Domanda:
C'era qualche nozione di omosessualità nella Terra di Mezzo?
DVK-on-Ahch-To
2014-01-10 18:12:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'era qualche nozione di omosessualità nella Terra di Mezzo?

Una buona risposta sarebbe mostrare un esempio specifico, OPPURE un passaggio nelle lettere di Tolkien che dichiara il motivo della sua assenza.

Una cattiva risposta sarebbe semplicemente indicare genericamente le visioni religiose di Tolkien.

Bene, Sam e Frodo a volte si baciano e si comportano diversamente da come farebbero i ragazzi etero nella cultura americana attuale. Forse sono solo tempi e costumi diversi, ma non ricordo di colpo nessun altro esempio di uomini che si baciano nei libri del periodo, diciamo 1910-1950. (E personalmente, non bacerei qualcuno, maschio o femmina, a meno che il sesso non fosse almeno una possibilità.) Come notato di seguito, se ci fosse un'omosessualità aperta in LOTR, non avrebbe potuto essere pubblicato, quindi a volte mi sono chiesto se Tolkien stesse forse scivolando in un riferimento obliquo.
@jamesqf - È molto specifico per la cultura. I russi si abbracciano e si baciano molto (nonostante siano prevalentemente omofobi). In generale, l'affetto platonico fisico tra i maschi era una * cosa * prima del 20 ° secolo.
Certo, ma la domanda rimane perché Tolkien, un prodotto della cultura britannica dell'inizio del XX secolo, li avrebbe fatti agire in quel modo. È più o meno lo stesso delle poche donne in LOTR: due di loro sembrano buone a nient'altro che sedersi su un piedistallo, mentre Eowyn è una donna guerriera piuttosto moderna.
Vale la pena sottolineare che l'omosessualità era illegale nel Regno Unito fino al 1967, quindi non è molto sorprendente che Tolkien non la menzioni in alcun modo.
Cinque risposte:
#1
+34
Dave M
2014-01-10 19:01:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non ci sono riferimenti omosessuali nello Hobbit o nella LOTR e non ricordo nulla nemmeno nel Silmarillion. Quando il libro è stato scritto, era raro che l'omosessualità venisse menzionata in qualche modo nella letteratura.

Ciò che si nota è il numero di strette relazioni maschili nella narrativa. Da Watson e Holmes, Frodo e Sam più l'intero cast di Biggles, non è stato insolito. L'idea di un uomo che ama un altro è abbastanza aperta, ma è sempre descritta come del tutto platonica. Sta al lettore decidere se c'è qualcosa di più.

Ho letto un articolo interessante ... da qualche parte ... in cui una donna stava leggendo LOTR a sua figlia che era convinta che Sam dovrebbe essere una ragazza. Se ci pensi, non fa molta differenza per la storia (anche se il matrimonio con Rosie diventa una proposta più moderna).

Tolkien basò la relazione di Frodo e Sam su quella di un ufficiale e del suo fedele [batman] (http://en.wikipedia.org/wiki/Batman_%28military%29) nella prima guerra mondiale. Non c'è alcuna componente sessuale.
Penso che l'articolo che stai quasi ricordando fosse una ragazzina convinta che Bilbo fosse una ragazza, e sua madre ha letto Lo Hobbit cambiando i pronomi di genere dappertutto, ed era comunque una bella storia. http://boingboing.net/2013/12/30/genderswitched-bilbo-makes-the.html
Non vedo alcuna relazione sessuale tra Sam e Frodo, ma non sarei così veloce nell'affermare categoricamente che la relazione tra Batman e ufficiale non è mai stata sessuale, @TheMathemagician. Immagino che alcuni di loro lo fossero.
Sebbene il commento di Legolas sull'essere confortato dalle "cosce robuste e dalla robusta * ascia *" di Gimli alla battaglia di Hornburg aveva un certo sottotesto al riguardo. :)
@TRiG - La speculazione su "pochi" non è realmente rilevante al punto - fino a circa 10 anni fa, le relazioni omosessuali erano vietate nelle forze armate del Regno Unito, immagino che tu abbia ragione - probabilmente c'erano un buon numero di relazioni tra batman e ufficiali nella prima guerra mondiale. Ma stiamo discutendo la tipica relazione tra un batman e un ufficiale, non i casi probabili di relazioni atipiche tra alcuni batman e ufficiali. Nessuno, compreso il matematico, stava dicendo che nessun uomo di guerra ha mai provato sentimenti romantici per i propri ufficiali.
#2
+25
Wad Cheber stands with Monica
2015-06-10 02:45:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta - un clamoroso "no" - può essere spiegata solo in un modo fuori dall'universo, e può (e dovrebbe) essere discussa senza riferimento alle visioni religiose di Tolkien.

