Domanda:
Qual era il piano di Gandalf per portare l'Anello al Monte. Destino?
Daniel Roseman
2011-10-13 23:19:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Attualmente sto rileggendo Il Signore degli Anelli per l'ennesima volta e mi è venuta in mente una domanda.

Quando Gandalf viene a sapere da Faramir che Frodo e Sam si stavano dirigendo verso Cirith Ungol, rimane scioccato. Ovviamente, non aveva programmato di prenderli in quel modo se fosse sopravvissuto a Moria. Allora, quale era il suo piano? Sappiamo che non poteva essere entrato a Mordor tramite il Morannon. C'è qualche indizio da qualche parte del percorso che aveva intenzione di prendere per arrivare a Mount Doom?

Ha intenzione di entrare semplicemente a Mordor.
Ricordo che qualcosa riguardo il fuoco di un drago può anche distruggere l'anello.
@Itay Moav - Gandalf ha spiegato a Frodo che nemmeno il fuoco di Ancalagon il Nero può distruggere l'Unico Anello.
@Rex Kerr - Sì, pensavo di ricordare qualcosa con il fuoco del drago. Non solo i dettagli importanti
Nota che Morannon e Cirith Ungol non sono gli unici modi per entrare a Mordor. Il Morgul / Nameless Pass è la principale via alternativa al Morannon, Cirith Ungol è proprio nelle vicinanze. "Molto più in alto il muro settentrionale del Passo Morgul, molto al di sopra della carreggiata principale, c'era un ripido passaggio secondario raggiunto da una scala pericolosa, e noto come Cirith Ungol." http://en.wikipedia.org/wiki/Minor_places_in_Middle-earth#M
Forse il percorso più sicuro di tutti sarebbe stato quello di fare un'escursione a est intorno all'Ered Lithui e poi tornare indietro a ovest ed entrare così a Mordor da est.
Hanno attraversato Caradhras e poi Moria perché bypassare Saruman per arrivare a Minas Tirith avrebbe richiesto troppo tempo. Presumo che questo modo indiretto verrebbe rifiutato per lo stesso motivo.
Il suo piano era chiaramente quello di usare gli Eagles fin dall'inizio. Stavano solo sonnecchiando finché non ha dovuto combattere un Balrog.
@Jeff "One Does Not Simply Walk Into Mordor";) (https://www.youtube.com/watch?v=r21CMDyPuGo)
Gandalf è davvero "scioccato" da quella notizia? Più di chiunque altro si sarebbe reso conto che Cirith Ungol sarebbe stata una decisione logica
@RobertF Ciò li avrebbe portati troppo vicini a Barad-dur, almeno nella mia mente.
Sei risposte:
#1
+59
TGnat
2011-10-16 02:55:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come hanno già risposto Altri, non c'era altro piano distinto se non quello di inviare l'anello verso Mordor nella speranza di distruggerlo. Elrond lo chiama specificamente e suggerisce che la mancanza di un piano è una virtù in sé e per sé:

Penso che questo compito sia assegnato a te, Frodo; e che se non trovi un modo, nessuno lo farà. Questa è l'ora del popolo della Contea, quando si alzano dai loro campi tranquilli per scuotere le torri e i consigli del Grande. Chi di tutti i saggi avrebbe potuto prevederlo? Oppure, se sono saggi, perché dovrebbero aspettarsi di saperlo, fino a quando non è suonata l'ora?

Prima che la compagnia parta, avverte:

Guarda non troppo lontano!

Il Piano, sposato dal Saggio, è di non tenere troppo a cuore nessuna linea di condotta. Un piano formulato in modo approssimativo consente alla mano della Provvidenza di svolgere un ruolo nel suo successo. Boromir fornisce un esempio di un piano specifico, influenzato dall'ideologia e portato avanti con la forza di volontà, che va fuori strada. L'unico obiettivo di Boromir è portare l'anello a Gondor, incapace di deviare da questo piano usa la coercizione e la forza per portare avanti il ​​suo piano e alla fine è tentato dall'Anello di attaccare Frodo.

Il Male, nel Signore degli Anelli, è spesso caratterizzato come un'uniformità incrollabile, un Piano; mentre il Bene è allineato con i processi naturali e organici che si occupano del cambiamento piuttosto che cercare di controllarlo. Quindi il piano di Gandalf consente agli eventi di svolgersi in modo naturale senza il dominio della sua volontà o di quella di chiunque altro.

