio e formidabile - anche Gandalf ha ampie ragioni per temere un confronto diretto con un avversario così potente. Sauron è il male incarnato, non avresti paura di lui?
Un'altra possibilità: sappiamo che Sauron teme l'erede di Isildur (cioè Aragorn). Non sappiamo se abbia paura di Gandalf (non ricordo di aver letto nulla in tal senso). Potrebbe essere più sicuro che il Palantir venga usato da qualcuno di cui Sauron ha paura. È meno probabile che abbia un vantaggio in quella situazione.
Cinque risposte:
#1
+68
Binary Worrier
2015-05-18 16:40:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'ho sempre pensato in questo modo: Gandalf sa che in una gara di volontà tra Saruman e Sauron, Sauron ha vinto. Non ha motivo di credere di essere molto più forte di Saruman. Questo risponde alla domanda posta.

Tuttavia considera i rischi. Lauron non è uno sciocco. Lui sa chi è Gandalf, e forse la sua più grande paura è che Gandalf rivendichi l'anello per se stesso ( a Sauron non viene mai in mente che il Consiglio avrebbe cercato di distruggere l'anello, per lui era una questione di chi avrebbe rivendicato il squilla per primo ). Sa che Gandalf, tra tutte le persone, probabilmente sa dov'è l'anello.

Diciamo che Gandalf prende il palantir per un po 'di battute con Sauron. Sauron vedrà immediatamente che Gandalf non sta brandendo l'Unico Anello, e piegherà ogni pezzetto di muscolo mentale che ha per raggrinzire la sua posizione dalla testa di Gandalf. Vedrebbe il vero piano (hobbit di lanciare l'anello sul Monte Fato), vedrà la battaglia davanti ai cancelli come il diversivo che è. Ogni speranza per la Terra di Mezzo è estinta.

Sauron apprende anche che Gandalf porta uno dei tre e apprenderà anche che anche Galadriel & Elrond porta anelli, compromettendo quei due ei loro regni. Quindi l'unica risorsa più grande che i bravi ragazzi hanno (Gandalf) è compromessa, così come i loro unici alleati.

I rischi per Gandalf che usa il palantir sono astronomici, ma a che scopo? Cosa imparerà Gandalf per cui vale la pena rischiare?

Aragon è la scelta più sicura, in cerca di shock e timore reverenziale, la linea di sangue & la lama che ha ucciso la forma corporea di Sauron e diminuito il suo spirito. C'erano ancora dei rischi, ma come dici tu, sono mitigati dall'innato diritto di Aragon come maestro del palantir.

Considera anche che Gandalf (come gli altri Istari) è proibito affrontando o affrontando direttamente Sauron, può solo aiutare (dirigere e incoraggiare) gli altri nelle loro lotte contro il signore oscuro.