In effetti, le devote credenze cattoliche di Tolkien non gli hanno impedito di godersi la storia di Mary Renault L'ultimo del vino , che trattava di un greco antico l'uomo e il suo amante maschio. Potrebbe anche aver letto e lavorato come redattore e critico non ufficiale di The Friendly Young Ladies della Renault, che parlava di una coppia lesbica (la Renault era una ex studentessa di Tolkien). Ha anche scritto in una lettera che aveva letto altri due libri della Renault (entrambi incentrati su personaggi omosessuali), e poco dopo, e per pura coincidenza, aveva ricevuto una cartolina dalla stessa Renault, che divenne la sua posta preferita dai fan. :

Recentemente sono stato profondamente coinvolto nei libri di Mary Renault; soprattutto i due su Teseo, Il re deve morire e Il toro del mare. Qualche giorno fa ho effettivamente ricevuto da lei un biglietto di apprezzamento; forse il pezzo di "Fan-mail" che mi dà più piacere.
- Tolkien, Lettera # 294

Allo stesso modo, Tolkien piaceva i romanzi di Iris Murdoch, che spesso includeva anche personaggi gay nelle sue opere, ed era apparentemente bisessuale lei stessa; era eccitato quando ha ricevuto un po 'di "posta dai fan" da lei. Chiaramente, se le sue convinzioni religiose lo predisponevano ad avere opinioni negative nei confronti dell'omosessualità, non lasciò che ciò interferisse con il suo piacere nel leggere un buon libro.

C'è un presunto esempio di Tolkien che abbia mai commentato l'omosessualità , trovato nella biografia di Tolkien di Humphrey Carpenter:

"Certamente i ragazzi più grandi [alla King Edward's School, che Tolkien frequentò] avevano prestigio agli occhi dei più giovani, ma era il prestigio dell'età e dei risultati piuttosto che della casta, mentre quanto all'omosessualità Tolkien ha affermato che a diciannove anni non conosceva nemmeno la parola . Tuttavia era in una società tutta maschile che ora si è buttato. " Tolkien: A Biography; p. 53

Ora, passiamo a considerazioni sociali e legali:

Tolkien ha svolto la maggior parte del lavoro per Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli negli anni '20, '30 e '40. Era un uomo britannico conservatore, un autore abbastanza agiato e professore presso un'università di fama mondiale.

A quel tempo, l'omosessualità era vista come una malattia mentale, non un orientamento sessuale. L'attività omosessuale, allora chiamata "sodomia", era illegale in Gran Bretagna fino alla metà degli anni '60, per quanto ne so. Le persone potevano essere arrestate (e molte lo erano, con conseguenze disastrose per le loro relazioni sociali e la reputazione) per aver intrattenuto relazioni omosessuali, o semplicemente per flirtare con qualcuno del proprio sesso. Un famoso esempio di una persona arrestata per aver proposto qualcuno dello stesso sesso è stato il manager dei Beatles Brian Epstein; fortunatamente per lui, la sua famiglia era abbastanza ricca da garantire che le accuse venissero tranquillamente ritirate e l'arresto era in gran parte nascosto all'attenzione pubblica (fino a quando le biografie non furono scritte dopo la sua morte nel 1967).

In effetti, c'era una tendenza diffusa, a partire dagli Stati Uniti, di castrare chimicamente gli uomini gay. Decine di migliaia di persone hanno subito questo trattamento negli Stati Uniti e molte altre hanno subito le stesse procedure in Europa, incluso Alan Turing in Gran Bretagna.

In poche parole, l'omosessualità non era nel radar della persona media, per così dire. Era considerata una malattia, non un orientamento sessuale legittimo. Inoltre non era qualcosa da discutere in compagnia educata, e certamente non nella letteratura popolare che potrebbe essere letta dai bambini.