Quindi ... Elrond fondamentalmente ha detto: "Eh, fallo."
@Steam: E se Boromir si fosse lamentato, Elrond avrebbe potuto dirgli "Ehi, ha funzionato per Earendil ..."
@Steam Sì, Elrond lo ha detto fondamentalmente. Che non è poi così intelligente secondo me. Una cosa è che il Saggio affermi che un piano deve essere flessibile e che la Compagnia deve essere pronta a pensare con le proprie gambe, ma una cosa completamente diversa è avere _ nessun piano_. "Tieni, prendi queste pistole. Vai a prendere Berlino. Come? Non lo so, sono sicuro che lo capirai. Non pensare al futuro." : P
Elrond aveva già sbagliato il suo tentativo di sbarazzarsi dell'Anello.
@Steam: Tieni presente che non stiamo parlando di "finzione realistica" qui; siamo all'interno di una storia epica, ed Elrond si rende conto che è un'epica - e ci sono alcuni modi in cui si agisce se si è in un'epica. Fare piani dettagliati non è uno; forse anche lui si rende conto che (proprio come la proprietà dell'anello da parte di Bilbo e Frodo mostra l'influenza di Iluvatar) molto deve essere lasciato a Iluvatar. "Dio provvederà, figlio mio."
Stiamo anche parlando di una piccola task force di esperti, piuttosto che dell'assalto alla Normandia. Mentre un compito di grandi dimensioni come quest'ultimo richiederebbe un piano molto attentamente studiato per assicurarsi che non vada fuori strada, il gruppo più piccolo potrebbe presumibilmente escogitare un piano che avrebbe funzionato alla fine.
Zibbobz: Sono d'accordo, non era tanto "Vai a prendere Berlino" quanto "Vai a uccidere Hitler", (continuando la metafora) alcuni uomini possono raccogliere informazioni e infiltrarsi in un complesso sicuro. Una forza di invasione deve essere mirata (vedi pianificato) con molta attenzione, premi il grilletto e giorni, settimane o mesi dopo va "bang". Una piccola forza che agisce di propria iniziativa è molto più flessibile e difficile da individuare per il nemico. Ergo, penso che il non-piano "basta ala" sia valido.
Sebbene questo sia un po 'fuori dal punto originale, vorrei indicare eventi come [The Children's Crusade] (http://en.wikipedia.org/wiki/Children%27s_Crusade), dove migliaia di persone si sono recate e si aspettavano letteralmente il mare separarsi prima di loro. Parla di questo come "qualcosa verrà fuori" ...
#2
+20
DVK-on-Ahch-To
2011-10-14 00:44:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Aragorn era dell'opinione che Gandalf non avesse un piano specifico oltre a Lorien: aveva intenzione di parlare con Galadriel e possibilmente dare un'occhiata al suo specchio e vedere se poteva escogitare un piano sul modo.

Fonte: http://tvtropes.org/pmwiki/pmwiki.php/Headscratchers/TheLordOfTheRings

Quella stessa pagina ne ha un paio di altre teorie ma nessuna sembra derivare dal materiale di partenza.

Per chiarire, l'affermazione sopra si basa sulla prima pagina del capitolo 8 del secondo libro (la punta di cappello Kate Ebneter):

"Non abbiamo deciso la nostra rotta", disse Aragorn. «Oltre a Lothlorien, non so cosa intendesse fare Gandalf. In effetti, non credo che nemmeno lui avesse uno scopo chiaro. "

Come è una fonte affidabile? Sono solo le persone che si lamentano dei problemi che hanno avuto con i libri.
@Mark - Non riesco a trovare alcun punto nella mia risposta in cui ho affermato che era una fonte ** affidabile **. Tuttavia, la citazione suona come se fosse fatta sulla base di ALCUN materiale ("Aragorn era dell'opinione", non "penso"). Potrebbe essere una formulazione errata da parte di chi ha pubblicato questo messaggio o potrebbe essere basato su dati di origine effettivi.
La parte sull '"intenzione di parlare con Galadriel" ecc. È dedotta, ma la parte su Aragorn che pensa che Gandalf non avesse alcun piano oltre Lothlorien è direttamente dalla prima pagina del capitolo 8 del libro due: "' Non abbiamo deciso la nostra rotta, "disse Aragorn." Al di là di Lothlorien non so cosa intendesse fare Gandalf. In effetti non credo che nemmeno lui avesse uno scopo chiaro. "
@Kate - Aggiungerò la citazione alla risposta se non ti dispiace.
#3
+5
Schroedingers Cat
2011-10-15 23:26:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sempre considerato, in gran parte basato sulla citazione di Aragorn, che Gandalf non avesse idee e piani oltre a Lothlorien. Penso che le prove suggeriscano che raramente aveva piani chiari e decisivi su come fare le cose, anche se aveva piani chiari su ciò che doveva essere realizzato . Aveva un piano molto chiaro di portare l'anello a Mordor e distruggerlo nelle fessure del destino, ma dubito che lo sapesse esattamente come questo sarebbe stato realizzato nella pratica.