Non credo che Sauron possa influenzare i tre anelli mentre l'unico anello è perso. Elrond e Galadriel indossano i loro apertamente, IIRC. Gandalf non lo fa solo perché è così spesso in diretto confronto con i servi di Mordor e non vuole rendersi un obiettivo più grande di quello che già è.
Ottima risposta, con diversi ottimi motivi! (Anche se @TylerH ha ragione; non sono sicuro che i proprietari dei Tre fossero un segreto, né avrebbe avuto molta importanza.)
"Sauron vedrà immediatamente che Gandalf non sta impugnando l'Unico Anello ..." Ma Sauron lo saprebbe immediatamente se qualcuno avesse reclamato l'anello.
Almeno nei libri, avere Aragorn che guarda nel Palantir non è qualcosa che Gandalf sceglie. È qualcosa che Aragorn decide di fare da solo, anche se Gandalf sospetta che ci avrebbe provato e avrebbe potuto presumibilmente prendere più misure per prevenire se pensasse che fosse davvero una cattiva idea.
@DanBarron Sauron avrebbe anche saputo se Gandalf lo stava portando in giro aspettando il momento giusto per dichiararsi. Dopo la battaglia di Minas, Tirith Sauron crede chiaramente che Aragorn abbia l'Uno, ma non si è ancora dichiarato.
Punti buoni. Anche in questa fase alcune delle differenze tra i libri e i film sono confuse nella mia testa.
@TylerH: Non ti contraddico apertamente, ma ho capito che ognuno dei tre era indossato in segreto. Sei sicuro che Elrond e Galadriel indossassero i loro apertamente? Pensavo lo avessero fatto solo dopo la distruzione dell'Unico Anello.
@TylerH Non erano indossati apertamente. Ricorda, allo specchio di Galadriel, Sam non vede Nenya anche quando lo vede Frodo, e Galadriel dice qualcosa del tipo "qui rimane, ma non può essere nascosto al portatore dell'Uno". (Non posso citare esattamente, nessun libro qui).
@DJClayworth: Sauron chiaramente non sapeva quando qualcuno lo stava trasportando, poiché si sbagliava su Aragorn, e non era consapevole che fosse con Frodo molto vicino alla sua roccaforte fino a quando Frodo non lo rivendicò. Poi ha capito subito.
@DanBarron Sì, questo è il punto. Sauron credeva che Aragorn stesse portando l'Uno, quando non lo era, e non sapeva che Frodo lo fosse.
@BinaryWorrier No, non ero sicuro, da qui l '"IIRC" :-) Chiaramente non mi ricordavo abbastanza correttamente. Anche se sono sicuro che i film mi hanno aiutato a confondere la memoria.
Poiché galadriel afferma che il potere del suo anello protegge Lorien, possiamo presumere che Sauron sappia dove si trova. Quanto a quello di Elrond. Ad ogni modo, con solo 3 lord elfi maggiori rimasti in ME, sarebbe abbastanza stupido non indovinare dove si trovano (tranne quello passato a Gandalf)
Per riformulare leggermente la domanda: perché era meglio per Pipino usare il Palantir di quanto sarebbe stato per Gandalf usarlo? Perché Pipino non sa quanto Gandalf. Ha quindi informazioni meno utili da dare a Sauron. Pipino non sa molto di più su dove sia l'Anello di quanto Sauron già sappia: ce l'ha uno hobbit di nome Baggins e non si sa dove si trovi. Pipino sa che il piano è distruggere l'Anello, ma fortunatamente è stato abbastanza intelligente da tenerlo per sé
@BinaryWorrier - +1, ottima risposta. Ma su un punto di minore dettaglio, Gandalf sa davvero dove si trova Frodo? Per come la vedo io, la cosa peggiore che Gandalf potrebbe rivelare a Sauron è che intendono distruggere l'Anello. Ma supponendo che non sappia dove sia Frodo, e presumendo che non rivelerebbe il piano per distruggerlo, non sa molto di più di Sauron sulla posizione dell'Anello: è nelle mani di uno hobbit di nome Baggins . Questo hobbit è della Contea, ma è andato a Gran Burrone qualche tempo fa, e ora è da qualche altra parte. Sauron sa già tutto questo.
@TylerH - se la memoria mi serve, Galadriel indossa il suo anello la maggior parte / tutto il tempo, ma le persone lo notano raramente. Frodo lo vede allo Specchio, ma quando lo fa, Sam è scioccato perché non l'aveva notato prima che Frodo lo menzionasse, o almeno non pensava che fosse niente di speciale - solo un anello d'oro. Nella scena allo specchio, brilla intensamente e solo allora sembra straordinario.
@WadCheber: Ah "_per raggrinzire la sua posizione fuori dalla testa di Gandalf_". Non troverà la sua posizione, perché Gandalf non sa esattamente dove sia, ma l'inferenza è che troverà tutto il resto mentre lo cerca. Mi dispiace che non sia stato chiaro amico.
@Eagle1 Come dici tu, non è difficile sospettare dove siano i Tre, ma il sospetto non è una prova (Gandalf e Narya sono il caso in questione) né sapere che c'è un anello "in Lorien" è lo stesso che sapere che ce l'ha Galadriel .Galadriel dice esplicitamente "Egli [Sauron] sospetta ma non lo sa --- non ancora" e "... si sa che è permesso parlarne, ed Elrond non poteva farlo. Ma non può essere _hidden_ ​​dall'Anello -bearer "significa che i detentori dei Tre si conoscono ma questa conoscenza non è pubblica ed è _ nascosta_ agli altri (come Sam, che non può vedere il suo anello mentre Frodo può).
@WadCheber Sam non vede l'anello anche se Frodo e Galadriel ne parlano apertamente davanti a lui. Quando Galadriel chiede direttamente a Sam se ha visto l'anello, lui risponde "No, signora. A dirti la verità, mi chiedevo di cosa stessi parlando. Ho visto una stella attraverso il tuo dito".
@WadCheber Nel momento in cui ottiene l'accesso al palantir, Gandalf sa (da Aragorn) che Frodo ha attraversato l'Anduin con l'Anello e con Sam. Non è esattamente la stessa cosa che sapere esattamente dove si trova l'Anello, ma è sicuramente un'informazione ** inestimabile ** dal punto di vista di Sauron: rende chiaro che (a) l'Erede di Isildur non ha l'Anello e nemmeno Gandalf, e che (b) le sue forze sono impiegate meglio alla ricerca di due hobbit ad est dell'Anduin piuttosto che di qualsiasi altra cosa. Indica anche fortemente che il vero piano è distruggere l'Anello di nascosto piuttosto che usarlo.
#2
+29
DevSolar
2015-05-18 19:48:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A parte le cose (corrette, IMHO) che Binary Worrier ha detto, in Unfinished Tales abbiamo letto questo sulla scelta degli Istari (anche se ho preso quella citazione da Wikipedia dove l'ho letta recentemente) ... l'enfasi è mia:

Manwë convocò i Valar per un consiglio [- forse aveva chiesto consiglio a Eru -] al quale fu deciso di inviare tre emissari a Middle- terra e ha chiesto chi sarebbe andato. Avrebbero dovuto perdere forza e rivestirsi di carne per conquistare la fiducia di Elfi e Uomini, ma questo li metterebbe anche in pericolo, diminuirebbe la loro saggezza e conoscenza e provocherebbe paura, cura e stanchezza della carne. Solo due si fecero avanti; Curumo [Saruman] e Alatar. Curumo fu scelto da Aulë tra i "suoi" Maiar, e Alatar fu inviato da Oromë. Manwë chiese dove fosse Olórin [Gandalf], e Olórin, appena tornato da un viaggio e venuto alla riunione, chiese cosa voleva da lui. Manwë ha detto che desiderava che andasse come terzo nella Terra di Mezzo. Olórin ha risposto che si considerava troppo debole per un simile compito, e ha aggiunto che temeva Sauron . Quindi Manwë disse che quella era una ragione in più per cui sarebbe dovuto andare, e gli comandò di andare come terzo. Lì Varda fece irruzione e disse "Non come la terza", e Curumo se lo ricordò.

Quindi Gandalf, fin dall'inizio, era convinto che non avrebbe resistito in un uno- uno contro Sauron.

In questo, incarnava molto l'idea che i Valar avevano per gli Istari: consigliare, guidare e incoraggiare, ma non eguagliare il potere di Sauron contro il potere . Non ho una citazione diretta per quest'ultimo, ma sono abbastanza sicuro di aver letto che gli Istari sono proibiti un confronto diretto con i Valar.

Quindi, Gandalf fondamentalmente seguiva i suoi preconcetti sul potere relativo suo e di Sauron, così come la volontà dei Valar.

tre emissari?Non erano cinque?
#3
+3
mikeagg
2015-05-19 18:57:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le risposte di DevSolar e Binary Worrier sono esatte. Ma considera anche che Sauron è in possesso di un palantir da molto tempo ed è presumibilmente praticato nel suo utilizzo. È anche noto per essere stato una grande abilità nella creazione di potenti dispositivi, poiché ha insegnato agli elfi come forgiare grandi anelli, e questo potrebbe avergli dato una certa affinità con la pietra di Ithil.

Gandalf non aveva quasi mai visto un palantir prima della caduta di Orthanc. Anche se li avesse visti secoli fa a Valinor, prima che andassero a Númenor, è dubbio che ne avrebbe mai usato uno.

#4
  0
user45893
2015-05-20 14:47:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gandalf è un essere inferiore a Sauron. Ricorda, Sauron era il luogotenente del malvagio Ainor che fu spinto nel vuoto. Gandalf può interagire con un Balrog, che era un servitore minore del maligno, e lo fa. Il concorso è così equilibrato che Gandalf è fuori gioco per un po '.

#5
-1
user99348
2018-04-18 05:16:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Da quanto ho capito, gli Istari furono inviati dai Valar per aiutare la Terra di Mezzo, non per risolvere i loro problemi al posto loro. Questo spiega perché Galdalf scappa sempre nei momenti di bisogno. Più in Lo Hobbit che in Il Signore degli Anelli .



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...