Il seguente confronto sembra spaventoso per la nostra sensibilità moderna, orientata all'uguaglianza, ma lo sarebbe è giusto dire che Tolkien non ha menzionato l'omosessualità per lo stesso motivo per cui non ha menzionato le persone che vanno in bagno: era considerato rozzo e disgustoso, non adatto alla pubblicazione. L'omosessualità era considerata grossolanamente innaturale, moralmente ripugnante e inimmaginabilmente deviante nel peggior modo possibile. Fu trattata come un'afflizione o una violazione intenzionale delle norme universali di comportamento e moralità.

A Tolkien semplicemente non sarebbe venuto in mente di scrivere di queste cose nei suoi libri. Non era qualcosa di cui le persone "rispettabili" discutevano, o addirittura pensavano.

Sì, le opinioni religiose di Tolkien avrebbero probabilmente informato la sua opinione sull'omosessualità se avesse mai pensato alla questione (cosa che probabilmente non lo faceva molto spesso, se non del tutto), ma il fattore più importante era l'ambiente sociale in cui viveva. Non era un argomento di cui le persone parlavano, o addirittura pensavano, allora.

Immagino che, se Tolkien avesse menzionato l'argomento nei suoi libri, avrebbe avuto difficoltà a provare a trova un editore. Era illegale pubblicare materiale che potesse essere interpretato come "promozione della sodomia" - un libro del genere sarebbe probabilmente considerato di natura pornografica, secondo il test di Hicklin, che era una legge formale in Gran Bretagna fino al 1959.


* Nota: Renault e Murdoch hanno pubblicato la maggior parte delle loro opere molto più tardi di quando Tolkien scriveva Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli , che ha permesso loro di aggirare le prime leggi riguardanti la letteratura indecente e oscena. La tendenza della Renault a ambientare le sue storie nell'antica Grecia probabilmente l'ha aiutata a evitare complicazioni legali.


Da un riassunto dei commenti di Mary Renault su Tolkien e il suo atteggiamento nei suoi confronti. lavoro, che era pioniere nei suoi audaci (per l'epoca) riferimenti all'omosessualità maschile e femminile:

Ms. Renault e Tolkien hanno avuto una disputa sulla pubblicazione del suo primo romanzo, Scopi d'amore . Era molto vivace per il suo tempo e aveva accenni di omosessualità maschile e femminile. Ad ogni modo, la signora Renault voleva usare uno pseudonimo maschile, ma Tolkien si oppose fortemente, esortandola a pubblicare con il suo nome, o almeno uno pseudonimo femminile. In effetti, dice che Tolkien ha fortemente incoraggiato tutte le giovani aspiranti scrittrici con cui è entrato in contatto a rifiutare la tendenza del tempo in cui le donne scrivono sotto pseudonimi maschili e invece usano i propri nomi.

[ ripetendo che la disputa tra Tolkien e Renault non aveva nulla a che fare con il contenuto o l'argomento del libro, che includeva temi omosessuali, ma piuttosto la disputa consisteva nel fatto che Tolkien esortava la Renault a pubblicare il libro con il suo nome, piuttosto che con uno pseudonimo .]

Per quanto riguarda Tolkien, dalla lettera 294:

"Ci sono delle eccezioni. Ho letto tutto quello che ha scritto ER Eddison, nonostante la sua nomenclatura particolarmente pessima e la sua filosofia personale. Sono stato molto preso dal libro che era (credo) il secondo classificato quando è stato dato The LR il Fantasy Award, "Death of Grass". Mi piace la fantascienza di Isaac Azimov. Oltre a questi, recentemente sono stato profondamente coinvolto nei libri di Mary Renault; in particolare i due su Theseus, The King Must Die e The Bull dal mare. Qualche giorno fa ho effettivamente ricevuto un biglietto di ringraziamento da lei; forse il pezzo di "Fan-mail" che mi fa più piacere. "

Nota che come la maggior parte dei romanzi di Renault, Il re deve morire e Il toro dal mare trattavano simpaticamente i personaggi omosessuali maschili e femminili .

Ms. Renault morì nel 1983, famoso come uno dei più grandi autori di letteratura gay del XX secolo.


Da un articolo su Tolkien, che menzionava la sua corrispondenza con Iris Murdoch:

Iris Murdoch, curiosamente, era una grandissima fan e amava parlare con il vecchio professore dei punti più astrusi della tradizione elfica. Quando suo marito John Bayley esclamò che Il Signore degli Anelli era "scritto in modo" incredibilmente cattivo ", lei appariva sbalordita e diceva che non sapeva cosa intendesse.