Sospetto che potrebbe ho avuto un'idea non diversa da quella che alla fine ha portato a termine, di portare una forza al cancello principale, distrarre Sauron e sperare che gli hobbit potessero intrufolarsi. Ma sono sicuro che non è stato chiaramente pensato. Mi colpisce più come una persona del quadro generale che una persona dei dettagli.

TL; DR: Gandalf era Senior Management. Il suo era fissare obiettivi elevati, non preoccuparsi delle implementazioni.
#4
+1
J Glenn Campbell
2016-12-15 05:33:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi sembra che Frodo e Sam avrebbero potuto facilmente attraversare Mordor dall'Ithilien meridionale attraverso il passo alla sorgente del fiume Poros. OTOH, avrebbero dovuto attraversare almeno il doppio della distanza attraverso i deserti di Mordor. Ma questo non sarebbe stato insormontabile poiché la distanza da Cirith Ungol è stata attraversata con un solo strato d'acqua con solo un paio di ricariche. Se non fossero saliti nella Valle di Morgul, avrebbero avuto 2 pelli d'acqua disponibili.

#5
-2
Caleb C Panopio
2014-08-06 05:39:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo link sembra rispondere alla domanda:

http://m.tickld.com/x/this-guy-just-changed-the-way-we- vedere-il-signore-degli-anelli-strabiliante

Sembra essere legittimo. Non sono sicuro sulle rotte, ma potrebbe essere questo.

Si prega di elaborare questa risposta. Forse aggiungi una spiegazione di ciò che è nel link.
La teoria sembra essere davvero smentita: http://middle-earth.xenite.org/2014/08/07/did-gandalf-really-mean-to-use-the-eagles-to-destroy-the- un anello /
Quel "smascheramento" sembra davvero sottile. Non c'è dubbio sul perché la storia non sia stata scritta con un ruolo così centrale per le aquile. Il primo punto, che a Gandalf e alle aquile fu proibito di agire in modo così diretto dai Valar, è l'unico punto che ha effettivamente un peso nell'universo. Tutto il resto equivale a "non è quello che è successo perché non è quello che è successo" ... sottile. Detto questo, vomitare le aquile come una solida risposta alla domanda su ciò che è stato pianificato non è meno sottile ... ma mi piace come esercizio fantasioso.
Il piano dell'Aquila era fin troppo diretto e in ogni caso non sarebbe nemmeno passato per la mente di Gandalf.Le Aquile delle Montagne Nebbiose erano tra le più nobili specie "non umanoidi" della Terra di Mezzo.Inoltre, il loro re Gwaihir era un amico di Gandalf, che conosceva da molti anni, anche prima dell'incidente che coinvolge tredici nani e uno Hobbit.
#6
-2
Josu
2015-01-15 23:53:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cercherò di mantenere la mia risposta molto breve.

In primo luogo, questa è una storia epica e di fantasia, i personaggi interpretano la canzone degli scrittori. Quindi sì, i piani di Gandalf sono sconosciuti perché Tolkien, per quanto ne so, non ha mai messo da parte tutte le sue idee alternative per il Signore degli anelli, come il piano per la Comunità dell'anello. Ciò rimarrà un mistero per sempre a meno che suo figlio, Christopher, scopra alcuni documenti in cui compaiono alcune possibili idee per le strade della Comunità.

In secondo luogo, sì, se fossi Gandalf, avrei anche progettato qualcosa come l'aquila Piano. Avrei chiesto a Radagast, quando Saruman lo usa per attirare Gandalf in Orthanc, di mandare alcuni amici "aquile" per andare in giro a spiare il Nemico e anche di prepararli e preparati per entrare a Lorien, quando sarà il momento, o almeno un messaggero dell'aquila "Gwairhir" che vola tra Lorien e i nidi delle aquile. Se ricordi dopo aver sconfitto il Balrog in cima a Zirak-Zigil, Gandalf arriva a Lorien con l'aiuto di Gwairhir.

Quindi sì, le basi della teoria del piano dell'aquila sono totalmente possibili e sono corrette per me. Ma non usare le idee sbagliate dei film "farfalla", come Gandalf che lancia l'incantesimo dell'aquila in modo così libero ed economico.

E infine, dovremmo già sapere che le aquile appaiono sempre nei punti chiave intorno a Gandalf , quando lui è in totale pericolo e non si sarebbe potuto scrivere nient'altro che avrebbe infranto la logica della terza età vinaccia. Ad esempio, non volevo vedere un Valar salvare la situazione, anche se le aquile sono come i figli di Manwë.

Tolkien mise le aquile e la loro casa sulle Montagne Nebbiose, ecco tutto.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...