Ulteriore informazioni sulle leggi riguardanti l'omosessualità in Gran Bretagna e la pubblicazione di "materiale indecente":

http://en.m.wikipedia.org/wiki/LGBT_rights_in_the_United_Kingdom#Homosexuality_as_an_offence

L'elenco dei casi importanti in questa pagina di Wikipedia include il divieto di pubblicare Ulisse di James Joyce.
http://en.m.wikipedia.org/wiki/ Censura_nel_ regno_Unito

http://en.m.wikipedia.org/wiki/Obscene_Publications_Act_1857

http: // en. m.wikipedia.org/wiki/Obscene_Publications_Acts

http://en.m.wikipedia.org/wiki/Sodomy_law#United_Kingdom

http://en.m.wikipedia.org/wiki/Section_28

http://www.banap.net/spip.php?article156

http://www.britannica.com/EBchecked/topic/423999/Obscene-Publications-Act

Vedi anche questo post di blog sulla sessualità elfica.

Questo sembra flirtare con la definizione di DVK di una cattiva risposta - hai aggirato le opinioni religiose di Tolkien incolpando il suo "ambiente sociale" senza dimostrare che il suo ambiente sociale era più importante delle sue opinioni religiose. Ma Tolkien era un devoto cattolico e le sue opinioni religiose erano probabilmente * ancora più * importanti nel suo caso del suo ambiente sociale.
@Null - Non sono d'accordo. Le convinzioni religiose possono entrare in gioco solo se pensi davvero a un argomento. La maggior parte delle persone allora non pensava all'omosessualità. Ad esempio, molti cristiani disapprovano il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ma questo argomento non era davvero un problema, o anche solo un'idea, fino a poco tempo fa. Quindi una persona che vive negli anni '40 non avrebbe un'opinione al riguardo, perché non gli era mai passato per la mente.
E l'ambiente sociale era ovviamente cruciale, poiché le persone religiosamente motivate potevano schioccare la lingua contro l'omosessualità, ma lo stato stesso criminalizzava l'omosessualità. Puoi ignorare la disapprovazione dei tuoi coetanei, ma non puoi ignorare di essere stato arrestato e condannato per un crimine.
@Null - E tu stesso stai ignorando il fatto che se le opere di Tolkien avessero incluso menzioni di omosessualità, specialmente se questi riferimenti non fossero stati condannativi, i libri probabilmente non sarebbero mai stati pubblicati. Vale a dire, se le sue opinioni religiose non fossero state un problema, le norme sociali sarebbero state comunque un fattore significativo.
@Null Considero la risposta rivista per dimostrare sufficientemente che l'ambiente sociale sarebbe stato un fattore decisivo, se le opinioni religiose di Tolkien non fossero state un problema, e se avesse effettivamente pensato alla questione (sebbene ritengo che quest'ultimo non sia il caso, il primo non è entrato in gioco).
@Null - Rispondi ora ancora più revisore. :)
Se stavi parlando della Gran Bretagna in quell'epoca, ok. Non era ovvio per me. Ad ogni modo, rimuoverò i miei commenti in modo da non ingombrare lo spazio poiché erano principalmente sulla formulazione e non molto pertinenti alla domanda reale.
@ypercube - Sì, stavo parlando delle norme sociali, delle politiche e delle leggi in Gran Bretagna al momento in cui Tolkien pubblicava * Lo Hobbit * e * Il Signore degli Anelli *. Questo è tutto ciò che conta veramente ai fini di questa discussione.
@WadCheber Ho rimosso il mio voto negativo (non che sia molto importante ora che la risposta è CW) per gli utili link "Chiedi alla Terra di Mezzo", ma non sono d'accordo con gran parte di questa risposta. Non vedo alcun motivo per il commento sul godimento da parte di Tolkien delle storie sul comportamento omosessuale - anche se non era d'accordo con esso, perché dovremmo pensare che non potrebbe apprezzare le storie che lo coinvolgono? ...
@WadCheber Ma principalmente non sono d'accordo con l'idea che Tolkien non pensasse all'omosessualità solo perché socialmente inaccettabile (anzi, come potrebbe non pensarci se gli piace la letteratura sull'argomento? ...). La schiavitù è quasi universalmente condannata in Occidente, ma questo non significa che non abbia pensato a quanto sia malvagia.
@Null - non è quello che volevo dire - voglio dire non ci ha pensato molto perché il suo mondo era diverso dal nostro. È nelle notizie, nei tribunali, nel legislatore, in TV e nei film, nella musica e nei libri al giorno d'oggi. Allora se ne parlava raramente, se non mai. Non era ancora allo scoperto. L'omosessualità stessa era "nell'armadio". Allora non era stato richiamato all'attenzione di tutti, com'è adesso.
Lo sapeva più tardi nella vita, ovviamente, ma guarda la sua dichiarazione: ** non sapeva cosa fosse l'omosessualità quando aveva 19 anni **. Riuscite a immaginare qualcuno che lo dica oggi nel mondo occidentale? Non posso. Allora era un argomento tabù, e oggi i tabù sono molto meno numerosi.
Ho accennato al fatto che gli piacevano quei libri perché contraddice l'idea che sarebbe stato moralmente oltraggiato dall'omosessualità basata sulle sue convinzioni religiose. Non significa che approvasse l'omosessualità, significa solo che era abbastanza aperto da rispettare un'opera indipendentemente dal fatto che contenesse elementi con cui aveva problemi - essenzialmente, sto dicendo che non era come un fondamentalista di oggi pazzo che vomita veleno sulla dannazione eterna per i sodomiti.
Pensa a com'era la TV negli anni '50: non si potevano mostrare i bagni sullo schermo. Non si poteva mostrare agli adulti entrare nello stesso letto. Le coppie sposate dovevano dormire in letti singoli separati. Le donne incinte non potevano apparire sullo schermo. Nessuno potrebbe discutere di sessualità o funzioni biologiche. Questo è lo stato d'animo generale degli anni '50. Se le coppie sposate che condividono un letto erano inaccettabilmente osé, come pensi che le persone si sentissero riguardo alle discussioni aperte sull'omosessualità? Le persone tendono a pensare a cose a loro familiari. L'omosessualità era estranea a un padre della classe media e professore di filologia, non familiare.
Semplicemente non sarebbe stato qualcosa a cui passava molto tempo a pensare, perché - a parte alcuni libri che leggeva - non era qualcosa che vedeva nella sua vita quotidiana. Anche se alcuni dei suoi amici (W.H. Auden mi viene in mente) erano gay, ma pensi che abbiano mai parlato delle loro rispettive vite amorose? Non era qualcosa su cui "persone rispettabili" discutevano o si soffermavano. Questo è il labbro superiore rigido, non mostrare mai emozioni, abbottonato, severo e riservato, opprimente Gran Bretagna dell'era del razionamento di cui stiamo parlando.
L'immagine che ho nella testa dell'inglese conservatore medio della classe medio-alta di quel tempo è fondamentalmente il padre di Mary Poppins. Una pipa serrata tra i denti, la moglie che lavora a maglia accanto al fuoco, lui stesso che legge un giornale rispettabile ... Non si baciano mai in pubblico, Dio perisce il pensiero, e non si menzionano le funzioni corporee l'uno dell'altro, cielo no. Ecco come doveva essere la vita allora. Non era un momento o un luogo in cui un "gentiluomo" si sentisse a suo agio a parlare, o anche solo a pensare, a cose come l'omosessualità. È straordinario che si sentisse a suo agio nel leggere quello che faceva.
È nato nell'era vittoriana, l'origine della maggior parte dei problemi sessuali del 20 ° secolo. Era improprio per una donna mostrare le caviglie, ffs. Le insegnanti di scuola che erano rimaste incinte sono state licenziate per aver corrotto le menti dei loro studenti - sono state licenziate anche per aver bevuto, fumato, andando al cinema, ballando, essendo state viste in pubblico con uomini che non erano i loro fratelli o padri, frequentando una bibita fontane o gelaterie (giuro di aver visto tutto questo su un contratto di lavoro per insegnanti negli anni '20). L'ambiente non era favorevole alla discussione aperta sulla sessualità, in particolare sull'omosessualità.
Mod: esiste un modo per fare in modo che le mie modifiche non superino le mie risposte? Mi piace rivedere le mie risposte per migliorarne la qualità e la completezza, ma non sto davvero cercando di rubare la reputazione. Voglio solo che le mie risposte siano le migliori possibile. Non ho nemmeno bisogno dei miei commenti per urtare le mie risposte (anche se non so nemmeno se i commenti urtano le risposte) - si tratta di qualità delle risposte, non di rep. Onestamente, sarei disposto a rendere la reputazione positiva in modo permanente disabilitato per me e ottenere la reputazione esclusivamente attraverso risposte e premi accettati. Rep è una specie di meh per me. Le buone risposte sono il mio unico Dio adesso.
@WadCheber No, il bumping automatico è una funzionalità utile di Stack Exchange. Non modificare così tanto, pubblica una risposta più completa la prima volta.
@Keen è abbastanza giusto: tendo a lavorare meglio quando preparo il mio caso, poi lo rileggo e lo modifico continuamente per migliorarlo, soprattutto perché il mio laptop è rotto e sono costretto a usare invece il mio iPad (il che rende difficile trovare collegamenti , copia e incolla citazioni, ecc. e rimbalza avanti e indietro tra le schede, perché a volte quando cambio scheda, la risposta nella scheda SE scompare senza essere pubblicata, il che suuuuucks), ma cercherò di evitarlo in futuro, o manualmente fai le mie risposte cw se mi aspetto di fare molte modifiche, in modo da evitare guadagni ingiusti di reputazione. Scusate.
Potresti chiarire quali parti del blocco delle virgolette dalla Lettera 294 sono in realtà le parole di Tolkien e quali no? Idealmente lasciando solo le sue parole nel blocco delle virgolette? La prima riga ovviamente non fa parte della citazione, ma per quanto riguarda gli ultimi due paragrafi?
@terdon - dovrebbe essere abbastanza ovvio - la parte tra virgolette.
Mi sono appena accorto che il tutto è citato dal post del forum a cui ti sei collegato. Ho pensato che alcune fossero le tue stesse parole, questo è ciò che mi ha confuso. Ottima risposta, comunque!
@terdon - Grazie! L'unica parte all'interno della casella delle virgolette che ho scritto io stesso è il bit tra parentesi dritte (queste: [])
Questo è uno dei post più informativi e interessanti che ho letto su questo sito. Bella risposta!
@jono - Grazie mille. Felice di essere d'aiuto.
#3
+5
Darian Miller
2014-01-14 07:46:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Solo per caso.

Anche i Valar e i Maiar erano distintamente accoppiati come maschi e femmine quando prendevano una forma visibile ... quindi avevi degli esseri intrinsecamente non sessuali che assumevano forme fisiche sessuali specifiche ed erano sempre accoppiati con un sesso opposto .

Tutte le coppie menzionate erano maschi e femmine. L'unico riferimento strano che ricordo è che le nane femmine sembravano nani maschi ... ma anche se sembravano simili, erano nettamente di sesso diverso. Anche gli alberi intelligenti erano accoppiati a sessi diversi.

#4
+1
Taylor17387
2014-01-19 01:27:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non se ne parla esplicitamente, ma non c'è neppure una negazione esplicita della sua esistenza. Religioso o no, Tolkien doveva essere consapevole che l'omosessualità esisteva nella vita reale e forse l'aveva concepita anche nella sua Terra di Mezzo. Ci sono molte cose che i suoi libri non ritraggono a causa della censura o delle sue stesse idee religiose, ma ciò non significa che non ci siano. Ad esempio, non vedi nemmeno il sesso eterosessuale, ma deve essere esistito da quando sono nate le persone. E anche se di certo non concepiva nessuno dei suoi eroi come capace di fare sesso gay, non credo che lo stesso si possa dire di personaggi malvagi come gli Orchi.

#5
-2
LazyLizardLounge
2014-09-16 12:54:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È stato detto che Androg si chiedeva se Torino e Beleg avessero avuto un appuntamento. Penso che se ci fossero allusioni all'omosessualità, non sarebbe stato esplicitamente dichiarato o agito perché sarebbe stato ancora un tabù anche nella Terra di Mezzo. Non penso che sia qualcosa che dovrebbe essere escluso dal regno delle possibilità, ma non guardare troppo in là, penso che la maggior parte degli accoppiamenti dello stesso sesso fossero solo amicizie.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...